Il nuovo Calenzano si è presentato venerdì scorso nella bella cornice di Piazza Gramsci.
A salutare la società era presente anche il Sindaco, Alessio Biagioli, che ha ringraziato il Vicepresidente Simone Pinelli e tutti gli altri componenti della società per il lavoro svolto in quest’ultimo anno evitando che la gloriosa società del Leone Alato, che nel 2016 festeggerà i 50 anni di attività, ripartisse dalla Terza categoria.
La società ha fatto alcune scelte strategiche importanti ed infatti a partire dalla stagione sportiva 2015/2016 ci sarà la separazione tra A.C. Calenzano A.S.D. (che avrà nel proprio parco squadre soltanto la Promozione e gli Juniores Regionali) e i Giovani Calenzano A.S.D. (che cureranno tutte le squadre che vanno dagli Allievi alla Scuola Calcio); una scelta che permette al nuovo gruppo dirigente entrato in carica nel Luglio 2014 di lavorare in piena autonomia pur mantenendosi a stretto contatto con “la vecchia guardia” che tuttora gestisce il settore giovanile.

Il Direttore generale Alessio Pedrini nel corso del suo intervento ha ben chiarito quelli che sono gli obiettivi e le finalità che la società vuol perseguire:
“Essere qui stasera è un grande orgoglio per me ed è fonte di grande soddisfazione. Quando poco più di un anno fa ho accettato la sfida di non far morire il calcio a Calenzano l’ho fatto avendo ben chiaro quello che doveva essere il leit motive che stava alla base del mio lavoro: la riscoperta della calenzanità. Non è un caso se sia il capitano della Prima Squadra (Francesco Aldrovandi) che quello della Juniores (Matteo Toccafondi) sono ragazzi nati, cresciuti e tuttora residenti a Calenzano. Così come non è stata casuale la scelta di affidare la panchina della Prima Squadra ad un calenzanese doc come Matteo Angiolini. Ed in quest’ottica va inserita anche la scelta di portare a mangiare la squadra tutte le domeniche al bar Sport per far si che i calenzanesi potessero avere un contatto diretto con i giocatori e lo staff tecnico facendo tornare la gente a parlare del Calenzano. Ed è una scelta che si è rivelata vincente perché ha permesso di creare curiosità intorno a questo nuovo progetto tanto che molti imprenditori di Calenzano hanno deciso di avvicinarsi e darci una mano. A Calenzano c’è tutto per poter fare calcio ad alti livelli: un impianto che tutta la Toscana ci invidia, un’amministrazione comunale attenta e sensibile alle necessità di chi fa calcio dilettantistico, un tessuto industriale di primo ordine. A tal proposito l’essere riuscito a coinvolgere in questa avventura Marco Bartoletti della società BB SpA convincendolo ad essere il MAIN SPONSOR della nostra società a partire dalla stagione 2015/2016 sono certo che permetterà al Calenzano di diventare un punto di riferimento nell’intero panorama dilettantistico toscano. Infatti, come sapete, la BB SpA non rappresenta soltanto un’eccellenza italiana nella meccanica di precisione ma, grazie al suo fondatore, è anche e soprattutto sinonimo di attenzione verso il sociale. Un’attenzione che subito abbiamo sposato e fatta nostra. L’A.C. Calenzano A.S.D. infatti è la prima società in Toscana che per ogni gara delle proprie squadre, sia in casa che in trasferta, ha con sé un defibrillatore mobile di proprietà e dirigenti accompagnatori formati ed in grado di utilizzarlo in caso di emergenza. Questa è la dimostrazione, con i fatti e non a parole, di come intendiamo il calcio a Calenzano. E questa è soltanto la prima di tutta una serie di attività che insieme a Bartoletti porteremo avanti da qui ai prossimi mesi.  Il nostro obiettivo è far sì che quando un genitore deve decidere dove iscrivere per la prima volta il proprio bambino a giocare a calcio non abbia dubbi e lo porti a Calenzano sapendo che oltre a trovare un professionista di tutto rispetto come Salvatore Montedoro (attuale responsabile della Scuola Calcio) trova una società che anche nelle squadre di vertice subordina l’aspetto meramente sportivo a quello etico e sociale. Gli obiettivi per la stagione? Sia per la Prima Squadra che per gli Juniores regionali l’obiettivo è quello di fare meglio dello scorso anno non snaturando mai la nostra filosofia che è quella di provare sempre e comunque a proporre bel calcio.”

Questo l’organigramma della società:
Presidente                           Piero Baldassini
Vice presidente                  Simone Pinelli
Direttore generale             Alessio Pedrini
Consigliere di direzione    Enrico Bandini

Parte tecnica
Direttore Sportivo             Mattia Duradoni
Allenatore 1 Squadra        Matteo Angiolini
Allenatore Juniores           Fabio Rinfroschi

Questo l’organico delle due squadre:
PROMOZIONE
Portieri
Gjioli Gensian, Lippi Massimiliano

Difensori
Bambagioni Lorenzo, Berretti Simone, Fawaz Mohammad, Fusco Michael, Giomi Francesco, Infantino Vincenzo, Maffi Lorenzo

Centrocampisti
Aldrovandi Francesco, Bertini Leonardo, Fedi Lorenzo, Gashi Armend, Giannini Francesco, Gjioli Giorgio, Sarr Papa

Attaccanti
Bologna Gaetano, Braschi Roger, Foschini Domenico, Ghelli Davide, Vastola Alessio

JUNIORES REGIONALI
Portieri
Banchi Matteo, Capanni Dario, Fiori Alessandro

Difensori
Baldi Davide, Balloni Giacomo, Bardi Mirko, Bartoletti Leonardo, Prepelita Dan, Rocchi Alessio, Scurzoni Lorenzo, Ugolini Giulio

Centrocampisti
Dani Edoardo, Marku Alvis, Mascii Lorenzo , Moccia Ferdinando, Neri Leonardo, Unitulli Matteo, Toccafondi Matteo, Vita Riccardo

Attaccanti
Bucaioni Tommaso, Capecchi Marco, Cerciello Andrea, Griffoni Simone, Marangio Mattia
Di seguito la lista degli sponsor:
BB SpA, Edil Revi srl, Immobiliare Zoppi, Istituto Leonardo Da Vinci Prato, Global Care, Bar Sport, Elettrika srl, Nuova Giolas, Chianti Banca, Banca Credito Cooperativo Mugello, Farmacia Balducci, Pizzeria Origano, Piemme, Service delegazione ACI, Carrozzeria Turbo, Rottami Traversi Romano, Foto Cine Gori, Errepi centrocopie

Per inviare comunicati stampa, informazioni, tabellini e commenti delle gare, foto, richieste di preventivi sui servizi forniti o altro 346.6194740 (Whatsapp) o info@dilettantitoscana.it

Categoria: Promozione
565 views

Lascia un commento