La Russia lancia una nave di salvataggio per gli astronauti dopo una perdita di refrigerante

(CNN) La Russia lancia la navicella spaziale Soyuz per sostituire la capsula Si è verificata una perdita di refrigerante A dicembre ha lasciato due astronauti e un astronauta della NASA senza un passaggio a casa.

La capsula, chiamata Soyuz MS-23, è decollata dalla piattaforma di lancio russa del cosmodromo di Baikonur in Kazakistan alle 19:24 ET di giovedì o alle 5:24 di venerdì. ora locale.

Il veicolo spaziale senza equipaggio trascorrerà circa due giorni in orbita e manovrerà verso la Stazione Spaziale Internazionale.

La Soyuz MS-23 sarà il veicolo di ritorno per i cosmonauti Sergey Prokopyev e Dmitri Petelin e l’astronauta della NASA Frank Rubio, che hanno viaggiato tutti verso la stazione spaziale nella capsula Soyuz MS-22 a settembre.

Invece di volare con i membri dell’equipaggio a bordo, la Soyuz MS-23 è stata lanciata giovedì con un “indicatore zero-g”, che può essere qualsiasi oggetto lasciato nella cabina ed è progettato per fluttuare liberamente mentre la capsula entra in condizioni di microgravità. Per questo compito, l’indicatore è un orsacchiotto attaccato alla cabina con una corda.

Cosa causa una perdita di refrigerante?

A circa due mesi dall’inizio del viaggio per i tre uomini, l’MS-22 ha subito una perdita di refrigerante che ha lasciato la cabina a una temperatura ritenuta non sicura da utilizzare durante il viaggio di ritorno. L’agenzia spaziale russa Roscosmos e la NASA hanno lavorato rapidamente per stabilire piani per un lancio Veicolo sostitutivo. I funzionari di Roscosmos hanno affermato che ciò ha provocato una fuga di notizie Un piccolo foro causato da un impatto Piccolo pesce

La Soyuz MS-22 (davanti), attraccata nel modulo della Stazione Spaziale Internazionale qui in ottobre, ha subito una perdita di refrigerante.

Tuttavia, i piani per il lancio di un veicolo di recupero sono stati messi in discussione quando la nave da carico russa Progress ha subito una perdita di refrigerante simile dopo l’attracco con la stazione spaziale. L’11 febbraio. Tre giorni dopo, ha detto Roscosmos in un post sul sito di social media Telegram. Ritardare il lancio della Soyuz MS-23 almeno fino a marzo L’agenzia ha indagato sulla causa della perdita di refrigerante nel veicolo Progress.

READ  George Santos Ultime notizie: membro del Congresso accusato di aver preso in giro Hitler, ebrei e neri su Facebook.

Il martedì, Tuttavia, Roscosmos ha affermato in un post aggiornato su Telegram di aver stabilito che la causa della perdita della sonda Progress era “influenza esterna”.

“I russi continuano a monitorare da vicino le perdite di refrigerante della Soyuz e della Progress”, ha detto mercoledì Dana Weigel, vice amministratore della stazione spaziale della NASA.

“Hanno formato una commissione statale per valutare le anomalie”, ha aggiunto, aggiungendo che il team ha analizzato le possibili cause dal lancio delle capsule durante il loro viaggio in orbita.

Cambio di gruppo

In origine, i cosmonauti di Roscosmos Oleg Kononenko e Nikolai Chub e l’astronauta della NASA Loral O’Hara avrebbero dovuto lanciarsi alla stazione spaziale il 16 marzo sull’MS-23.

Invece, il tempo di Prokopyev, Petelin e Rubio sulla stazione spaziale sarà esteso fino al loro ritorno sulla Terra sulla Soyuz MS-23 entro la fine dell’anno. Secondo quanto riferito dai media statali russi, ciò potrebbe accadere a settembre Lanciare.

Se tale scadenza è rispettata, i tre membri dell’equipaggio avranno esteso di un anno il loro previsto periodo di sei mesi nello spazio.

Alla domanda sulla lunga permanenza, il responsabile del programma della stazione spaziale della NASA Joel Montalbano ha detto che l’equipaggio era in buona salute e non c’era motivo di accelerare il viaggio.

“L’equipaggio è pronto ad aiutare ovunque chiediamo”, ha detto Montalbano durante una conferenza stampa dell’11 gennaio. “Sono entusiasti di essere nello spazio, entusiasti di lavorare ed entusiasti di fare la ricerca che stiamo facendo in orbita. Quindi sono disposti a fare tutto ciò che decidiamo per loro”.

Ha aggiunto, “Potrei dover volare ancora un po’ Ricompensali con il gelato”.

READ  Vaticano: Papa ok a lasciare ospedale, mangiare pizza, battezzare bimbo

Il lancio della navicella spaziale Soyuz MS-23 arriva pochi giorni prima che la NASA e SpaceX lancino la loro missione Crew-6. Previsto per il volo lunedì mattina presto, l’equipaggio 6 trasporterà gli astronauti della NASA Stephen Bowen e Warren “Woody” Hoberg, insieme all’astronauta degli Emirati Arabi Uniti Sultan Alnyadi e all’astronauta della Roscosmos Andrey Fedayev.

In poco tempo I quattro arrivano alla stazione spaziale, dove gli astronauti della Crew-5 della NASA torneranno a casa dopo una permanenza di cinque mesi. Lì nella capsula SpaceX Crew Dragon. I funzionari della NASA hanno dichiarato questa settimana che le perdite di refrigerante nei veicoli Soyuz e Progress non avranno alcun impatto sulle missioni SpaceX e che tali problemi non sono stati rilevati nei veicoli Crew Dragon.

Ashley Strickland della CNN ha contribuito a questo rapporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *