Pence dovrebbe testimoniare davanti a un gran giurì il 6 gennaio, il giudice decide

L’ex presidente Donald J. Un giudice federale ha ordinato all’ex vicepresidente Mike Pence di comparire davanti a un gran giurì che indaga sugli sforzi di Trump. La testimonianza, secondo due persone vicine alla vicenda.

Lunedì, il giudice James E. I doppi verdetti dati da Bosberg, Mr. Le ultime battute d’arresto sono state un’offerta del team legale di Trump per consentire ai pubblici ministeri di chiedere testimoni a lui vicini in udienze separate. Tentativi di mantenere il potere dopo la sua sconfitta elettorale e gestione di documenti riservati dopo aver lasciato l’incarico.

Nelle settimane precedenti all’attacco del 6 gennaio 2021 al Campidoglio da parte di folle pro-Trump, l’ex presidente Mr. Ha ripetutamente fatto pressioni su Pence per bloccare o ritardare la sua certificazione nel suo ruolo cerimoniale di supervisione del conteggio dei voti del Collegio elettorale. fallimento

Sig. Completamente documentato dagli assistenti di Pence, Mr. Il signor Trump ha chiesto di testimoniare sulle richieste di Trump. Gli avvocati stanno cercando di convincere Pence. È.

Questo mese il sig. Gli avvocati di Trump hanno affermato che il predecessore della corte, il giudice Bosberg, Beryl A. Howell ha affermato che alcune questioni sono vietate a causa di un privilegio esecutivo che protegge alcune comunicazioni tra il presidente e Mr. Hanno chiesto di limitare la testimonianza di Pence. Alcuni membri della sua amministrazione.

Allo stesso tempo, il sig. Gli avvocati di Pence hanno chiesto di limitare la sua testimonianza, sostenendo che il suo ruolo di presidente del Senato significa che è protetto dal controllo legale da parte del ramo esecutivo – inclusa la magistratura – in base al “discorso o dibattito” della costituzione. ” Clausola. La disposizione è intesa a tutelare la separazione dei poteri.

READ  GM prevede di riqualificare l'iconico Renaissance Center per spostare la sede di Detroit nella nuova torre del centro

Il signor insiste sul privilegio amministrativo. Mentre il giudice Bosberg ha emesso una sentenza chiara contro gli sforzi di Trump, la sua sentenza sulla clausola “discorso o dibattito” è stata più sfumata, secondo una persona che ha familiarità con la questione.


Come i giornalisti del Times vedono la politica Confidiamo che i nostri giornalisti siano osservatori indipendenti. Quindi, quando i dipendenti del Times votano, non sono autorizzati a sostenere o fare campagne per candidati o cause politiche. Ciò include la partecipazione a marce o manifestazioni a sostegno di un movimento o la donazione o la raccolta di denaro per qualsiasi candidato politico o causa elettorale.

Sulla base del suo ruolo nella supervisione della certificazione delle elezioni del 6 gennaio al Campidoglio, Il giudice ha sostenuto l’idea che Pence avesse una certa protezione sotto “discorso o discussione”. Sig. Una persona che ha familiarità con la questione ha riferito alla giuria di azioni illegali di Trump.

Sig. Persone vicine a Pence hanno detto per settimane che si aspettava di testimoniare davanti a un gran giurì. Dipartimento di Giustizia alla fine dell’anno scorso Mr. Il New York Times ha riferito che stavano cercando di ottenere un’intervista con Pence.

Sig. Una settimana dopo che il giudice Howell ha stabilito che una mezza dozzina di ex funzionari dell’amministrazione Trump – incluso l’ultimo capo dello staff di Trump, Mark Meadows – non potevano rinunciare ai privilegi esecutivi, Mr. È arrivata la sentenza del giudice Bosberg su Pence. Cambiare l’elezione Sig. Ha testimoniato davanti a un gran giurì che indagava sugli sforzi di Trump.

La sentenza del giudice Howell del 17 marzo, quando si è dimesso da Chief Justice, Mr. Ha aperto la strada alla testimonianza del gran giurì di Meadows; Uno dei suoi vice, don Scavino; Robert C. O’Brien, che ha servito come consigliere per la sicurezza nazionale; John Radcliffe, ex direttore dell’intelligence nazionale; e Stephen Miller, Mr. Uno degli autori dei discorsi e dei migliori consiglieri di Trump.

READ  Titan Sub: L'ex impiegato di Oceangate una volta ha inviato un'e-mail minacciosa sul sottomarino Titanic condannato, riferisce il New Yorker

Sig. Trump e alcuni testimoni nel processo elettorale hanno passato mesi a cercare di limitare la portata della testimonianza del gran giurì, scatenando una lotta dietro le quinte che, come tutte le questioni che coinvolgono i gran giurì, è stata sigillata in atti giudiziari e udienze a porte chiuse.

Sig. Pence è stato uno degli ultimi testimoni importanti a contestare i limiti della sua testimonianza del gran giurì. A due dei suoi più stretti collaboratori – Mark Short e Greg Jacob – è stato ordinato di comparire davanti a un gran giurì l’anno scorso, Mr. Due dei migliori avvocati della Casa Bianca di Trump, Pat A. Cipollone e Patrick F. Philbin.

In uno dei suoi atti finali come capo della giustizia, il giudice Howell ha emesso una sentenza simile nell’udienza dei documenti classificati. Sig. L’avvocato di Trump, M. Evan Corcoran, Mr. Sebbene abbia affermato il privilegio avvocato-cliente per conto di Trump, gli è stato ordinato di testimoniare davanti al gran giurì che conduceva le indagini.

Nel prendere la sua decisione, il giudice Howell ha affermato che il consigliere speciale Jack Smith ha scoperto che i pubblici ministeri che sovrintendevano ai due processi del gran giurì avevano raggiunto una soglia nota come eccezione per frode criminale. Consente agli avvocati di aggirare il privilegio cliente-cliente se hanno motivo di ritenere che la consulenza o i servizi legali siano stati utilizzati per promuovere un crimine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *