La ricerca mostra che camminare 11 minuti al giorno riduce la morte prematura e i rischi per la salute

Commento

Camminare per almeno 11 minuti al giorno può ridurre il rischio di morte prematura di quasi il 25%, secondo il più grande studio sull’attività fisica, il rischio di malattia e la mortalità.

Pubblicato sul British Journal of Sports Medicine, l’ambizioso studio ha analizzato i dati sulla salute di oltre 30 milioni di persone, alla ricerca di collegamenti tra la quantità di persone che si muovono e quanto a lungo e bene vivono.

I suoi risultati suggeriscono che anche piccole quantità di esercizio contribuiscono a miglioramenti sostanziali nella longevità e riducono i rischi di sviluppare o morire di malattie cardiache e molti tipi di cancro.

“I ricercatori hanno esaminato in modo completo le prove disponibili e sono giunti a risultati incoraggianti”, ha affermato Ai-Min Lee, professore di epidemiologia presso la Harvard TH Chan School of Public Health, che non è stato coinvolto nel nuovo studio.

Forse la cosa più incoraggiante è che l’analisi statistica dello studio suggerisce che 1 su 10 di tutte le morti precoci potrebbe essere evitata se ognuno di noi si alzasse e si muovesse un po’ più di quanto fanno attualmente molti di noi.

150 minuti e 75 minuti a settimana

Per anni, le agenzie sanitarie governative negli Stati Uniti, in Canada, in Europa e in altri paesi hanno raccomandato a chiunque possa fare esercizio fisico di fare almeno 150 minuti di esercizio moderato a settimana per una salute ottimale. (L’esercizio moderato può essere una camminata veloce o una respirazione che aumenta la frequenza cardiaca e rende difficile la conversazione.)

In termini pratici, queste linee guida incoraggiano una camminata veloce per mezz’ora cinque volte a settimana.

READ  Secondo quanto riferito, i lavoratori immigrati vengono cacciati dalla Florida dalle nuove leggi sull'immigrazione

Ma la maggior parte di noi non lo fa, passo dopo passo Ultime statistiche federaliCiò dimostra che solo il 47% degli adulti americani fa abbastanza esercizio fisico.

Questa statistica che fa riflettere ha spinto alcuni ricercatori a esaminare gli effetti anche di piccole quantità di esercizio. Tuttavia, la maggior parte delle ricerche ha coinvolto un numero relativamente piccolo di persone, rendendo sfuggenti conclusioni generali sui livelli ottimali di esercizio.

Pertanto, per il nuovo studio, i ricercatori dell’Università di Cambridge, della Queen’s University di Belfast e di altre istituzioni hanno deciso di mettere insieme i dati del maggior numero possibile di studi passati pertinenti, il che creerebbe un pool molto più ampio di partecipanti e produrrebbe risultati più definitivi.

Hanno condotto 196 studi, coinvolgendo più di 30 milioni di persone, rendendolo il “più grande” studio su come l’esercizio fisico contribuisce alla longevità, con molteplici misure e un enorme margine, ha detto Leandro Garcia. Garcia è un ricercatore di salute pubblica e complessità presso la Queen’s University di Belfast che ha guidato il nuovo studio.

Un po’ più di movimento è un grande vantaggio

Ciò che i dati raccolti hanno mostrato è che 150 minuti di attività settimanale moderata dovrebbero essere la nostra stella polare per gli esercizi. Coloro che gestivano più lavori avevano il 31% in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto a quelli che erano inattivi.

Ma i ricercatori hanno anche osservato gli effetti di un minore movimento, poiché due terzi degli oltre 30 milioni di partecipanti non si sono esercitati così tanto. Coraggiosamente, le implicazioni erano enormi. Uomini e donne che facevano 75 minuti di esercizio moderato a settimana, o solo circa 11 minuti al giorno, avevano il 23% in meno di probabilità di morire prematuramente per qualsiasi causa rispetto a quelli che si muovevano di meno.

READ  La Russia colpisce Kiev e altre città ucraine con attacchi aerei notturni

Quegli 11 minuti giornalieri di esercizio riducono i rischi di malattie cardiache delle persone del 17% e qualsiasi tipo di cancro del 7%. Per alcuni tipi di cancro, tra cui la leucemia mieloide, il mieloma e alcuni tipi di cancro allo stomaco, il rischio è diminuito fino al 26%.

Gli scienziati hanno utilizzato un modello statistico per stimare che se quasi tutti si esercitassero 150 minuti a settimana, seguendo le linee guida attuali, si verificherebbe il 16% di tutte le morti premature, o 1 su 6.

Hanno concluso che anche se tutti camminassero 11 minuti al giorno, 1 morte prematura su 10 potrebbe essere evitata.

“È già noto che fare un po’ di attività fisica è meglio che non fare nulla”, ha detto Garcia. “Tuttavia, a causa della natura globale del nostro studio, siamo stati in grado di stabilire questa associazione in modo più preciso”.

In effetti, lo studio afferma: “Quando qualcuno passa dal non fare nulla a fare anche solo la metà della quantità raccomandata, c’è un grande botto per il dollaro”, ha detto Lee.

Nonostante le dimensioni e il rigore, lo studio presenta limiti significativi. Mostra collegamenti tra maggiore mobilità, vita più lunga e meno malattie, ma non se l’esercizio fisico causi direttamente tali guadagni. Altri fattori, come la genetica e il reddito, giocano probabilmente un ruolo più importante. Gli studi riuniti si basavano anche sui ricordi e sui rapporti delle persone su quanto esercizio esercitavano, che possono essere inaffidabili.

Ma anche con questi inconvenienti, i risultati forniscono uno stimolo utile, ha detto Garcia. “L’aggiunta di attività fisica alla tua routine quotidiana non deve essere scoraggiante”, ha detto. “Piccoli e graduali cambiamenti sono un ottimo punto di partenza e possono portare molti benefici per la salute”.

READ  Una tempesta di neve a New York? Più neve prevista venerdì - NBC New York

Parcheggia a poca distanza dal tuo ufficio, disse. Sali le scale. Balla in salotto con i tuoi figli.

Idealmente, cerca di iniziare con circa 11 minuti di movimento moderato al giorno e, se trovi quella quantità “gestibile”, “prova ad aumentarla gradualmente fino alla quantità massima raccomandata” di 150 minuti a settimana, ha detto. Ma in ogni caso, ha detto, “fare un po’ di attività fisica è meglio per la salute che non fare niente”.

Hai una domanda di fitness? E-mail YourMove@washpost.com Potremmo rispondere alla tua domanda in una rubrica futura.

Iscriviti alla newsletter Benessere+Essere, la tua fonte di consigli esperti e semplici consigli per vivere bene ogni giorno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *