Obama ha acconsentito ai tagli alla spesa per porre fine alla crisi del tetto del debito del 2011. Ecco cosa è successo dopo



Cnn

Ci sono ancora giorni prima che la nazione venga meno ai suoi obblighi. Il presidente della Camera repubblicana, spinto dai conservatori del suo partito, chiede profondi tagli alla spesa. Un presidente democratico negozia un pacchetto per evitare il disastro fiscale.

No, non è il 2023.

Era il 2011, quando l’allora presidente Barack Obama acconsentì Accordo sul tetto del debito Con l’allora presidente della Camera John Boehner, doveva formare un comitato congressuale congiunto che avrebbe trovato più di 900 miliardi di dollari in tagli alla spesa e riduzione del deficit, oltre a almeno 1,2 trilioni di dollari in un ulteriore inasprimento della cinghia.

La situazione è simile Il presidente Joe Biden, che è stato vicepresidente di Obama, affronta oggi. Lui e il presidente della Camera Kevin McCarthy, un repubblicano Spingere le loro feste Riconoscere rapidamente Il loro contratto Fronte USA per affrontare l’attuale dramma del tetto del debito Inizia a mancare i pagamenti Il 5 giugno.

I repubblicani della Camera di oggi potrebbero voler guardare indietro alle decisioni difficili dei loro predecessori. Le cose non sono andate come previsto e parte dei tagli alla fine sono stati annullati attraverso progetti di legge bipartisan.

ha detto Brian Riedel, un membro anziano del Manhattan Institute di destra che è stato coinvolto nei negoziati del 2011.

Nel 2011 il comitato congiunto è stato incaricato di identificare ulteriori misure di riduzione del disavanzo per compensare un aumento di $ 1,2 trilioni del tetto del debito. Se i membri falliscono nel loro lavoro, i tagli automatici ridurranno la crescita prevista della spesa nel prossimo decennio.

READ  Nick Sorenson porta Brandon Staley ai 49ers dopo l'assunzione annunciata dalla NBC Sports Bay Area & California

Il comitato non ha raggiunto il suo obiettivo, richiedendo limiti di spesa Ordinamento.

Tuttavia, il Congresso ha ridotto le disposizioni per la riduzione del deficit aumentando ripetutamente i limiti alla spesa discrezionale negli anni successivi, sebbene i legislatori abbiano incluso altre misure per compensare alcuni di questi cambiamenti.

“Fondamentalmente stiamo eliminando questo disegno di legge a poco a poco”, ha affermato John Diamond, direttore del Center for Public Finance presso il Baker Institute della Rice University.

Alla fine, circa $ 1,5 trilioni del totale di $ 2,1 trilioni concordati nell’accordo del 2011 sono stati tagliati, ha detto Riedl. Ciò include $ 855 miliardi di tagli alla spesa discrezionale nel decennio. I tagli hanno interessato agenzie e programmi tra cui difesa, istruzione, giustizia e l’Internal Revenue Service. Un taglio del 2% nei pagamenti ai fornitori di Medicare è stato effettuato come parte di una riduzione dei programmi di spesa obbligatoria.

Avanti veloce al 2023. Uno dei punti chiave per porre fine all’impasse del tetto del debito è la profondità dei tagli alla spesa. L’amministrazione Biden ha bloccato i tagli alla spesa durante l’anno fiscale 2022, compresi i repubblicani. Il loro conto sul tetto del debito All’inizio di quest’anno, la squadra di McCarthy era determinata.

01:08 – Fonte: CNN

Biden respinge la domanda del giornalista sull’accordo sul tetto del debito

Alla fine, Accordo Durante il fine settimana ha annunciato richieste di ridimensionamento della spesa discrezionale non per la difesa nell’anno fiscale 2024, ma alcune riforme degli stanziamenti concordate potrebbero fare quasi la differenza. La spesa non per la difesa aumenterà solo dell’1% nell’anno fiscale 2025.

READ  Trattando generosamente Macron, il cinese Xi ha incitato la Francia a "opporsi" agli Stati Uniti

Una differenza importante tra il 2011 e oggi è questa Limiti di spesa Piano Bha affermato Warren Payne, consigliere senior presso lo studio legale Mayor Brown, che era un membro dello staff repubblicano senior del Comitato House Ways and Means nel 2011.

“Le persone operano partendo dal presupposto che i limiti di spesa non si verificheranno mai”, ha affermato Payne.

Ora, le massime priorità del GOP includono i limiti di spesa e, a differenza del 2011, McCarthy ha vinto senza limitare i finanziamenti per la difesa e aumentare le tasse, ha affermato.

Ma anche se il Congresso approvasse questo pacchetto sul tetto del debito, i repubblicani della Camera troveranno difficile mantenere i limiti in vigore quando arriverà il momento di finanziare effettivamente adeguatamente le operazioni del governo federale entro la fine dell’anno.

“Alla fine della giornata, è ragionevole aspettarsi di finire con le stesse pressioni per aumentare la spesa”, ha detto Diamond.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *