La città di Fiesole ha presentato ufficialmente oggi a Casa Marchini Carrozza il circuito iridato che la renderà protagonista assoluta  dei prossimi mondiali di ciclismo su strada Toscana 2013. Fiesole, insieme alle  municipalità toscane di Lucca, Montecatini Terme e Pistoia, oltre che la protagonista Firenze, vivrà l’esperienza sportiva per eccellenza con l’organizzazione dei Mondiali.
“Uno sport  popolare e amatissimo come il ciclismo – che vive su strada, vicino alla gente – porterà anche nuovi servizi , arte , cultura, intrattenimento ed opere di restyling delle strade fiesolane”, commenta in una nota scritta il sindaco Fabio Incatasciato, assente oggi in conferenza stampa ma attento nel sottolineare la straordinarietà dell’evento mondiali di ciclismo. Gli fa eco il vicesindaco Giancarlo Gamannossi: “Ricordo ancora con emozione la presenza degli ispettori Uci che, nel 2010, perlustravano le nostre strade per testare la fattibilità dei mondiali sul nostro circuito. Ora che i mondiali sono una splendida realtà dobbiamo tutti, soprattutto i cittadini fiesolani, far sì che l’evento si trasformi in una festa dello sport e della civiltà. A breve sarà presentata l’App digitale, predisposta dal Comune di Fiesole, e un sito web dedicato ai mondiali, grazie ai quali si potranno rintracciare tutte le informazioni necessarie per vivere al meglio la rassegna iridata. Inoltre voglio ricordare che i numerosi  lavori stradali che, necessariamente procureranno qualche disagio sulle strade, lasceranno però in eredità manti stradali perfetti e una città ricca di migliorie”.
L’assessore allo sport Luciano Orsecci: “Al giro d’Italia 2013 la reazione dei fiesolani è stata di puro entusiasmo. Questa città, già inserita tra i 100 paesaggi rurali più belli del mondo, a settembre vivrà un’esperienza di sport memorabile che può essere trampolino di lancio per il ciclismo a Fiesole. Anche per questo l’assessorato allo sport ha predisposto una rassegna di eventi collaterali, in collaborazione con l’associazione sportiva Sportissimo Fiesole, che qualificheranno i mesi in avvicinamento al mondiale e animeranno l’estate sportiva della città”.
Anche l’assessore alla cultura Paolo Becattini ha dichiarato: “E’ impossibile non parlar di arte in questo mondiale, a partire dal logo creato dal maestro Alinari. Fiesole ha predisposto anche una serie di eventi e facilitazioni culturali: l’apertura dei musei cittadini extra orario, la mostra  dedicata al maestro Primo Conti (ospitata dal Museo Civico) e l’esposizione del manoscritto originale del genio futurista Vecchia bicicletta Nuova (datato 1975-1980). Infine un percorso estemporaneo sul tema Ciclismo e Cultura, con istallazioni itineranti per la città”.
Roberto Maggini, coordinatore del Col Fiesole aggiunge: “Ricordo anzitutto la figura di una grande fiorentina amante della bicicletta come la scienziata Margherita Hack, scomparsa domenica scorsa. Lei sarebbe stata felice di vedere la città invasa dalle due ruote. Come anche i cittadini dovrebbero leggere i Mondiali: qualche disagio ma molta festa e passione per lo sport, oltre che una ricaduta economica molto sostanziosa ed una visibilità per la città a livello planetario”. Chiude il direttore generale Claudio Rossi ricordando le figure di Gastone Nencini, oggi “presente” grazie alla figlia Elisabetta, dell’indimenticato ct Franco Ballerini e salutando Alfredo Martini, sempre in prima fila per i mondiali, oggi assente per motivi di salute. Infine Roberto Poggiali: ”Io sono un fiorentino Doc, nato all’ombra della Torre di Arnolfo. Per me Fiesole rappresentava una sfida con me stesso, la mia personale palestra di allenamento e il mio biglietto da visita quando, ai tempi in cui correvo come professionista al fianco di Moser e Gimondi, portavo l’immagine di Firenze nel Mondo. Mi auguro che a settembre la città torni protagonista”.

Per inviare comunicati stampa, informazioni, tabellini e commenti delle gare, foto, richieste di preventivi sui servizi forniti o altro 346.6194740 (Whatsapp) o info@dilettantitoscana.it

Categoria: Ciclismo, Firenze
61 views

Lascia un commento