Iam Tongi, vincitore del primo premio “American Idol” delle isole del Pacifico, incoraggia gli hawaiani

Iam Tongi, uno studente delle superiori la cui chitarra si è rotta a metà stagione, è diventato il primo hawaiano e isolano del Pacifico a vincere “American Idol”, attirando l’attenzione nazionale sulla cultura dell’isola e scatenando un’ondata di festeggiamenti locali.

“Le Hawaii sono una comunità molto unita, quindi quando vediamo qualcuno che cerca di vincere, molti di noi applaudono dalla privacy dei nostri salotti e fanno più rumore possibile”, ha detto Roman de Peralta. e Kolohe Kai, un cantautore di una band hawaiana locale, ha eseguito Tonki nel finale della stagione 21. “Ha tirato i cuori non solo delle Hawaii, ma del mondo intero”.

Il suo successo con i concerti locali e le celebrazioni scolastiche è particolarmente raro, poiché i cantanti country tipicamente dominano “Idol” e altri concorsi di canto di realtà. Uno dei preferiti dai fan, 18 anni La cantante cristiana di Kahuku, Hawaii, ha attraversato i generi con la sua esibizione finale al top di Meghan Daniel.

Le canzoni che Donkey ha eseguito domenica sera sono state dedicate al suo defunto padre, morto per insufficienza renale pochi mesi prima che Donkey facesse il provino per lo spettacolo. Ha coperto “Remember Us” dell’artista di musica country ed ex giudice di “Idol” Keith Urban. Ha rivisitato “Monsters” di James Blunt. Controllo del virus, questa volta cantando un duetto con il cantante pop britannico della canzone. E ha cantato la sua canzone originale “I’ll See You”. “Andato ma il tuo amore / È tutto ciò che resta / Mi alzerò in piedi / Sarai tra le mie braccia”, cantava Ciuchino.

READ  5 morti nell'incidente con un'ambulanza aerea della diligenza del Nevada: NPR

I ricordi di Donkey di suo padre lo perseguitano per tutta la stagione. Ha promesso a suo padre prima della sua morte che avrebbe sempre suonato la chitarra che gli aveva regalato. A metà stagione, lo strumento si è rotto e Tongi ha dovuto cantare “Bring It On Home To Me” di Sam Cooke.

“È stato un segno che mio padre mi ha dato che potevo farcela da solo”, disse in seguito Donkey in “Live with Kelly and Mark”.

Molte delle canzoni che Donkey ha eseguito sul palco erano melodie che è cresciuto cantando con suo padre, e ha detto che sente ancora la musica di suo padre nella sua testa.

Il vincitore di “American Idol” non è una sorpresa. C’è una ragione per questo.

Nel 2009, Tongi è rimasto fedele alle sue radici hawaiane eseguendo il successo di Kolohe Kai “Cool Down” nelle isole. De Peralta si è detto onorato e onorato di vederlo.

“Sono eccitato ora!” De Peralta ha scritto insieme al video che ha pubblicato su Instagram.

Lo studente delle superiori ha ricevuto elogi dal governo delle Hawaii, incluso il governatore Josh Green (D), che ha pubblicato un selfie con il musicista e ha scritto in una dichiarazione:

“Ha rappresentato il nostro stato con grazia, umiltà e, naturalmente, con il suo straordinario talento. Congratulazioni a Iam, a tutto il suo ‘ohana e alla sua bellissima città natale di Kahuku”.

“American Idol” è stato presentato per la prima volta nel 2002 e rimane uno degli spettacoli più popolari del paese, anche se i suoi ascolti sono crollati. Secondo Deadline, circa 5,6 milioni di spettatori si sono sintonizzati per il finale dello scorso anno. Le valutazioni per lo spettacolo di domenica non erano immediatamente disponibili.

READ  Alcuni stati del Midwest potrebbero vedere l'aurora boreale la prossima settimana - NBC Chicago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *