piellelivornoCosa si prova a stare nel bel mezzo della classifica? Dovete chiederlo alla Pielle Livorno, che ha disputato un buon campionato fino a questo momento, senza in realtà eccellere, ma nemmeno deludere in maniera eccessiva. La quota retrocessione è certamente lontana, così come quella della promozione.

In tanti avevano scommesse sulla Pielle Livorno perché pensavano che potesse essere un anno ricco di grandissime soddisfazioni, anche se in realtà è stato un buon percorso nella Serie C Gold in Toscana. Per chi volesse comunque scommettere sulle ultime partite della Pielle Livorno oppure, in generale, sul mondo del basket, ci sono numerose piattaforme adatte a tale scopo. Su questo sito si possono trovare tutta una serie di pronostici che possono tornare decisamente utili anche e soprattutto per chi è alle prime armi con questo mondo. Conoscere tanti dati e statistiche è fondamentale per poter piazzare delle puntate e portarsi a casa delle ottime vincite.

12 vittorie e 8 sconfitte il bottino fino ad ora

Anche se attualmente l’emergenza Coronavirus ha, di fatto, sospeso tutti i campionati, l’ultimo match giocato dalla Pielle Livorno è stato quello dello scorso 5 marzo, con la sconfitta patita tra le mura amiche contro l’Olimpia Legnaia, con il punteggio, piuttosto netto e che non lascia sconti, di 64-79.

Nella giornata precedente, era arrivata un’ottima vittoria nei confronti della Virtus Siena, con Livorno che l’ha spuntata con il punteggio di 71-65. Uno dei pregi della Pielle Livorno è sicuramente l’ottima predisposizione offensiva: ne è la perfetta dimostrazione il dato relativo ai punti di media segnati a partita, che scollinano oltre quota 76. Un bottino davvero niente male, anche se ci sono chiaramente squadre che hanno saputo fare meglio.

Livorno tira con un ottimo 50% da due punti, prendendosi tutto sommato una discreta quantità di tiri (oltre i 40 quelli tentati a partita), tirando molto bene anche da tre punti, visto che le percentuali si attestano su un notevole 33%, con sette canestri a partita sugli oltre 21 tiri tentati. Una percentuale piuttosto deficitaria quella dei viaggi in lunetta, dal momento che la Pielle tira i liberi con il 68%, frutto del 14 su 21 di media.

Buoni anche i dati sui rimbalzi, anche se non sono chiaramente eccezionali. Serve migliorare anche da questo punto di vista, dal momento che una maggiore fisicità e un più alto tasso di aggressività nell’andare a rimbalzo comporta senz’altro la possibilità di sfruttare un buon numero di secondi possessi e altre chance per lottare per la vittoria finale, in modo particolare nei finali punto a punto.

Un stop utile anche per recuperare Dell’Agnello

Tra i migliori realizzatori della squadra livornese troviamo sicuramente Tommaso dell’Agnello e Filippo Magni, due che hanno tranquillamente nelle mani ben più di una decina di punti di media a partita. Proprio il primo, prima che i campionati venissero sospesi, aveva già dovuto fare i conti con la sfortuna, visto che era stato costretto a interrompere l’attività sportiva e a stare fermo circa una ventina di giorni.

Il periodo di stop forzato imposto dalle autorità italiane, però, permetterà a Dell’Agnello di recuperare senza troppi problemi all’infortunio al ginocchio. Una pausa che sarà utile per fare in modo che il problema al ginocchio scompaia una volta per tutte e che l’arto possa guarire dopo l’intenso trauma che si era verificata durante una delle partite di ottobre.

Dell’Agnello, infatti, fino ad ora, si era sottoposto ad un gran numero di terapie mediche, ma il dolore continuava a ripresentarsi e a influenzare in maniera negativa le prestazioni del playmaker. Quindi, Dell’Agnello, rispettando le indicazioni dello staff medico, ha seguito un preciso lavoro di potenziamento sia sotto il profilo rieducativo che terapico, in maniera tale da rinforzare adeguatamente il ginocchio.

Per inviare comunicati stampa, informazioni, tabellini e commenti delle gare, foto, richieste di preventivi sui servizi forniti o altro 346.6194740 (Whatsapp) o info@dilettantitoscana.it

Categoria: Basket
302 views

Lascia un commento