Il Limite e Capraia sta progressivamente riprendendo la propria attività, anche se, nonostante il coronavirus, la chiusura imposta e il divieto di praticare sport al campo Cecchi la società ha sempre continuato a progettare e pianificare il futuro pensando a come ripartire, alla crescita futura ma soprattutto, in questa fase, al mantenimento dell’esistente e alla valorizzazione delle strutture.

In attesa di notizie ufficiali, quel che è certo è che gli eventi sportivi ufficiali sono sospesi fino al 14 giugno, in base all’ultimo decreto del governo del 17 maggio scorso. In ogni caso, anche successivamente a tale data, si dà per assodato il fatto che la stagione regolare, i campionati, ma anche i tornei primaverili ed estivi non riprendano e che se ne riparli soltanto a settembre, in vista dell’inizio dell’annata 2020/2021.

Per la società giallorossa, il blocco imposto ha provocato, come per la pressochè totalità delle società sportive, perdite economiche importanti, legate principalmente, nel caso specifico, all’annullamento e rinvio di importanti tornei di caratura internazionale a cui tutto il club lavorava da mesi. Oltre al torneo nel periodo di Pasqua, molto atteso, si tratta dei tornei del centenario, che si sarebbero dovuti tenere tra il 1 e 2 giugno e e il 6, 7, 8 e 9 giugno, compreso il torneo internazionale Città di Limite e Capraia.

I tornei in questione, che negli anni scorsi hanno ottenuto molto successo e importanti riconoscimenti nel panorama calcistico giovanile, considerando le numerose squadre professionistiche anche straniere partecipanti, muovono molte persone tra giocatori, famiglie, accompagnatori, tecnici, e ne trae giovamento l’intero territorio di Capraia e Limite e non solo, basti pensare ai pernottamenti nelle strutture locali.

In queste settimane, la società ha lavorato per sistemare e migliorare i campi da gioco, con la carotatura e la semina, per la prima volta, del campo sussidiario realizzato nell’area del Cecchi vicina alla Taverna de’Meli, e la nuova semina e carotatura del manto erboso del campo principale, così da avere due specchi verdi pronti per quando sarà possibile riprendere a allenarsi e giocare.

Per il mese di giugno, del resto, la società sta lavorando all’organizzazione dei centri estivi Koala Sun Play Camp. A breve saranno forniti ulteriori dettagli sui costi e le modalità di iscrizione di quella che può essere realmente un’esperienza sportiva e di crescita formativa umana di rilievo. Per informazioni è possibile telefonare al 340.8956559.

“La società ha deciso, nel momento della chiusura per Covid – commenta il vicepresidente Alessio Michelucci – di non perdersi d’animo, continuare a portare avanti il progetto iniziale di migliorare le strutture e, grazie a queste e alla collaborazione di educatori preparati e professionali, di far crescere i nostri ragazzi e la nostra società a livelli importanti nel settore giovanile. Posso dire che non è stato facile ma siamo veramente contenti e pronti a ripartire più carichi di quando ci siamo fermati. Tra l’altro, siamo in attesa anche di un’ altra importante conferma: il ritorno da parte di una delle nostre squadre nel campionato regionale grazie alla vittoria del campionato giovanissimi che a breve dovrebbe essere ratificata e allora potremo veramente fare una grande festa”.

 

Per inviare comunicati stampa, informazioni, tabellini e commenti delle gare, foto, richieste di preventivi sui servizi forniti o altro 346.6194740 (Whatsapp) o info@dilettantitoscana.it

Categoria: Calcio giovanile
338 views

Lascia un commento