Il governatore del Montana ha vietato TikTok nello stato

Mercoledì il governatore del Montana Greg Gianforte ha firmato un disegno di legge che vieta a TikTok di operare all’interno dello stato, il divieto di app più radicale del paese e che sarà contestato in tribunale. Il divieto entrerà in vigore dal 1° gennaio.

“Oggi, il Montana sta intraprendendo l’azione più decisiva di qualsiasi stato per proteggere i dati privati ​​e le informazioni personali sensibili del Montana dal Partito Comunista Cinese”, ha dichiarato il repubblicano Mr. Gianforte ha detto in un comunicato stampa.

La legislatura del Montana ha introdotto il disegno di legge a febbraio, portando a mesi di dibattito. Il piano, che interessa gli utenti quotidiani della popolare app di video in formato breve, ha aumentato in modo significativo la corsa nazionale a vietare TikTok sui dispositivi governativi sulla base delle preoccupazioni sulla proprietà dell’azienda della società cinese ByteDance. La battaglia sul disegno di legge, che si è svolta negli ultimi mesi, ha offerto un assaggio di ciò che gli Stati Uniti potrebbero affrontare a livello nazionale se i legislatori o la Casa Bianca tentassero di vietare TikTok a livello nazionale.

TikTok, che afferma di avere 7.000 dipendenti negli Stati Uniti, ha lottato per mesi nello stato. Ha pubblicato annunci con piccole imprese del Montana che utilizzano TikTok e ha inviato agli utenti e-mail pre-scritte chiedendo al signor Trump della loro opposizione al disegno di legge. Contatta Gianforte.

La legge vieta agli app store mobili gestiti da Apple e Google di offrire TikTok all’interno dello stato. Un gruppo commerciale finanziato da Apple e Google ha affermato nei mesi scorsi che l’accesso a TikTok non può essere bloccato in un singolo stato.

READ  Con l'avvicinarsi del voto sul tetto dei mutui, Biden aumenta le speranze di sostegno del GOP ai Democratici, McCarthy

“Il governatore Gianforte ha firmato un disegno di legge che viola i diritti del Primo Emendamento dei Montanani vietando illegalmente TikTok, una piattaforma che dà potere a centinaia di migliaia di persone in tutto lo stato”, ha dichiarato in una nota la portavoce di TikTok Brooke Oberwetter. Mentre continuiamo a lavorare per proteggere i diritti dei nostri utenti all’interno e all’esterno del Montana, l’app può continuare a essere utilizzata”, ha aggiunto.

Secondo la legge, TikTok potrebbe essere multato se continua a funzionare nello stato, se Apple e Google consentono alle persone di scaricare l’app.

Apple e Google non hanno risposto immediatamente alle richieste di commento.

La battaglia è scoppiata nel Montana durante un intenso controllo a livello nazionale su TikTok, che ha più di 150 milioni di utenti statunitensi. I legislatori e i funzionari dell’intelligence hanno affermato che TikTok, a causa della sua proprietà, potrebbe mettere i dati sensibili degli utenti nelle mani del governo cinese, indicando leggi che consentono a Pechino di richiedere segretamente dati a società e cittadini cinesi per la raccolta di informazioni.

Temono anche che l’app, particolarmente popolare tra gli adolescenti e gli under 20, possa essere utilizzata per scopi propagandistici. L’amministratore delegato di TikTok, Show Xiu, è stato interrogato dal Congresso per quasi cinque ore in un’udienza di marzo che si è concentrata principalmente sulla proprietà cinese dell’app.

TikTok afferma di non aver ricevuto né fornito dati di utenti statunitensi al governo cinese. La società ha proposto un piano dettagliato per operare negli Stati Uniti, che dovrebbe affrontare i problemi di sicurezza nazionale e i timori di disinformazione, ma il piano deve ancora essere approvato dall’amministrazione Biden, lasciando TikTok e il suo futuro nel limbo.

READ  Il Consiglio di Sicurezza dell’ONU ha approvato una risoluzione che chiede il cessate il fuoco a Gaza

I gruppi di libertà di parola hanno risposto rapidamente al divieto del Montana. L’American Civil Liberties Union ha affermato mercoledì che la legge “viola il primo emendamento”.

“Il governo non può imporre un divieto totale su una piattaforma di comunicazione come TikTok a meno che non sia necessario per prevenire danni gravi e immediati alla sicurezza nazionale”, ha affermato il gruppo in una nota. “Ma non ci sono prove pubbliche di danno che soddisfino l’alto livello fissato dalle Costituzioni degli Stati Uniti e del Montana, e se ci fossero, il divieto totale non sarebbe l’unico modo per affrontare tale danno”.

Il disegno di legge del Montana afferma che il divieto non si applicherebbe se TikTok fosse acquisito o venduto da una società priva di personalità giuridica in un paese “designato come nemico straniero”.

David McCabe Rapporto contribuito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *