Tutto come da copione nel 56esimo Gran Premio La Torre-Memorial Simonetto Campigli. Il solito circuito collinare e ondulato di 3,9 chilometri da ripetere 26 volte, la solita nutrita presenza alla gara di élite e under 23 (140 iscritti e 133 partenti), la solita perfetta organizzazione curata dall’Uc La Torre con il presidente Rino Testai ed i figli Alessandro e Simone, le solite avverse condizioni climatiche, con freddo, vento glaciale e nevischio.
E veniamo ai protagonisti che sono stati due in assoluto. Il vincitore della gara il varesino Alessandro Covi, giovane rampante del Team Colpack e l’aretino Roberto Burbi della Big Hunter Beltrami Seanese, secondo a Covi nello sprint finale che ha deciso la gara. Due splendidi attori che hanno lasciato il gruppo dei 12 battistrada a una quarantina di chilometri dalla conclusione, dando vita alla fuga risultata decisiva.
Ma qui occorre aggiungere che il vincitore della gara Covi è stato in testa per quasi tutta la gara in quanto la prima fuga di giornata lo ha visto protagonista con Ninci, fino a quando una decina di inseguitori hanno raggiunto la coppia. Il plotoncino ha guadagnato un buon margine di vantaggio sul gruppo incapace di neutralizzare l’azione dei 12 battistrada dai quali si sono poi sganciati Covi, ancora lui letteralmente scatenato e Burbi, che hanno viaggiato in perfetta sintonia fino al termine.
Quando mancavano meno di dieci chilometri alla fine, l’atleta del Team Colpack è apparso (e ne aveva ampiamente ragione) più affaticato di Burbi che però non è riuscito a liberarsi del compagno di fuga, dal quale alla fine è stato poi battuto in volata.
Lo squadrone lombardo guidato da Gianluca Valoti e Rossella Di Leo, ha completato l’ottima prestazione con il terzo posto di un brillante Rocchetti, protagonista anche il giorno prima nella Firenze-Empoli e con Bagioli classificatosi al quinto posto. Apprezzabile la prova anche di Fiorelli e Italiani che hanno anticipato il gruppo regolato per la settima posizione da Friscia su Romano, Fiaschi, già ottimo secondo 24 ore prima a Empoli, e Iannelli. Da segnalare, come successo anche il giorno prima, nessun atleta della Petroli Firenze Maserati Hopplà figura nei primi dieci, e la circostanza ha sorpreso gli sportivi tenuto conto del potenziale dello squadrone toscano.

Ordine d’arrivo: 1. Alessandro Covi (Team Colpack) Km 100, in 2h35’26”, media Km 38,602; 2. Roberto Burbi (Big Hunter Beltrami Seanese); 3. Filippo Rocchetti (Team Colpack) a 20”; 4. Filippo Fiorelli (Gragnano Sporting Club) a 42”; 5. Andrea Bagioli (Team Colpack); 6. Davide Italiani (Maltinti Banca Cambiano) a 59”; 7. Lorenzo Friscia (Gragnano Sporting Club) a 1’08”; 8. Francesco Romano (Team Colpack); 9. Tommaso Fiaschi (Mastromarco Sensi Nibali); 10. Giovanni Iannelli (Malmantile Gaini).

Fonte Federciclismo

Per inviare comunicati stampa, informazioni, tabellini e commenti delle gare, foto, richieste di preventivi sui servizi forniti o altro 346.6194740 (Whatsapp) o info@dilettantitoscana.it

Categoria: Elite Under 23
427 views

Lascia un commento