Questi i provvedimenti adottati dal giudice sportivo per le gare dello scorso weekend.

Eccellenza
Fino al 21 aprile è stato squalificato Vignolini dirigente della Lastrigiana per aver bestemmiato, per aver offeso la terna arbitrale e l’organizzazione arbitrale, un turno a Caroti giocatore della stessa società. Tra i calciatori 4 giornate a Di Nardo di Valdinievole Montecatini il quale dopo essere stato espulso per doppia ammonizione dopo la sanzione offendeva un assistente e bestemmiava. La Pro Livorno perde per tre giornate Salemmo per condotta violenta e il capitano Spagnoli per aver offeso l’arbitro, un turno al calciatore Falleni. Un turno a Capacci del Pratovecchio Stia, Vichi della Nuova Foiano, Gualandi del Valdarno, Panelli del Pontebuggianese, Matteo del Porta Romana, Tommaso Rocchiccioli dell’Atletico Piombino, Tenti e Cirelli della Castiglionese, Chiaramonti del Montignoso, Donattini della Fortis Juventus, Contipelli del Camaiore e Luci del Grosseto.

Promozione
160 euro di multa al Lammari per contegno offensivo verso l’arbitro, l’allenatore Fracassi già colpito da provvedimento fino al 28 febbraio, dalla tribuna assumeva un reiterato contegno offensivo verso l’assistente e l’organizzazione arbitrale con frasi di compiacimento circa atti di violenza verso gli ufficiali di gara, bestemmiando reiteratamente. Un turno di squalifica a Mattioli. L’allenatore Tesi dell’Unione Tempio Chiazzano è stato squalificato fino al 7 marzo. Mano pesante nei confronti della Pecciolese, il dirigente Donati della Pecciolese è stato squalificato fino al 4 aprile per essere uscito a fine gara dallo spogliatoio arbitrale sbattendo la porta, rivolgendo frase offensiva al direttore di gara, il calciatore Alessandro Remedi è stato squalificato fino al 21 aprile per aver protestato in maniera irriguardosa nei confronti dell’arbitro e per averlo afferrato all’altezza del dorso, nel tentativo di richiamare l’attenzione, un turno di squalifica al compagno di squadra Bonfigli. Giachi dirigente della Chiantigiana è stato squalificato fino al 28 marzo per essere uscito dall’area tecnica rivolgendo frasi offensive all’assistente. Tra i calciatori tre giornate di squalifica a Gori del Jolly Montemurlo. Un turno di stop per Volpi e Monti della Larcianese, Filosi del Nuova Società Pol. Chiusi, Barbarino del Firenze Ovest, Sammuri e Esposito del Monterotondo, Umberto Barsanti e Pieri del Pieve Fosciana, Corsi della Castelnuovese, Rubechini del Socicasentino, Bastogi del Viaccia, Romeo dell’Atletico Etruria, Cecchi dell’Urbino Taccola, Fantechi del Pontassieve, Isidori dell’Albinia, Gentili e Rigutini del San Donato Acli e Pasquinuzzi dello Sport Club Asta.

Prima Categoria
300 euro di multa all’Acquacaldas.Pietro a Vico per contegno offensivo e minaccioso verso il direttore di gara con scuotimento della rete di recinzione a scopo intimidatorio. Coscetti dirigente del Capanne è stato squalificato fino al 21 giugno per aver rivolto a un calciatore avversario frase di discriminazione razziale. Fino al 21 marzo sono stati squalificati Mancioppi del Fratta S.Caterina e Bonucci del Torrenieri. Sono stati squalificati fino al 7 marzo Maresca della Virtus Chianciano Terme, Barcelli del Pianella e Franceschini della River Pieve. Fino al 28 febbraio è stato squalificato Donati del Marginone 2000. Tra gli allenatori 2 turni di stop a Meazzini del Malmantile, Maffei dello Sporting Bozzano e Cinelli dello Scarlino Calcio al quale si aggiunge per 2 giornate i calciatori Colato e Germinario e un turno a Corrado e Iacobucci. Un turno a Bonifacio allenatore del Pianella. Tra i calciatori 3 giornate a Berretti del Mezzana per aver rivolto frase irriguardosa all’arbitro e aver bestemmiato, due giornate al compagno di squadra Basta. Sempre due turni a Zullino del Torrenieri e Burchi del Calci per aver offeso un avversario a fine gara. Gli squalificati per una giornata sono 46.

Coppa Toscana Prima Categoria
Una giornata di squalifica a Volpini del Certaldo.

Seconda Categoria
500 euro di multa allo Sporting Club La Torre per contegno offensivo e minaccioso verso l’arbitro e gli organi arbitrali. Per reiterata presenza di persone estranee nel recinto spogliatoi e per carenze funzionali nello spogliatoio arbitrale, il dirigente Romboli è stato squalificato fino al 14 marzo, il calciatore Viti è stato squalificato per due gare per contegno irriguardoso verso l’arbitro a fine gara. Per aver danneggiamento gli spogliatoi 160 euro di multa all’Antignano, al Casellina e alla Virtus Camporgiano. Per aver permesso a persona non indicata in distinta di accedere allo spogliatoio arbitrale, è stata inflitta una multa di 100 euro all’Intercomunale S.Fiora, inoltre il dirigente Tattarini è stato squalificato fino al 7 maggio poiché nonostante un provvedimento disciplinare in corso, a fine gara accedeva allo spogliatoio arbitrale assumendo contegno irriguardoso, inoltre nel momento in cui l’arbitro abbandonava l’impianto rivolgeva allo stesso frase offensiva. Fino al 21 aprile è stato squalificato Agostini del Forte di Bibbona il quale dopo essere stato allontanato per proteste uscendo dal campo minacciava l’arbitro, al termine della gara reiterava le minacce, il capitano della stessa società Matteo è stato fermato per 4 gare il quale dopo essere stato espulso per doppia ammonizione dopo il provvedimento rivolgeva all’arbitro frase irriguardosa. Fino al 4 aprile è stato squalificato Togneri dell’A.Fornoli poiché dopo essere stato allontanato per proteste offendeva l’arbitro, il calciatore Serra è stato squalificato fino al 21 aprile il quale dopo essere stato espulso per eccessive proteste, dopo la sanzione si poneva a distanza ravvicinata dall’arbitro, sfiorandogli il naso con il volto. Fino al 21 marzo sono stati squalificati Toni del Fornaci e Cesarano dello Sporting Seano. Fino al 14 marzo  sono stati squalificati Nemes della Lorese Calcio e Parrini del S.Piero a Sieve. Fino al 7 marzo sono stati squalificati Luzzi dell’Atletico Figline, Corbatti del Firenzuola, Burzi del Badia a Roti Calcio e Fabbrucci della Montarchiese Ercolana. Tra gli allenatori Zangarelli dell’Albereta San Salvi è stato squalificato fino al 14 marzo. 2 gare a Baroni del Berardenga, Gallastroni del Terontola, Poggiali della Ludus 90 Valle dell’Arno e Biggeri del Vagli. Un turno di stop a Barone del Florence Sporting Club, Locci del San Marco La Sella e Bondinelli del Pescia. Tra i calciatori 4 turni di stop a Es Saharaoui del Filvilla per aver colpito un avversario con tre pugni al volto, strappandogli la maglia da gioco, 3 turni al compagno di squadra Caldi per aver colpito un avversario con due pugni e sempre 3 gare a Campinoti per aver colpito con due calci un calciatore avversario, 2 turni a Zannoni per frasi irriguardose all’arbitro a fine gara e una giornata a Orsoni e Chelotti. Per carenze funzionali allo spogliatoio 90 euro di multa al Molazzana, al Tirrenia e all’Unione Quiesa Massaciuccoli. Per comportamento ostruzionistico per il recupero di palloni, 70 euro di multa al Castelnuovo Val di Cecina. Tra i dirigenti Sacchelli della Fortis Camaiore è stato squalificato fino al 21 giugno il quale al rientro del direttore di gara negli spogliatoi lo afferrava per un polso e lo strattonava senza procurargli dolore, rivolgendogli frase irriguardosa, inoltre per aver sferrato due calci ad un avversario sono stati squalificati per tre gare i calciatori Giannoni, Lari, Menchini e Pellegrini, due giornate a Simonini. Tre gare di stop per condotta violenta a Baroncelli del Pistoiacalcio, per aver colpito con un pugno un avversario a fine gara 3 turni a Spadafora del Casellina e Gardellin dello Sporting Seano. 2 giornate di squalifica a Melani dell’Antignano, Riccio e Fascinai dell’Atletico Spedalino, Tavanti del Floriagafir Bellariva, Taddei del Geggiano, Caldelli del Ponte delle origini, Lombardi del Valdibure, Colcelli del Cavriglia, Dio Grottole del Monzone e Pedrinzani del Ricortola. 101 sono gli squalificati per una giornata.

Juniores Regionale
Spiccano la squalifica per 4 giornate a Mbaye del Camaiore il quale veniva espulso per aver offeso l’arbitro, reiterava le offese al momento del’uscita. Al termine della gara mentre il direttore di gara di accingeva ad uscire dall’impianto di gioco gli rivolgeva un gesto offensivo, la multa di 110 al San Marco Avenza per contegno offensivo verso il direttore di gara durante la gara e alla conclusione e la squalifica fino al 7 marzo per Evangelista dirigente del Candeglia Portaalborgo per aver spintonato al petto un calciatore avversario.

Variazioni
Eccellenza
Girone A
Montignoso – Camaiore verrà giocata a Romagnano

Promozione
Girone A
Maliseti Tobbianese – Jolly Montemurlo avrà inizio alle 17
Pontremolese – Montespertoli si giocherà a Lunezia

Prima Categoria
Girone D
Saline – Academyaudaceportoferraio inizierà alle 14,30

Seconda Categoria
Girone A
Sporting Pietrasanta – Romagnano verrò giocata al “Buon Riposo” a Seravezza

Girone B
Pescia – Cecina 2000 verrà disputata a Margine Coperta

Girone E
Antignano – Fabbrica si giocherà all’impianto Cappuccini
Rosignano Sei Rose – Nuova Pol. Popolare Cep inizierà alle 16

Girone F
Marciana Marina – Montieri avrà inizio alle 14,30

Girone N
Virtus Asciano – Circolo Fratticiola verrà giocata il 23 febbraio 2019-02-21

Juniores Regionale
Girone A
San Marco Avenza – Atletico Cenaia avrà inizio alle 16,30

Girone C
Fortis Juventus – Olmpoponte Arezzo verrà disputata al Romanelli a Borgo San Lorenzo

Girone D
Sport Club Asta – San Miniato Basso verrà giocata a Taverne d’Arbia

Coppa Toscana Prima Categoria
Semifinali – 27 febbraio alle 15
Lanciotto Campi – Rassina a Campi Bisenzio
Manciano – River Pieve a Manciano

Coppa Italia Dilettanti Fase nazionale
Ottavi di finale – Andata
Bagnolese – Montignoso si giocherà il 27 febbraio alle 14,30 a Bagnolo in Piano

Per inviare comunicati stampa, informazioni, tabellini e commenti delle gare, foto, richieste di preventivi sui servizi forniti o altro 346.6194740 (Whatsapp) o info@dilettantitoscana.it

Categoria: Calcio dilettanti
634 views

Lascia un commento