Tra le squadre che si sono maggiormente rinforzate figura anche il Cascina. Non fa proclami il suo direttore sportivo Luca Scaramuzzino, non vuole uscire allo scoperto, tiene un profilo basso che riflette il suo modo di essere. Lo capisci subito, appena provi ad imbeccarlo facendogli presente quanto questa squadra sia valida.

“Abbiamo cambiato tanto. Siamo contenti delle operazioni che abbiamo portato a termine. Sarà un campionato difficile e noi vogliamo essere all’altezza”.

Di chi lo vuol vincere?
“Sicuramente vogliamo migliorare, nella passata stagione ci siamo consolidati in questa categoria. Poi sarà il campo a dire se avremo fatto meglio”.

Non c’è un reparto che non sia stato ritoccato. Partiamo da quello arretrato.
“Fatticcioni sarà il nostro nuovo capitano e insieme a Giari ha formato e costituisce la nostra coppia centrale. E’ arrivato Cela dal Corneto Tarquinia un giocatore importante per la categoria che tutti conoscono per averlo visto giocare nella Massese. Borgia e Materazzi con le quote ad occuparsi delle corsie laterali”.

Si ipotizza uno schieramento a tre.
“Ipoteticamente sì. Il nostro allenatore Luca Polzella lo scorso anno ha adottato questa difesa ma è anche elastico nel proporre un altro sistema di gioco. In un reparto dopo abbiamo anche Puleo costretto ai box nella passata stagione da un infortunio”.

Un poker di nuovi arrivi anche a metà campo.
“Abbiamo confermato Naldini e Castellacci. E’ arrivato De Pasquale un giocatore con caratteristiche offensive. Scaramelli non ha difficoltà a ricoprire il ruolo di mezzala o di esterno, in un reparto completato dai ragazzi in quota Gargini, Pini e Barlettai”.

L’ex Real Forte, Falchini a far coppia con Folegnani. Potrebbe essere così il Cascina 20-21.
“E se esplodesse Colombini, un ragazzo che lo scorso anno ha realizzato 12 gol con la Bellaria Cappuccini?”

Disegnato così è un 3-5-2.
“È la squadra che abbiamo costruito basandoci sul modulo”.

In sede di mercato, la trattativa più facile?
“Falchini, un’operazione andata in porto in due giorni. Lui aveva proposte importanti anche dalla categoria superiore, per portarlo a Cascina abbiamo fatto un’offerta congrua”.

Che non ha potuto rifiutare
“C’è stato un aspetto che è risultato decisivo. Polzella lo aveva già allenato a Rosignano in Serie D. La reciproca conoscenza ha determinato l’operazione, la sua è stata una scelta di vita”.

E l’operazione più complicata?
“Portare Matteo Borgia, anche a lui le richieste non mancavano, c’erano piazze importante che si erano interessate. Se è arrivato qui decisiva è stata la determinazione del presidente Sisti nel farlo sentire importante”.

Sisti e Scaramuzzino oggi. Un ventennio fa c’erano Stefano Tognozzi come direttore sportivo, Franco Paternesi come direttore generale e Giuseppe Mancini come presidente. Sono stati i momenti più alti del calcio a Cascina in serie D e Eccellenza.

Cinque persone che non sono cascinesi. C’è una spiegazione?
“La collocazione del territorio incide. Cascina è un comune con 22 frazioni con località che hanno tante squadre. Poi c’è il Pisa a due passi e il pubblico te lo porta via. È il rovescio della medaglia di una piazza dove puoi far bene e non ci sono pressioni. Il compito di fare avvicinare la gente alla squadra tocca a noi, noi dobbiamo invogliarli. Il nostro intento è di provare a crescere e attirare le persone. Come ha fatto la nostra amministrazione comunale nei nostri confronti. Il sindaco Dario Rollo e l’assessore allo sport Leonardo Cosentini che si sono sempre interessati alle nostre sorti”.

Nel periodo invernale è stato più arduo superare gli avversari giocando sul vostro campo.
“L’impianto del Simone Redini è bello. Peccato per il terreno di gioco. Lo scorso anno c’ha penalizzato costringendosi a giocare una gara a Peccioli e una a San Giuliano Terme. A luglio l’amministrazione comunale e l’Atletico Cascina la società del settore giovanile che ha in gestione gli impianti sono intervenute per migliore le condizioni del terreno di gioco”.

Non sono stati ancora ufficializzati i gironi, cosa vi aspettate.
“Attendiamo i ripescaggi. Io penso che sarà il girone della FI-PI-LI. Da Piombino per arrivare a Certaldo passando da Castelfiorentino con dentro le pisane”.

Chi sono le favorite?
“Il Fratres Perignano è la candidata numero uno al successo finale. San Miniato e Cenaia hanno allestito buone squadre. Ma in generale lo vedo combattuto. Sono arrivate squadre di tradizione come Ponsacco e Tuttocuoio. Mi immagino un girone con squadre attrezzate e blasonate”.

Si pensava che le squadre avessero fatto una campagna acquisti meno sontuosa per le difficoltà nel reperire le risorse dopo il Covid. Ma sembra che la pandemia abbia scatenato una reazione opposta. In sostanza tutte si sono rafforzate.
“Può darsi che il confinamento nelle mura domestiche e non oltre il proprio comune abbia prodotto l’effetto contrario. Un entusiasmo che forse non era pronosticabile”.

Basterà percorrere la FI-PI-LI per Scaramuzzino per essere dentro il girone d’Eccellenza. Ci metteremo alla guida e staremo a vedere.

La rosa

Portieri: Flavio Banti classe 2002, Alessandro Bianchi classe 2001 dal Pontedera, Alessio Gambini classe 2001

Difensori: Alessio Fatticcioni, Alessandro Cela dal Corneto Tarquinia, Matteo Giari, Daniele Puleo, Lorenzo Nannetti classe 2003 dal Giovanile Fucecchio, Matteo Borgia dal Ghivizzanoborgoamozzano, Giulio Materazzi classe 2000 dalla Massese, Matteo Barsotti classe 2002

Centrocampisti: Giorgio Naldini, Thomas Castellacci, Mattia De pasquale dal Corneto Tarquinia, Giorgio Gargini classe 2002 dal Pisa lo scorso anno alla Cuoiopelli, Gianmarco Pini classe 2002 dal Livorno lo scorso anno al Real Forte Querceta, Iacopo Barlettai classe 2001 dal Gavorrano, Matteo Scaramelli

Attaccanti: Gabriele Falchini dal Real Forte Querceta, Gabriel Folegnani, Nicolò Colombini classe 2000 fine prestito dalla Bellaria Cappuccini

Aggregati: Paolo Martinelli classe 2001, Gabriele Micheletti classe 2001, Matteo Anichini classe 2001

Staff tecnico

Allenatore: Luca Polzella

Allenatore in seconda: Mirko Graziani

Preparatore portieri: Cristian Malvolti

Massaggiatore: Gabriele Bandelli

Magazziniere: Roberto Nardini

Organigramma societario

Presidente: Valerio Sisti

Vicepresidente: Nicola Blunetti

Consiglieri: Antonio Gatto, Francesco Roviezzo, Francesco Puliti

Direttore sportivo: Luca Scaramuzzino

Addetto Stampa: Romina Orsini

Segretario: Fabio Guerra

Amichevoli

5 settembre Cascina – Primavera Pisa alle 16

9 settembre Tirrenia – Cascina alle 19 a Arena Metato

12 settembre da definire

16 settembre Real Forte Querceta – Cascina alle 17 a Forte dei Marmi

Per inviare comunicati stampa, informazioni, tabellini e commenti delle gare, foto, richieste di preventivi sui servizi forniti o altro 346.6194740 (Whatsapp) o info@dilettantitoscana.it

Categoria: Eccellenza
276 views

Lascia un commento