Cercare di comprare una casa è “un gioco impossibile da vincere”

fonte dell’immagine, Nathan Wilkins

  • autore, Natalie Sherman
  • azione, Corrispondente d’affari, BBC News

Quando Nathan Wilkins è tornato nel 2019 con sua madre e sua sorella, sperava che questo lo avrebbe aiutato a risparmiare denaro per comprare una casa.

Ma negli anni successivi, il mercato immobiliare statunitense è stato trasformato dall’aumento degli affitti, dall’aumento dei prezzi delle case e dai massicci aumenti dei tassi ipotecari, rendendo la proprietà di una casa ancora più impossibile.

Il perito assicurativo 32enne dello Utah afferma che lei e sua sorella stanno guadagnando più soldi che mai. Ma spendere 2.500 dollari (£ 1.960) al mese per l’affitto non lascia molto da spendere.

“È come se stessi giocando a un gioco che non puoi vincere”, dice. “Il fatto che ci stiano scontando un prezzo mi fa venir voglia di vomitare.”

Tali frustrazioni si stanno diffondendo, alimentando il malcontento e contribuendo a un diffuso pessimismo sull’economia americana in vista delle imminenti elezioni del Paese.

IL Prezzo medio di vendita della casa È aumentato di quasi il 30% dalla fine del 2019 negli Stati Uniti, raggiungendo i 420.000 dollari questa primavera.

E ciò non tiene conto dei costi aggiuntivi derivanti dai tassi di interesse più elevati, che ora sono circa il 7% per un mutuo a tasso fisso di 30 anni comune negli Stati Uniti, che era del 3% nel 2020.

Secondo le società di ricerca, gli acquirenti di case di oggi hanno bisogno di un reddito annuo superiore a 100.000 dollari – rispetto alla media nazionale delle famiglie di oltre 75.000 dollari – per permettersi una casa nella maggior parte degli Stati Uniti. Zillow E Tasso bancario Dillo e affronta i pagamenti mensili Circa raddoppiato In soli quattro anni.

fonte dell’immagine, Belle foto

didascalia dell’immagine, Megan Holder (a destra) e sua moglie Sonya fuori dalla loro nuova casa a Columbus, Ohio

“Mi fa piangere un po’”, dice Megan Holder, che ha iniziato ad acquistare ad Austin, in Texas, nel 2019, quando le banche le hanno offerto un tasso fisso trentennale di circa il 4,75%.

Lui e sua moglie hanno finalmente comprato una casa quest’anno, ma solo dopo aver accettato una tariffa del 6,625% e essersi trasferiti 1.200 miglia a nord verso Columbus, Ohio, una località che aveva scelto da un foglio di calcolo che aveva creato con un budget limitato.

“Un trentenne che ha cambiato lavoro dal settore pubblico a quello privato per creare accessibilità ha superato quello che abbiamo considerato negli ultimi cinque anni.

“Abbiamo spostato le montagne per renderlo possibile.

“Sono sempre grata che possiamo permettercelo. So che molte persone non possono”, aggiunge.

Il 40,1% degli affittuari spera un giorno di possedere una casa Riserva Federale di New YorkLa quota è la più piccola da quando la banca ha iniziato a chiedere agli inquilini nel 2014.

Anche i proprietari di case, i cui mutui a lungo termine li proteggono dall’impatto finanziario immediato e beneficiano dell’aumento del valore delle proprietà, Ditelo ai sondaggisti I cambiamenti nel mercato sono fonte di preoccupazione, poiché aumentano le tasse sulla proprietà e i costi assicurativi, riducendo l’accessibilità economica.

UN Un recente sondaggio Harris Oltre il 70% degli americani ritiene che il mercato peggiorerà.

fonte dell’immagine, Belle foto

La questione alimenta le preoccupazioni diffuse sull’aumento del costo della vita, che è destinato ad aumentare del 20% a partire dal 2021.

Si tratta di una delle maggiori sfide che deve affrontare il presidente Joe Biden, il cui mandato in carica ha coinciso con una svolta nel mercato immobiliare e che ha ricevuto valutazioni negative per la sua gestione dell’economia alle elezioni nazionali.

Lo sfidante Donald Trump ha cercato di incolpare Biden per l’inflazione e, anche se di solito non parla specificatamente del settore immobiliare, mette regolarmente in risalto i tassi di interesse “alle stelle” per sostenere che l’economia sta andando nella direzione sbagliata.

Negli ultimi mesi, la Casa Bianca ha cercato di rispondere alle preoccupazioni sull’accessibilità economica, offrendo programmi come regole per limitare i costi di chiusura e un credito d’imposta di 10.000 dollari per chi acquista una casa per la prima volta.

Segna un cambiamento di tono dopo anni in cui ci si è concentrati sulla forza dell’economia, compresa la bassa disoccupazione. Ma poiché Biden ha poche leve immediate da agire, non è chiaro che gli sforzi abbiano una risonanza.

Il suo sostegno si è eroso, soprattutto tra i giovani: la sua affluenza record nel 2020 ha contribuito a spingerlo alla carica. Gli elettori di questo gruppo demografico hanno meno probabilità di possedere una casa e spesso considerano l’accessibilità economica degli alloggi una delle principali preoccupazioni.

“Non ho visto nessun sito che cerchi intenzionalmente qualcuno come chi compra una casa per la prima volta, volendo alleviare il suo dolore”, dice Brayden Dougherty, 30 anni, della Florida. per tre anni.

Nonostante un’eredità di 50.000 dollari, nessun debito e un lavoro dignitoso, lui e sua moglie non riuscivano a trovare un bilocale a un prezzo accessibile vicino alle loro famiglie nella zona di Orlando.

Il problema dell’accessibilità degli alloggi è troppo grande per incolpare un singolo politico o partito, ma la mancanza di soluzioni ha contribuito alla sua più ampia frustrazione politica, dice. Non è chiaro come voterà a novembre.

“Sono stanco”, dice. “La casa è parte di questo.”

La crescente protesta ha aumentato la pressione sulla Federal Reserve americana affinché tagli i tassi di interesse per fornire sollievo, una mossa che il presidente della Federal Reserve Jerome Powell ha detto potrebbe essere ad un certo punto.

Ma le aspettative secondo cui un taglio all’inizio di quest’anno avrebbe contribuito a migliorare l’umore del paese sono state gradualmente ridimensionate. Detto questo, i progressi nella riduzione dell’inflazione – che ad aprile era pari al 3,4%, ancora al di sopra dell’obiettivo della banca del 2% – potrebbero subire un rallentamento.

fonte dell’immagine, Julia Mognatkina (JM Photos Inc.)

didascalia dell’immagine, La stessa Mimi e suo marito sono tra le vittime dell’aumento dei tassi di interesse di quest’anno

Mimi Tan, 29 anni, che ha recentemente acquistato un appartamento con tre camere da letto nella zona di Boston, nel Massachusetts, dice che lei e suo marito stanno sostenendo circa 200 dollari in più in spese mensili rispetto a quando avevano ottenuto la pre-approvazione per un prestito a marzo.

Quindi non bloccano il tasso e, inconsapevolmente, i costi di finanziamento possono cambiare in modo significativo. Quando sono tornati dal creditore in aprile dopo aver fatto l’offerta, il tasso di interesse offerto era passato dal 6,5% al ​​6,9%.

Spera che le permettano di rifinanziarsi entro la fine dell’anno.

“Controllo i tassi con gli interessi”, dice.

Molti analisti ritengono che sia solo questione di tempo prima che l’inflazione si allenti, aprendo la strada a un taglio.

I rapporti delle aziende private mostrano che gli aumenti degli affitti – che svolgono un ruolo importante nei calcoli dell’inflazione negli Stati Uniti – si stanno raffreddando rispetto al ritmo più rapido della pandemia a fronte di un aumento dell’offerta di appartamenti.

Con l’aumento dei salari, l’aumento delle nuove case in costruzione e il lento aumento degli affitti e dei prezzi delle case, vede anche un allentamento delle sfide in termini di accessibilità nonostante l’assenza di elezioni a novembre, afferma Orphe Divounguy, economista senior del sito immobiliare Zillow.

fonte dell’immagine, Belle foto

didascalia dell’immagine, La costruzione di nuove case è aumentata in modo significativo rispetto ai livelli pre-pandemia, ma l’offerta è ancora inferiore alla domanda

“Si risolve da solo”, dice. “Naturalmente abbiamo ancora molta strada da fare, ma stiamo vedendo alcuni progressi e penso che ne vedremo altri.”

Ma c’è una visione più oscura.

Poiché sempre più persone vengono costrette ad abbandonare la proprietà della casa, i canoni di locazione potrebbero mostrare maggiore elasticità del previsto, spingendo verso l’alto l’inflazione.

Se i tassi ipotecari non scendono in modo significativo, la variazione dei costi di finanziamento potrebbe agire come un vincolo a lungo termine sull’offerta, poiché i costruttori si ritirano e i proprietari di case che hanno garantito mutui si spostano quando i tassi sono bassi.

Bryden, originario della Florida, non vede alcuna soluzione facile da parte della banca centrale, che teme abbia contribuito a plasmare l’attuale crisi consentendo ai tassi di rimanere insolitamente bassi nel decennio successivo alla crisi finanziaria del 2008.

“Non importa cosa succede – se rilanciano, abbassano o tengono – sento che il prossimo decennio sarà duro per la maggior parte delle persone, qualunque cosa accada”, dice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *