Ennesimo colpo di scena nel vertice del campionato di seconda categoria Cade l’Atletico Carrara alla Selva di Filattiera, però mantiene il primato in coabitazione con l’Atletico Forte dei Marmi e dalla Torrelaghese che non vanno oltre il pari nelle rispettive sfide con il Lido e con i giallo neri del Filvilla. Seguono ad una sola lunghezza le cugine Filattierese e Fivizzanese, i gialloverdi di mister Fabio Centofanti incamerano i tre punti “pesanti” sull’accreditato Atletico Carrara, dove Cerutti & soci sono stati bravi a gestire e mantenere il risultato fino al triplice fischio. Sorride la compagine medicea che espugna il campo di via delle Pinete. La rete di Gassani in apertura e stata gestita a fatica da Pasquali e compagni, il Ricortola recrimina per un calcio di rigore nel finale di gara.
Tre punti che permettono alla Fivizzanese di Bertoli-Grandetti di restare in piena corsa per le posizioni playoff e perché no quelle del podio. “Un nostro piccolo “record” lo abbiamo già raggiunto – precisa il presidente Maurizio Cardellini – Superati i punti in classifica rispetto allo scorso anno alla stessa giornata, anche perché, ammetto, le prime conclusioni con relativi bilanci si potranno tirare nel mese di gennaio al cosi detto giro di boa. Per i fivizzanesi il ritrovato stato di forma ma in particolare ricominciare a praticare un buon calcio è di buon auspicio per il proseguo del torneo. Torneo che vedo molto equilibrato, ci sono dieci squadre nel giro di quattro punti, e non sono poi cosi tanti, ogni domenuica c’è una capolista nuova”. “Tutte le squadre sono attrezzate – conclude il presidente – l’approccio alla categoria delle matricole in gran parte club della Versilia è stato più che positivo, ma anche le cinque lunigianesi sono in lizza per i piazzamenti che contano, il minimo obiettivo di ogni società è quello di arrivare nella zona degli spareggi nel periodo di forma giusto”.
Lascia ancora due punti per strada il Lido di Camaiore di mister Monga, il doppio vantaggio di Manfredi ”Jason” non basta ai giallo blu, nel derby di viale Kennedy premia la nuova capolista Atletico Forte dei Marmi che rimedia il confronto nel finale. Nulla di fatto per il Migliarino Vecchiano e Monti, i pisani falliscono il penalty da tre punti e si devono accontentare della divisione dei punti contro l’Unione Quiesa apparso in netta ripresa. I dragoni di mister Nicola Bambini hanno dovuto rincorrere il risultato per tutta la durata del combattuto match del “Don Bosco” contro i rosso blu della Fortis, con qualche espulso di troppo nel finale di gara tra le due squadre. Il Monti ritornerà subito in campo, mercoledi prossimo per il recupero con il Quiesa Massaciuccoli (comunale Bianchi alle 14,30). La gara era stata sospesa alla fine della prima frazione per il maltempo. Test di massima importanza per Magnani e compagni, match-ball che potrebbe riportare i lunigianesi a ridosso delle prime della classe.
Non riesce a portare a casa i tre punti il Monzone di Fabrizio Mancini: i granata in vantaggio di tre reti ad inizio ripresa si fanno rimontare dal Versilia calcio nell’extra time fino all’incredibile quattro a quattro. Gli ospiti di mister Alessandro Marsili non sono nuovi a queste spettacolari imprese, dopo la rimonta interna con il Lido arriva il bis quella in riva al Lucido, in evidenza la parte offensiva dei versiliesi, sugli scudi per l’ennesima domenica il fantasista trascinatore Federico Tarabella. Per i locali gran rammarico per la mancata vittoria. “Ci abbiamo messo – tuona il tecnico Mancini – tanto del nostro per rendere la gara come è finita, il confronto con gli ospiti, bravi a non mollare fino alla fine, era più che in discesa, la concentrazione in certi reparti è una delle motivazioni principali della partita, dove ripetiamo gli stessi errori da qualche partita. Dal prossimo turno derby al Bottero con il Filvilla mi aspetto dai ragazzi un concreto riscatto specialmente sotto l’aspetto diverso all’approccio della partita”.
Chi ha imboccato la buona strada è il Corsanico di mister Lazzarini, bottino pieno nei due confronti interni consecutivi, a parte la goleada rifilata all’Unione Montignoso, l’organico creato dal dg “orange” Alessandro Crovara non è da meno, non inferiore come tasso tecnico delle squadre che navigano nelle prime posizioni. I collinari devono sistemare e annerire quanto prima le prime due caselle (vittorie e pareggi) delle gare esterne, per il momento Salini & soci sono a secco nelle quattro partite disputate lontano da casa
Nei fondali della classifica delle due pericolanti solo l’Unione Quiesa di mister Gori muove la classifica, racimolando un punticino nel difficile campo del Migliarino Vecchiano, distaccando di tre lunghezze il fanalino di coda, l’altra Unione, quella di Montignoso..

Per inviare comunicati stampa, informazioni, tabellini e commenti delle gare, foto, richieste di preventivi sui servizi forniti o altro 346.6194740 (Whatsapp) o info@dilettantitoscana.it

Categoria: Seconda Categoria
118 views

Lascia un commento