Due gli appuntamenti in programma per la Mastromarco Sensi Nibali questo week-end. Si comincia domani (14 aprile) con una classica del calendario, la 69esima Milano-Busseto, corsa di 144 chilometri. Domenica poi si torna sulle strade della Toscana perché sarà la volta del 17esimo Trofeo Ledo Tempestini, corsa di 134 chilometri a Marina di Bibbona.
“Due belle gare – dice il direttore sportivo Gabriele Balducci – per dare continuità al buon lavoro che stiamo facendo e ai risultati ottenuti fino ad ora. In entrembe le gare abbiamo il potenziale per poterci esprimere bene e fare delle belle corse. Mi aspetto che la squadra corra in modo unito e compatto, quando abbiamo fatto così siamo sempre stati premiati”.
Intanto continua con un’altra convocazione in nazionale il progetto azzurro della Mastromarco Sensi Nibali. Questa volta tocca a Luca Covili indossare la maglia azzurra. Il corridore modenese di Pavullo nel Frignano correrà il Tour of the Alps, in programma dal 16 al 20 aprile sulle strade del Trentino e del Tirolo, tra Italia e Austra. Corsa dura e importante del calendario professionistico soprattutto per quei corridori che si stanno preparando per il Giro d’Italia, annunciati al via tra gli altri, anche Froome, Aru e Pinot. Martedì si arriverà sulla mitica salita di Pampeago in Valle di Fiemme, salita tante volte teatro di mitici duelli per la maglia rosa.
Per il Tour of the Alps il coordinatore delle squadre nazionali Davide Cassani, con il tecnico degli under 23 Marino Amadori, ha selezionato i seguenti corriodri: Amici Alberto (Biesse Carrera Gavardo Asd), Bernardinetti Marco (Amore & Vita – Prodir), Conci Nicola (Trek – Segafredo), Covili Luca (Mastromarco Sensi Fc Nibali), Monaco Alessandro Teodoro (Petroli Firenze Hopplà Maserati), Piccot Michel (Biesse Carrera Gavardo Asd), Sobrero Matteo (Dimension Data For Qhubeka).
“Sono contento - spiega Luca Covili al terzo anno tra gli under 23 che ad agosto farà il debutto tra i prof con la maglia del team professional Bardiani-Csf – di avere questa opportunità in nazionale. Sarà molto dura, sia per il tipo di percorso che per il livello degli atleti in gara, ma sono sicuro che per me sarà un’esperienza importantissima. La mia stagione è centrata proprio sulle corse a tappe tra cui il giro under 23 e poi il giro della Valle d’Aosta, quindi una corsa come il Tour of the Alps è l’occasione giusta per imparare ad approcciare una corsa a tappe impegnativa e crescere”.

Per inviare comunicati stampa, informazioni, tabellini e commenti delle gare, foto, richieste di preventivi sui servizi forniti o altro 346.6194740 (Whatsapp) o info@dilettantitoscana.it

Categoria: Elite Under 23
232 views

Lascia un commento