Emanati i verdetti sul campo dove si è certificato la vittoria del girone di Seconda che è andata ai versiliesi della Torrelaghese, mentre per l’altro eventuale posto si deve attendere la classifica dei club interessati e aventi diritto per il salto alla categoria superiore.
Nel girone apuo lunigianese e versiliese saliti in Prima i giallo viola dell’ex mister Mazzei e retrocessi in terza l’Unione Montignoso e Versilia i due posti sono stati rimpiazzati dallo Sporting Pietrasanta che si è aggiudicato il primo posto e dall’Atletico Podenzana che ha vinto la finale playoff contro i cugini del Mulazzo.
Attualmente l’organico del girone A sarebbe composto da 16 sodalizi cosi suddivisi. Sei compagini appartenenti alla Lunigiana quali Atletico Podenzana, Fivizzanese, Filattierese, Monzone, Monti e Filvilla, una del comune di Massa, il Ricortola e l’altra del comune di Carrara quale l’Atletico Carrara dei Marmi, sei squadre della provincia lucchese suddivise tra collina e versante mare come l’Atletico Forte dei Marmi 2015, Sporting Pietrasanta, Lido di Camaiore, Fortis Camaiore,  l’Unione Quiesa Massaciuccoli e Corsanico, infine i pisani del Migliarino Vecchiano e il fresco retrocesso dalla Prima, il Romagnano calcio.
Apparentemente sarebbe già il girone ideale, però come succede da svariati campionati entrano in scena i criteri emanati dalla sovrana Lega calcio tramite le circolari e comunicati, In particolare in questo periodo che precede le iscrizioni alla prossima stagione entrano in campo le graduatorie delle società aventi diritto all’ammissione del campionato superiore, nel nostro caso dalla Seconda alla Prima e dalla Terza alla Seconda. Nello stesso tempo i club interessati che nutrono la sperata possibilità di disputare un torneo diverso da quello citato entrano sulla scena le miriadi di credenziali per sviluppare una classifica definitiva dove non si può fare appello.
Il punteggio finale maturato da diversi meccanismi saranno valutati dai dirigenti competenti della Figc provinciale e specialmente quella a livello regionale. Nelle varie classifiche che verranno compilate si terrà conto oltre che dei risultati ottenuti sul campo dei comportamenti disciplinari relativi alle sanzioni comminate nell’arco della stagione agonistica. Per quanto riguarda le credenziali a favore delle società che dovrebbero entrare nella graduatoria di merito, sono la vittoria del campionato e della coppa di appartenenza, ma specialmente della coppa disciplina.
Tornando alle squadre che ambiscono alla categoria superiore si inizia dalla Terza categoria dove ben quattro club hanno tenuto vivo il torneo fino all’ultima giornata. In lizza ci sono due squadre: il Mulazzo e il Cerreto- Per i lunigianesi c’è la finalissima playoff , persa poi con l’Atletico Podenzana. La matricola Cerreto conta su una semifinale pareggiata (2-2) in casa della formazione mulazzese, ma in bacheca c’è la coppa provinciale vinta contro la compagine del “panigaccio”.
L’eventuale o gli eventuali posti disponibili in Seconda Categoria per i presidenti Paolo Marconi e Andrea Del Freo dipenderanno dall’effetto domino dei posti vacanti per completare gli organici a partire dalla quarta serie fino alla terza.
In Seconda Categoria in pratica i requisiti sono dalla parte dell’Atletico Forte, secondo classificato e vincitore del play off del proprio girone, perdente della finale regionale con la vincente del girone B. In caso di ripescaggio in Prima Categoria il posto lasciato dai versiliesi sarà sempre a discrezione della Figc. Quindi per i club coinvolti non resta che attendere nuove dalla Lega.
Intanto ferve il calciomercato. Molto attivi sono i blucerchiati dell’operoso presidente Andrea Del Freo trattative avviate con diversi giocatori di spicco da un passato di ottimo profilo. “Si sta allestendo – associa il massimo dirigente – una squadra competitiva per essere protagonisti in Terza Categoria. Con l’allenatore Emiliano Bertelloni è riconfermato quasi tutto il gruppo che ha fatto bene, specialmente dopo dicembre, la vittoria della coppa provinciale è stato il giusto premio per i ragazzi, una squadra rimodellata a torneo in corso che doveva tenere il passo delle tre di vertice per arrivare più alto possibile, raggiunta la semifinale playoff, secondo obiettivo raggiunto, usciti senza essere sconfitti nonostante la lunga inferiorità numerica in campo”. “Se ci sarà – conclude Del Freo – la possibilità di partecipare ad un campionato diverso, non ci faremo trovare impreparati, si perfezionerà l’organico in prospettiva con elementi di categoria, dove siamo convinti di recitare la nostra parte anche in seconda categoria”.

Per inviare comunicati stampa, informazioni, tabellini e commenti delle gare, foto, richieste di preventivi sui servizi forniti o altro 346.6194740 (Whatsapp) o info@dilettantitoscana.it

Categoria: Seconda Categoria
312 views

Lascia un commento