Kawakami: Inside the Warriors Game 5 prevede di gestire i Lakers e continuare a correre

SAN FRANCISCO – Draymond Green e Stephen Curry hanno iniziato la loro corsa per una dinastia mercoledì, e continueranno a correre fino alla fine di questa serie, questa postseason e tutta questa faccenda. Gioca finché qualcuno non li ferma o fino allo scadere del tempo. Corri con frustrazione. Guida con uno scopo. Scappiamo e vediamo chi può fermarli.

I Warriors si sono imbattuti nei Lakers in Gara 5. Si sono imbattuti nei Lakers. Hanno superato i Lakers. Hanno lasciato che i Lakers corressero con loro. Andranno a correre in Gara 6, e se sopravvivono, continueranno a correre ancora in Gara 7. E chi sarà al traguardo, orgoglioso e sbalordito, sopravviverà a questa seconda serie.

Più specificamente, Draymond, Curry, Andrew Wiggins, Carey Payton II e Jordan Poole hanno trasformato Gara 5 in uno sprint di quattro quarti per evitare l’eliminazione di LeBron James, Anthony Davis e i Lakers con una vittoria per 121-106 al Chase Center. . Ovviamente, i Lakers mantengono ancora un vantaggio di 3-2 e possono eliminare i Warriors venerdì a Los Angeles, dove i Warriors hanno perso le partite 3 e 4.

Ma tra i tanti efficaci cambiamenti strategici in Gara 5, gli sforzi chiari e determinati dei Warriors per iniziare ogni rimbalzo e sprint sembravano avere le maggiori conseguenze possibili sul quadro generale. In effetti, potrebbe dipendere da quale squadra ha ancora un vantaggio negli ultimi round di questa lotta per il titolo. E i Warriors vogliono dare a LeBron e Davis (se sta bene dopo essere stato colpito in faccia e aver lasciato il gioco all’inizio del quarto trimestre mercoledì) quanto più chilometraggio possibile.

“Vogliamo spingere i loro ragazzi”, mi ha detto Steve Kerr dopo la sua conferenza stampa. “Sono sicuro che si sentano allo stesso modo. L’ultima partita hanno messo Steph in tutti quei pick and roll, quindi stanno cercando di logorare Steph. Stiamo cercando di logorare Davis e LeBron. Lunga striscia. Quindi è un po’ di mischia e dobbiamo continuare a spingere il ritmo.

Le statistiche ufficiali dicono che i Warriors hanno segnato 13 punti in contropiede. I Lakers hanno segnato 15 punti. Ma il ritmo del gioco dei Warriors ha superato quel totale. Quando Draymond è volato lungo il campo ad alta velocità, non solo ha costretto Davis e LeBron a correre, ma ha anche costretto i Lakers a una difesa di emergenza.

READ  PGA Tour afferma che il fondo patrimoniale saudita potrebbe investire almeno $ 1 miliardo in un affare di golf

“Spingere il tempo in anticipo perché sono una grande squadra difensiva”, ha detto Kerr. “Ogni volta che affrontiamo una squadra che è brava a metà campo, non andrai contro una difesa fissa, quindi devi uscire e correre per creare vantaggi. Pensavo che i ragazzi avessero dato quel tono nel primo tempo. Draymond era spingendo la palla come un matto, Steph, i ragazzi correvano in corsia…

“I punti in contropiede non raccontano mai la storia. A volte spingi la palla in avanti, crea una difesa rimescolante con partite incrociate, e poi ruoti la palla e qualcuno ha uno sguardo aperto. Potrebbe non essere un secchio in contropiede, ma è un secchio a causa della velocità.”

I Warriors possono giocare più velocemente con la loro nuova formazione iniziale più piccola (utilizzata per la prima volta in Gara 4), che sostituisce Gary Payton II per Kevon Looney. Anche se Payton non è un creatore offensivo, aggiunge velocità giocando un’ottima difesa, il che aiuta i Warriors a evitare di sporcare troppo i Lakers e fermare il gioco troppo spesso. E la GP2 (un impressionante plus-25 in 27 minuti) è un ottimo rim-runner, può rompere il contropiede (ha segnato 13 punti) o trascinare con sé un giocatore Laker alla massima velocità. il terreno

I Warriors cercano di aumentare il carico di lavoro di Davis a metà campo, tirandolo su ogni pick-and-roll di Curry e trascinandolo sulla linea dei 3 punti. Mercoledì, ciò ha aperto corsie per i drive di Draymond (20 punti mercoledì dopo aver combinato per 27 punti nelle prime quattro partite della serie), il gioco di fascia media di Wiggins (25 punti su 10 su 18 al tiro) e una prestazione in ripresa di Pit Pool, che ha tirato solo 5 dei suoi 14. Lo ha fatto, ma ha tenuto il ritmo per tutta la partita.

Tutto ciò ha tolto il succo dei Lakers? Nella ripresa, Davis ha segnato solo 5 punti ed era meno-8 in 12 minuti prima di lasciare il gioco. LeBron è stato fantastico per tutta la partita, ma ha giocato altri 39 minuti in Gara 5 dopo averne giocati 43 in Gara 4. Anche i grandi cannoni dei Warriors stanno giocando minuti pesanti, ma i numeri sono diversi per i grandi e muscolosi Lakers.

READ  Eclissi solare 2024: milioni di persone in Nord America vedranno quello che promette di essere un successo

Ad ogni modo, i Warriors sono determinati a continuare la loro striscia di quattro quarti. La continuazione di questa era probabilmente dipende da questo. E i quattro volte campioni non muoiono facilmente. È allora che iniziano davvero a correre.

“Draymond, (Pool) quando è là fuori, penso che spetti principalmente a me farlo, spingerlo”, ha detto Curry. “Ma è importante perché sono una grande squadra, a volte, con AD. Ti mette molta pressione sul lato offensivo. Quindi cerca di creare qualsiasi vantaggio possibile. Questa è una grande cosa. Parte di ciò sta provando per tenerli lontani dalla linea di fallo il più possibile perché questo fa parte del gioco, rallenta e dà loro punti gratis, e loro preparano la loro difesa.

“Quindi vuoi fermarti, ma anche se segnano, il nostro vantaggio nella serie è la nostra velocità e posso spingere, Draymond può spingere, (Pool) può spingere, abbiamo ragazzi che possono correre sulla corsia. Transizione, distanziare il pavimento Quindi è difficile farlo, ma ci aiuta ad affrontare ciò che sanno fare meglio.

L’unità small ball ha anche un altro effetto: ha eliminato il miglior difensore perimetrale dei Lakers, Jarrett Vanderbilt (solo 11 minuti mercoledì), perché i Warriors non lo hanno protetto, il che lo ha completamente sconcertato. La linea offensiva dei Lakers. Ciò pone Dennis Schroder in un ruolo più importante e l’attacco dei Warriors va benissimo.

Inoltre, i Warriors si sono concentrati sul tentativo di tenere Curry fuori dal pick-and-roll in Gara 5, qualcosa su cui i Lakers si sono concentrati in Gara 4 per isolare Curry contro LeBron e altri marcatori. Mercoledì, i Warriors hanno combattuto contro gli schermi invece di cambiare Wiggins, il che ha tenuto Curry con il suo uomo per la maggior parte del tempo.

“Abbiamo fatto un buon lavoro stasera”, ha detto Kerr. “Non abbiamo paura che Steph cambi il pick-and-roll perché è così forte. È diverso da come era sette, otto anni fa. Ma se possiamo evitarlo, tanto vale evitarlo e non lasciare che lo metta nel pick-and-roll ancora e ancora. .

READ  Guerra Israele-Hamas e notizie su Gaza: aggiornamenti in tempo reale

I Warriors di certo non possono farcela a Los Angeles venerdì. I Lakers giocheranno bene. Il modo in cui Lonnie Walker IV ha ottenuto 15 punti nel quarto trimestre in Gara 4 alla Crypto.com Arena è più probabile che un giocatore di ruolo faccia qualcosa di sorprendente a casa che in trasferta. Ma i Warriors pensano di avere qualcosa con la GP2 nella formazione di partenza e hanno eguagliato D’Angelo Russell. Sanno che possono correre ai Lakers. Non sanno se vinceranno Gara 6, ma come hanno già fatto in tante serie di playoff, i Warriors scelgono alcune soluzioni che vogliono.

Ehi, Curry e Klay hanno evitato l’eliminazione senza ottenere molto dal tiro esterno da Thompson. Dopo una notte di sparatorie per entrambi in Gara 4, nessuno dei due si è surriscaldato in Gara 5. Curry era 3 su 11 da 3 punti mercoledì e solo 3 su 12 in totale. Possono aspettarsi che uno o entrambi i fratelli Splash diventino presto adulti?

“Stiamo ancora aspettando quel gioco, che è un grande segno”, ha detto Kerr. “Pensavo che stasera abbiamo giocato bene, ma non al meglio. Possiamo fare di meglio. Possiamo essere più acuti. Ma quello che mi è piaciuto di stasera è che non abbiamo commesso errori. Penso che abbiano tirato 15 tiri liberi, che è stato anche . Abbiamo tirato tutti e 15. E per la maggior parte, ci siamo presi cura della palla e abbiamo rimbalzato. E quelle chiavi erano lì. Se facciamo quelle cose, possiamo vincere sia che la rompiamo o no. Ma se facciamo quelle cose , se abbiamo una serata di riprese eccitante, siamo in una posizione migliore.

I guerrieri non hanno ancora finito. Il risultato potrebbe o non potrebbe arrivare presto. Ma puoi vederlo nei loro occhi dal modo in cui hanno attaccato questo gioco: la corsa dei Warriors non era finita perché non lo erano. E più veloci vanno, più difficile sarà per i Lakers batterli per sempre.

(Foto: Theron W. Henderson/Getty Images)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *