Davanti a una platea gremita da presidenti e dirigenti delle società toscane di calcio dilettanti e giovanile, da consiglieri, delegati provinciali dipendenti e volontari del Crt della Lnd si è svolta oggi (15 dicembre= all’auditorium del Centro Tecnico di Coverciano l’assemblea ordinaria del Comitato regionale Toscana della Lega Nazionale Dilettanti.
Dal palco – composto dal presidente Crt Paolo Mangini, dal consigliere federale Francesco Franchi, dal segretario Crt Sauro Falciani, dal presidente Cra Vittorio Bini, dal delegato Sgs Enrico Gabbrielli, dal segretario Sgs Fabio Angelini, dal rappresentante Aic Vincenzo Sabatini e dal presidente dell’assemblea Cleto Zanetti – dopo i saluti dei partecipanti con Bini che ha raccomandato un rapporto più stretto tra arbitri e società, con Gabbrielli che ha diffusamente illustrato l’enorme attività del settore giovanile e scolastico e con Franchi che ha fatto il punto sulla situazione del calcio nazionale e ha ricordato il compianto presidente Fabio Bresci consegnando una targa a Marco Bresci, figlio di Fabio – ha preso la parola il presidente Paolo Mangini.
Quindi davanti a 437 rappresentanti di club ovvero l’80 per cento delle 555 società aventi diritto, dopo aver ripercorso le tappe che hanno portato all’elezione di Gravina al vertice della Figc, Mangini ha sottolineato il fondamentale contributo del presidente Lnd Cosimo Sibilia ed ha quindi affermato come il tanto auspicato Rinascimento del calcio italiano, parta dall’impegno su impiantistica, servizi, vivai. E già ci sono prime azioni concrete che vanno in quella direzione. Intanto quelle sui vivai mentre altre riguarderanno – ha auspicato Mangini- la giustizia sportiva per quello che concerne tempi e sanzioni per l’ambito del calcio dilettanti.
Poi il presidente Crt, in questa assemblea di metà mandato, ha affrontato temi più strettamente locali sottolineando i risultati degli impegni presi. Sia per quello che riguarda la conferma della diminuzione e contenimento dei costi federali (con il risparmio per tutte le società di 225mila euro e la restituzione di 82mila euro) sia per la prospettiva di ulteriori risparmi per il prossimo anno. Ma non basta: iscrizione gratuita per le matricole della terza categoria, risparmi sulle procedure burocratiche. E ancora conferma dei playoff allargati in Eccellenza da ampliare alla Promozione, importanti modifiche in alcune categorie del calcio giovanile e per le quote di età nei campionati dilettanti. Per la Terza categoria Mangini ha proposto di diminuire il costo di iscrizione a tutte le squadre fidelizzate da più anni.
Poi ancora provvedimenti per il tesseramento di giovani e stranieri accompagnati dalla dematerializzazione delle procedure con relativi corsi per il personale – anche per i segretari a cui si sono già iscritti in 550. E dalla prossima stagione sportiva sarà dematerializzata anche l’iscrizione ai vari campionati.
Complimenti poi per i risultati conseguiti dalle Rappresentative del Crt sottolineando il successo della macchina organizzativa toscana in occasione della Regions’ Cup e per i successi di tante squadre toscane nelle manifestazioni nazionali. Tutti elementi che confermano come il calcio toscano sia in piena salute.
Con l’impegno per un sempre maggiore rapporto costruttivo con il Cra e una crescente partecipazione delle società, oltre alle raccomandazioni su una maggiore correttezza verso i direttori di gara soprattutto da parte di giocatori e allenatori, si è concluso l’intervento di Mangini.
Poi gli auguri di buone feste, gli interventi di presidenti e dirigenti di società Romei (Settignanese) e Della Bidia (Farneta), la replica e il ringraziamento di Mangini alle società per la loro  massiccia partecipazione. E, a conclusione di mattinata, le premiazioni di 116 squadre vincenti campionati e premio disciplina stagione sportiva 2017/2018.

Per inviare comunicati stampa, informazioni, tabellini e commenti delle gare, foto, richieste di preventivi sui servizi forniti o altro 346.6194740 (Whatsapp) o info@dilettantitoscana.it

Categoria: Notizie dal Crt-Lnd
648 views

Lascia un commento