Il sole sorge sulle spiagge della Normandia nell’ottantesimo anniversario del D-Day

UTAH BEACH, Francia (AP) – Mentre il sole tramonta La generazione del D-DayÈ risorto sulle spiagge della Normandia dove i soldati morirono combattendo esattamente 80 anni fa giovedì. In Ucraina.

Un numero sempre in diminuzione Veterani della seconda guerra mondiale I pellegrini tornarono in Francia e l’aggressione su vasta scala della Russia contro l’Ucraina distrusse ogni speranza. Vita e città Per non essere sprecato di nuovo in Europa, il 6 giugno 1944, 80 anni dopo, rappresenta gli anniversari sempre toccanti dello sbarco alleato.

Ora i veterani di fine secolo stanno rivisitando vecchi ricordi I compagni caduti furono sepolti nei cimiteri della NormandiaIl presidente ucraino Volodymyr Zelenskyj partecipa alla cerimonia di commemorazione del D-Day con i leader mondiali — Compreso il presidente degli Stati Uniti Joe Biden I sostenitori della lotta dell’Ucraina contro l’aggressione russa confondono inevitabilmente il triste passato della Seconda Guerra Mondiale con il presente pieno di Giove.

Quasi ottant’anni dopo che le forze alleate sbarcarono sotto il fuoco su cinque spiagge dai nomi in codice: Utah, Omaha, Gold, Juneau e Sword, gli alleati si uniranno nuovamente dietro l’Ucraina nel Giorno della Memoria. – e la Francia, che ospita la Russia, alleata della Seconda Guerra Mondiale, non ha invitato. Ha citato la “guerra di aggressione della Russia contro l’Ucraina nelle ultime settimane”.

Con i morti e i feriti stimati in centinaia di migliaia da entrambe le parti in Ucraina, la commemorazione Morirono più di 4.400 alleati D-Day e molte decine di migliaia, compreso il pubblico franceseLe persone uccise nella battaglia di Normandia sono preoccupate Le lezioni della Seconda Guerra Mondiale si stanno perdendo.

READ  Anthony Davis, Lakers Warriors si porta in vantaggio per 1-0 nella serie

“Ci sono cose per cui vale la pena lottare”, ha detto il veterano della Seconda Guerra Mondiale Walter Stitt, che ha compiuto 100 anni a luglio quando ha visitato Omaha Beach questa settimana dopo aver combattuto nei carri armati. “Vorrei che ci fosse un’alternativa al tentativo di uccidersi a vicenda.”

“Lo impareremo uno di questi giorni, ma non ci sarò”, ha detto.

Rendendosi conto che i principali anniversari del D-Day saranno presto senza veterani della Seconda Guerra Mondiale, le celebrazioni dell’80° anniversario in Normandia sono gremite di appassionati e turisti in uniforme e che viaggiano su veicoli d’epoca.

“È un evento storico e dobbiamo ricordare i sacrifici di tutti coloro che ci hanno dato la libertà”, ha detto Becky Crabbets, residente in Florida in Gran Bretagna, il cui nonno prestò servizio nell’esercito britannico durante la seconda guerra mondiale e fu catturato a Malta.

“Tutto quello che è successo qui ti fa venire la pelle d’oca. Immagina di tuffarti nell’acqua, fa un freddo gelido”, ha detto la 54enne mentre guardava oltre il Canale della Manica, con le lacrime agli occhi. “Il coraggio, il coraggio, è incredibile che le persone lo stiano affrontando – è molto umiliante essere qui.”

Era tra la folla che si estendeva per diversi chilometri (miglia) lungo Utah Beach, a ovest delle spiagge del D-Day.

In un luogo tranquillo, lontano dalle cerimonie ufficiali, il francese Christophe Receiver ha reso il suo tributo, issando una bandiera americana acquistata durante un viaggio in Pennsylvania per onorare coloro che morirono nel D-Day.

“Dimenticarli significa lasciarli morire di nuovo”, ha detto il 57enne, mentre lui e sua figlia Julie trasformavano la bandiera in un triangolo stretto, dicendo coloro che ora muoiono in Ucraina combattendo contro gli invasori russi. Anche l’esercito aveva in mente.

READ  La donna australiana scomparsa sopravvive a 5 giorni di alcol e caramelle nella boscaglia: NPR

“Tutte queste truppe sono venute per un’ideologia – democrazia, libertà – per liberare un paese che ora è sotto forte pressione”, ha detto.

L’ambiente della fiera, con le jeep e i camion della Seconda Guerra Mondiale che abbattevano i sentieri lungo le siepi, era troppo pericoloso per le truppe alleate che combattevano i difensori tedeschi trincerati e per i rievocatori che giocavano alla guerra nella sabbia dove caddero i soldati del D-Day. Apri la questione su cosa significano gli anniversari quando i veterani se ne sono andati.

Ma negli anni ’80 furono commemorativi lungo la costa della Normandia, dove la più grande armata terrestre, marittima e aerea trafisse le difese di Hitler in Europa occidentale e contribuì ad accelerarne la caduta 11 mesi dopo.

“Sono davvero la generazione d’oro, quei ragazzi di 17, 18 anni che fanno qualcosa di veramente coraggioso”, riflette James Baker, 56 anni, dei Paesi Bassi, all’alba su Utah Beach.

Sulla spiaggia di Gold Beach, un suonatore di cornamusa suonava quando le truppe britanniche sbarcarono 80 anni fa.

Il re Carlo III d’Inghilterra e il primo ministro Rishi Sunak parteciperanno a una cerimonia in onore di loro e delle truppe britanniche che sbarcarono a Sword Beach, mentre il principe William parteciperà a una cerimonia per le truppe canadesi che sbarcarono a Juneau Beach. Compreso il primo ministro canadese Justin Trudeau.

Compresi quelli che hanno viaggiato in Normandia Milioni di donne Costruiva bombardieri, carri armati e altre armi e giocava con gli altri Principali personaggi della seconda guerra mondiale A lungo oscurato dalle imprese belliche degli umani.

“Non l’abbiamo fatto per onori o premi. Lo abbiamo fatto per salvare il nostro Paese. Abbiamo contribuito a salvare il mondo”, ha detto Anna Mae Grier, 98 anni, che ha lavorato come rivettatrice costruendo bombardieri B-17 e B-29.

READ  Dog ricrea il nuovo video musicale di Taylor Swift e Post Malone

Sia che siano su sedia a rotelle o che camminino con le stampelle, ovunque vadano, i veterani usano la loro voce e sperano di vivere per sempre: non dimenticare mai.

“Conoscere il numero di persone uccise qui, è sorprendente”, ha detto Alan Chatwin, 98 anni, che ha prestato servizio nella Marina degli Stati Uniti nel Pacifico, mentre visitava Omaha, la più pericolosa delle spiagge alleate, durante il D-Day. .

E aggiunse subito: “Non so se meraviglioso è la parola giusta”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *