Tre continenti (Europa, Oceania e Sud-America) rappresentati in finale, il quarto (Asia) in semifinale. Ha una dimensione sempre più globale il Torneo internazionale giovanile Città di Santa Croce Mauro Sabatini, unico Grade 1 organizzato in Italia che quest’anno ha portato sui campi in terra rossa del Cerri atleti provenienti da ben 44 differenti nazioni. All’ultimo giro di walzer tuttavia non sarà presente l’Italia: non accadeva da due anni, prima che Andrea Pellegrino e Tatiana Pieri nel 2015 e Jacopo Berrettini nel 2016 centrassero la finale nei tabelloni di singolare. Il movimento azzurro si è aggrappato fino all’ultimo alle spalle forti di Guido Marson, ma in semifinale il tennista friuliano, allenato presso l’Accademia di Riccardo Piatti, ha ceduto di schianto al brasiliano Thiago Seyboth Wild: davvero un bel prospetto, completo in ogni fondamentale, il classe 2000 paranaense, ma oggi l’azzurrino ha pagato le tante fatiche dei giorni scorsi che lo hanno portato, a sorpresa, in semifinale.
La finale femminile vestirà totalmente i colori rossocrociati con il match per il titolo tra le connazionali e amiche Ylena In-Albon e Simona Waltert. Due tenniste complementari nel modo di stare in campo e nelle caratteristiche tecniche (regolarista e varia nei colpi la In-Albon, potente e aggressiva la Waltert), brave a superare in semifinale rispettivamente Niemeier e Chen grazie ai loro punti di forza, con la favorita Waltert in recupero dopo il primo set perso. Seyboth invece sfiderà l’australiano Blake Ellis, testa di serie numero 6, che ha sconfitto al tie-break del terzo set il serbo Marko Miladinovic: nonostante un fisico imponente più adatto ai campi in veloce, l’Aussie ha dimostrato di possedere grandi doti di resistenza, ed è uscito indenne per la quarta giornata di fila da un match al terzo set, il secondo risoltosi a suo favore al tie-break decisivo.
Intanto nella penultima giornata del Città di Santa Croce arrivano i primi verdetti. Conquistano i titoli di doppio nel maschile gli azzurrini Iannaccone/Ramazzotti contro Geller/Mejia (Argentina/Colombia) e nel femminile Chen/Sato (Taipei/Giappone) contro Cho/Lin (Taipei/Australia). Infine il russo Timofey Skatov si è aggiudicato il trentottesimo Trofeo Beppe Giannoni come tennista più giovane qualificato per i quarti di finale: l’interessantissimo classe 2001 succede nell’albo d’oro a futuri campioni come Martina Hingis, Mario Ancic e Anna Kournikova, buon viatico per un brillante futuro tra i professionisti.
Le finali (a ingresso libero) della 39esima edizione del Torneo Internazionale Città di Santa Croce Mauro si terranno domani (20 maggio) a partire dalle 14 con la finale femminile, a seguire quella maschile. I due match decisivi saranno trasmessi oggi in differita su Antenna 5 (dalle ore 20.30) e su Supertennis (canale 64 del digitale terrestre).

 

Per inviare comunicati stampa, informazioni, tabellini e commenti delle gare, foto, richieste di preventivi sui servizi forniti o altro 346.6194740 (Whatsapp) o info@dilettantitoscana.it

Categoria: Tennis
108 views

Lascia un commento