Obiettivo raggiunto per le squadre allievi e allieve dell’atletica Virtus, al termine della seconda fase regionale dei campionati di società di categoria 2019: confermato infatti per il terzo anno consecutivo, tranne soprese dell’ultimo minuto, l’accesso di entrambe le squadre biancocelesti alla finale di serie B, a riprova del grande lavoro e impegno profuso dalla società verso il settore giovanile ed il vivaio locale. Termina infatti, in sesta posizione regionale, la squadra maschile con un punteggio pari a 9mila e 719, mentre le allieve su una classifica più corta arrivano in quarta posizione finale con 8mila e 738 punti. Risultati complessivi più che soddisfacenti, parzialmente eclissati tuttavia dall’exploit di Idea Pieroni che, nella gara del salto in alto supera se stessa: è infatti pari a un metro e 85 l’altezza raggiunta dalla giovane saltatrice barghigiana nella sua prova migliore.
Misura che oltre a farle vincere in scioltezza la medaglia d’oro nella competizione, la proietta nel pantheon dell’atletica leggera nazionale. Una tale altezza, infatti, rappresenta la miglior prestazione under 18 dell’anno a livello mondiale e la seconda europea nella categoria under 20; entre in Italia, nella categoria allieve, si tratta della sesta migliore prestazione di sempre, a soli 5 cm di distanza dal record di categoria conquistato nel 2010 da Alessia Trost. Una soddisfazione enorme per la talentuosa specialista proveniente dal vivaio dei Marciatori di Barga e, da 4 anni, parte del team Virtus che, grazie alla dedizione e all’impegno dei preparatori tecnici Vinicio Bertoli e Luigi Cosimini e nonostante le carenze croniche dell’impiantistica sportiva barghigiana, da anni regala risultati via via più prestigiosi in una crescita che pare ben lungi dall’arrestarsi e che le ha già valso momenti di protagonismo sulla scena internazionale. Bene nelle altre gare anche le compagne di squadra, che fanno la loro parte per far salire il punteggio finale fino al lusinghiero risultato finale. Ottima infatti la doppietta di Asia Salerno che, dopo la sfortunata gara a Firenze in cui aveva inanellato tre lanci nulli, domina le classifiche di lancio del giavellotto e del disco conquistando la medaglia d’oro in entrambe le discipline: 36, 21 metri è la distanza raggiunta dal giavellotto fin dal primo tentativo che le fa scalare immediatamente la classifica. Bellissimo podio nel lancio del disco dove, a seguire Salerno (prima con la misura di 34, 38 metri), troviamo Daiana Parducci che sigla il proprio nuovo personal best lanciando a 30,18 metri. Ottimo lavoro di squadra anche per le staffette 4 per 100 e 4 per 400, dove le atlete biancocelesti si prestano ad una disciplina a loro non congeniale, portando a casa risultati non scontati: il doppio bronzo per le formazioni Pierotti-Manfredi-Fontana-Nerli (che termina la 4×100 in 53’’28) e Lucarotti-Giannotti-Caporale-Rocchi (4’46’’92 il crono nella 4×400) completa, infatti, il medagliere della squadra allieve, dando un contributo fondamentale per il punteggio finale. Aria di riscatto anche nella squadra maschile dove Mattia Paterni, dopo il ritiro di Firenze sulla gara dei 110 metri ad ostacoli, recupera l’occasione perduta portando a termine la gara di Cecina in 15’’19, segnando un nuovo record personale e conquistando la medaglia di bronzo individuale. Fuori dal podio ma personal best per Paterni, anche sulla distanza di 400 metri ad ostacoli, dove lo specialista biancoceleste segna un crono di 58’’41, valevole per la quinta posizione finale e sufficiente per l’accesso ai campionati tricolori di categoria. Il sospirato oro arriva nella 4 per 400, con la formazione Kasturi-Giannini-Paterni-Marsili, che termina il miglio in prima posizione dopo 3’41’’95. Prima posizione individuale sul podio anche per Filippo Sodini che domina la distanza di 3000 metri, portati a termine in 9’42’’37. Sui 1500 metri invece, Tommaso Giannini e lo stesso Sodini sono costretti a cedere il passo terminando la gara rispettivamente in quarta posizione (4’21’’06 il crono) e quinta (4’21’’65). Buone prove individuali anche per Marsili e Galeotti, entrambi quinti rispettivamente sui 2000 siepi e i 100 piani.

Per inviare comunicati stampa, informazioni, tabellini e commenti delle gare, foto, richieste di preventivi sui servizi forniti o altro 346.6194740 (Whatsapp) o info@dilettantitoscana.it

Categoria: Atletica e podismo
153 views

Lascia un commento