Culmina con un altro esonero la settimana nera degli allenatori. Da lunedì a oggi, infatti, sono saltate panchine al Tuttocuoio (Infantino al posto di Scardigli), al Follonica Gavorrano (Indiani al posto di Bonuccelli) e al Lanciotto (via Pugliese, arriva Allori). A questi si aggiunge il tecnico della Cuoiopelli, Andrea Cipolli, che da ieri non ricopre più l’incarico tecnico alla guida della squadra biancorossa.
L’era Cipolli bis alla Cuoiopelli, è giunta infatti al capolinea. Il sonoro 5-0 con il Castelfiorentino ha lasciato il segno. Una sconfitta che si commenta da sola. Al termine della gara la posizione del tecnico è stata messa fortemente in discussione, l’esito della gara ha reso l’allenatore indifendibile.
È il congedo che nessuno voleva. Cipolli aveva riportato in Eccellenza la Cuoiopelli nel suo primo mandato nel 2014, era arrivato ad un passo dalla serie D due anni fa in una stagione maledetta dai calci di rigori, eliminazione in Coppa Italia con il San Miniato Basso, spareggio per la promozione perso a Castelfiorentino con il Sangimignano. Semifinale playoff persa con la Torres, apparsa nel doppio confronti di un’altra categoria rispetto ai biancorossi. Lo scorso anno in un campionato dominato dal Grosseto con il Fucecchio unica squadra in grado di tenergli testa, la Cuoio non è mai stata capace di tenere il passo delle due fuggitive.
Le esternazioni al termine del campionato da parte di Cipolli, che aveva dichiarato chiusa la sua seconda avventura alla Cuoiopelli, sembravano aver diviso le strade. I nuovi ingressi societari avevano valutato l’intero lavoro del tecnico nell’ultimo biennio grazie anche all’avallo del direttore sportivo Sandro Marcheschi.
Ora la Cuoio volta pagina: il nome del successore non è stato ancora formulato. Il lavoro settimanale è portato avanti dall’allenatore della juniores Alessandro Bellini. Il fatto che lunedì e martedì non ci fosse il nome del nuovo mister avalla l’ipotesi che la situazione sia precipitata proprio domenica al termine della debacle con il Castelfiorentino. Bocche ermeticamente chiuse per conoscere quale sia il successore sulla panchina bianco-rossa. Noi proviamo a fare delle ipotesi.
Per i loro trascorsi da calciatori in maglia biancorossa la scelta potrebbe cadere o su Carlo Caramelli, lo scorso anno allenatore in seconda al Gozzano, o su Maurizio Cerasa , vincitore della Promozione con la Pecciolese o su Massimo Macelloni. Un nome che spesso in passato è stato accostato alla Cuoio è quello di Armando Traversa, nella passata stagione al Forcoli in Promozione. Tra i tecnici che lo scorso anno hanno fatto una grande annata e ancora sono senza una panchina ci sono Alessio Bifini che ha portato in finalissima playoff per la serie D (persa con il Porto Sant’Elpidio) il Poggibonsi e Claudio Targetti, autore di una stagione da incorniciare con il Fucecchio, arresosi in semifinale playoff con il Valle del Tevere. È grande la voglia di rivalsa di quest’ultimo che non pensava dopo il campionato scorso di non essere confermato sulla panchina bianconera.

Per inviare comunicati stampa, informazioni, tabellini e commenti delle gare, foto, richieste di preventivi sui servizi forniti o altro 346.6194740 (Whatsapp) o info@dilettantitoscana.it

Categoria: Calcio dilettanti
151 views

Lascia un commento