Cascina – Urbino Taccola 1-1
CASCINA: Rossi, Giorgi (25’ st Rodella), Mattiello, Casarosa, Lotti, Burgalassi, Micheletti, Naldini, Colombini (1’ st Vaglini), Giudici (36’ st Aiello), Morelli (1’ st Perissinotto). A disp. Mansani, Puccini. All. Polzella.
URBINO TACCOLA: Carpita, Gelli (8’ st Pietranera), Ghelardoni, Coscetti (8’ st Dembele), Taglioli, Della Maggiora, Cecchi, Anzillotti (34’ st Castellini), Nardi, Conte (36’ st Palaia), Fermi (8’ st Cavallini). A disp. L. Franchi, N.Franchi, Cibeca, Gulisano. All. Lazzerini.
ARBITRO: Tranchida di Pisa (Cheli e Argiolas di Pisa)
RETI: 5’ st Micheletti, 12’ st Cecchi
NOTE: Angoli: 4 – 1. Ammoniti: 16’ Mattiello, 22’ Giudici, 31’ Morelli, 4’ st Coscetti, 20’ st Susini, 39’ st Vaglini, 44’ st Ghelardoni, 48’ st Della Maggiora. Espulso: 46’ st Cecchi (U intervento scorretto). Recupero 1° tempo 1’, 2° tempo 4’.
Il derby delle sponde dell’Arno finisce in parità e sancisce il superamento del turno del Cascina. I ragazzi di Polzella in virtù della miglior differenza reti nei confronti dei termali, entrambe avevano superato l’Unione Tempio Chiazzano ma il Cascina lo aveva fatto realizzando un gol in più. Non è stata una grande partita Rossi e Carpita non hanno compiuto errori decisivi. Il primo tempo l’Urbino Taccola non è pervenuto, i nerazzurri di casa sono scomparsi dal campo nella ripresa, nella quale i rossocrociati con Cecchi, palo esterno, hanno avuto la palla per ribaltare partita e qualificazione. Al “Simone Redini”, ragazzo nato a Uliveto ma calcisticamente cresciuto a Cascina, la squadra di Polzella appare più incisiva affidandosi a Colombini il quale allunga fuori dopo 4’ e incorna tra le braccia di Carpita al quarto d’ora. Carpita compie l’unica parata degna di nota al 24’ su un cross beffardo di Giudici per poi sul proseguo afferrare il conseguente impatto aereo. In Cascina ha un uomo in più a metà campo e nell’evolversi del gioco, mantiene costantemente le redini in mano. Subito dopo lo stesso Giudici innescato da Micheletti non da la giusta forza alla conclusione. L’Urbino Taccola si vede verso la fine, ma il tiro di Coscetti è velleitario. Polzella cambia gli attaccanti e la mossa si rivela decisiva. Perissinotto cerca Vaglini il quale allunga da dentro l’area per Micheletti che da destra infila Carpita. E’ la rete qualificazione. Risposta immediata dei rossocrociati, Cecchi è bravo ad aggredire la fascia di destra lasciata scoperta e a riportare la sfida in bilico 7’. Addirittura 13’ lo stesso ex Colligiana avrebbe la chance della qualificazione e del sorpasso, ma sul cross di Cavallini sfiorato soltanto da Conte, scheggia il palo alla sinistra di Rossi. L’Urbino gioca il tutto per tutto con il tridente, Cecchi-Nardi-Cavallini, il Cascina si affaccia con due incornate dell’ex Vaglini fuori dallo specchio. A 5’ dalla fine lo stesso attaccante nerazzurro aggira alle spalle Pietranera cerca con un lob di scavalcare Carpita che con il corpo gli alza il tiro in angolo. Il battibecco finale rende l’idea di una gara molto sentita con molti ex nei quadri del Cascina compresi i due direttori Scaramuzzino e Sisti. A Uliveto Terme ora si concentrano unicamente al campionato, il Cascina in Coppa affronterà il 24 ottobre la Pontremolese.

 

 

Per inviare comunicati stampa, informazioni, tabellini e commenti delle gare, foto, richieste di preventivi sui servizi forniti o altro 346.6194740 (Whatsapp) o info@dilettantitoscana.it

Categoria: Promozione
320 views

Lascia un commento