Chi sarà il prossimo campione che passerà dai campi del Circolo Tennis Pontedera e dal Torneo Future Itf Città di Pontedera – Trofeo Devitalia allineatosi oggi alle semifinali? Il principale candidato tra i reduci dei quarti di finale è certamente Giulio Zeppieri, seconda testa di serie del tabellone del singolare, considerato una delle promesse più vivide del tennis italiano: il classe 2001 di Latina ha sconfitto il francese Maxime Chazal (non proprio l’ultimo arrivato, con undici titoli internazionali nel palmares tra cui quelli vinti nel 2019 a Vercelli e Most) con il punteggio di 6-4 6-7 7-6. Una prestazione commovente, una lotta di oltre tre ore e mezzo regalano a Zeppieri una meritatissima semifinale. Nel secondo set l’azzurrino annulla quattro set-point ma cede al tie-break: tuttavia nel parziale decisivo il suo impegno è premiato, con un prodigioso recupero dal 5-2 a favore di Chazal e il trionfo per 7-5 al tie-break.
Nonostante la sua storia piuttosto recente, il Future pontederese ha già accolto tennisti che nel giro di pochi anni sarebbero diventati campioni celeberrimi. Un nome su tutti, Stefanos Tsitsipas. Nel 2015 il giovanissimo greco, che in questa stagione ha raggiunto le semifinali agli Australian Open e la sesta posizione nel ranking mondiale, entrò grazie al successo negli internazionali di Santa Croce sull’Arno e si issò fino ai quarti di finale. Che dire anche di Lorenzo Sonego, presente alla prima edizione: partito dalle qualificazioni, il piemontese conquistò a Pontedera i primi punti Atp in assoluto della carriera, e da lì sarebbe volato verso le prime cinquanta posizioni al mondo e il trionfo, quest’anno, nel Torneo Atp 250 di Antalya. Gianluca Mager, Marco Trungelliti, Alexei Popyrin e Stefano Travaglia sono gli altri giocatori passati dai campi di Via Montevisi e giunti a ridosso o dentro le prime 100 posizioni del ranking mondiale. La speranza per i giovani Musetti (eliminato ieri) e Zeppieri è quella di figurare, un giorno non troppo lontano, in mezzo ad una lista così prestigiosa.
Altrettanto equilibrato è stato il secondo quarto di finale tra Giovanni Fonio e Gonzalo Villanueva: dopo essersi spartiti un set per parte e una terza frazione equilibratissima, si impone l’argentino, vincitore la scorsa settimana del torneo Itf di Gubbio, in due ore e trentuno minuti, e il ventunenne di Novara non riesce a dare seguito all’exploit contro il numero 1 Lorenzo Musetti. Dura invece pochi minuti la fatica di Enrico Dalla Valle: l’argentino Facundo Diaz Acosta è costretto al ritiro per infortunio sul punteggio di 2-1.
Domani sono in programma le semifinali del singolare e la finale di doppio, mentre l’atto conclusivo della sesta edizione del Trofeo Devitalia si terrà, a prescindere dalle condizioni meteorologiche, domenica 28 a partire dalle 15 con ingresso gratuito.

Foto Parri per sito ufficiale

Per inviare comunicati stampa, informazioni, tabellini e commenti delle gare, foto, richieste di preventivi sui servizi forniti o altro 346.6194740 (Whatsapp) o info@dilettantitoscana.it

Categoria: Tennis
552 views

Lascia un commento