Aurelia Antica – Calenzano Volley 1-3 (17-25; 20-25; 25-22; 20-25)
Prestazione concreta e generosa quella offerta dal Calenzano Volley sul campo dell’Aurelia Antica Grosseto che gli vale 3 punti e il mantenimento della vetta in condominio con il Cus Siena. Privo di Bartali, Fiaschi schiera Gai e Pazzaglia al centro, Baroncelli, Calamai e Marciano in attacco, Ghezzi in regia e Panerai libero; l’inizio di gara è nel segno dell’equilibrio, molti gli errori commessi da entrambi i sestetti, nessuno dei quali riesce ad imporre il proprio gioco; il Calenzano non spinge, ma le imprecisioni delle padrone di casa si fanno sentire sul punteggio che le vede rincorrere 11 a 16; Corazzesi prova a scuotere le sue atlete, senza fortuna, dall’altra parte Marciano e compagne sono brave a non calare di concentrazione, nonostante il netto divario; il set point è un bell’attacco di prima di Ghezzi, al quale replica Pazzaglia con un ace: 17-25. Sprint biancorosso nelle prime battute di secondo parziale; l’indecisione tra Ghezzi e Gai e il muro di Pacube su Baroncelli lanciano il Grosseto sul 3 a 0; Fiaschi tuona dalla panchina e il Calenzano si sveglia, Calamai sale più in alto di tutti e ferma a muro Valchierai in due occasioni, le ragazze di Corazzesi rientrano in buca e c’è il controsorpasso 3-4, perentorio l’avvicendamento per la regia grossetana; Pacube e compagne si risistemano in difesa e tamponano fino al 10 pari quando, Baroncelli attacco e muro, lancia la volata (10-15); Denisi rientra in palleggio, mentre nel Calenzano, Garbesi prende il posto di Gai; il sestetto di casa beneficia di una paio di dormite della difesa ospite, ricucendo lo strappo (18-19); Fiaschi chiama il time-out, puntella la seconda linea con Chiti, preziosa ogni volta chiamata in causa, al resto ci pensa capitan Marciano che al rientro prende per mano la sua squadra e la trascina di nuovo al più 3 (20-23); il set point lo realizza Pazzaglia, di livello la gara della pratese, in fast su pregevole invito di Ghezzi (20-24); la pressione sulle biancorosse è tanta e Iacobucci manda out il lungolinea nell’azione successiva (20-25).
I due game di vantaggio fanno calare di attenzione le rossoblù che a inizio terzo set incassano un pericoloso 8 a 4; il Grosseto, registrato l’attacco, si dimostra solido anche in ricezione e difesa e per le puntere ospiti passare diventa cosa ardua (12-7); lo stop del tecnico pratese riporta in carreggiata il suo sestetto; è super Calamai, migliore in campo fra le calenzanesi, a tagliare come burro la difesa grossetana che torna a vedere i fantasmi dei parziali precedenti (16-16); nessuno delle due compagini prende il largo, anche se è il Calenzano a mettere la testa avanti nella fase finale con un doppio acuto di Pazzaglia (19-21); il Grosseto sente sfuggire la gara e tenta il colpo di coda, Pacube sale in cattedra e da sola ingaggia un duello con le avversarie; l’italo-brasiliana ha la meglio, accorciando il conto dei set (25-22).
Nubi minacciose si addensano sulla parte di campo occupata da Marciano e compagne, a rischio beffa dopo il finale concitato di terzo game; l’Aurelia Antica è salita di intensità e convinzione e non regala più nulla, ma ecco che il Calenzano sfodera la sua arma migliore, il carattere; dopo un inizio incerto, è ancora il duo Calamai-Pazzaglia a spostare l’asticella della gara; sul 10 pari le rossoblù ingranano la quinta, Panerai vola ovunque e Baroncelli e Pazzaglia colpiscono per il massimo vantaggio, 10 a 18; tre ricezioni difettose di Marciano e compagne danno una piccola speranza alle avversarie, ma è solo un fuoco di paglia; Fiaschi opta per la linea verde, Tonelli entra per Ghezzi in regia, Bongianni in battuta per Baroncelli e il Calenzano torna a correre; una palla contestata da Corazzesi, gli vale il cartellino giallo, ma è l’ultima nota di colore prima dei titoli di coda, il pallonetto al centro del campo di Marciano ferma il tabellone sul 17 a 24; il Grosseto accorcia su un paio di errori di misura rossoblù e un’infrazione in palleggio sanzionata a Tonelli; a ruggire è ancora una rocciosa Calamai, che mani e fuori su Valchierai, scrive la parola fine sulla gara (20-25).
Questo il tabellino del Calenzano: Calamai 12, Marciano 16, Gai 7, Baroncelli 10, Bongianni, Ghezzi 2, Garbesi, Pazzaglia 17, Tonelli, Chiti, Panerai L. All. Fiaschi, 2 All. Gori.

Lascia un commento