Ricciardo “si è sentito di nuovo come me” sulla rimonta delle qualifiche F1

Daniel Ricciardo afferma di “sentirsi di nuovo come me” dopo aver preso parte al suo primo turno di qualificazione di Formula 1 dal GP di Abu Dhabi dello scorso novembre in Ungheria sabato.

Ricciardo è arrivato 13° per Alfadauri a Budapest, mentre il suo compagno di squadra Yugi Tsunoda non è riuscito a uscire dalla Q1 al 17° posto.

L’australiano ha ammesso che rientrare nell’abitacolo è stata una sfida, ma si è sentito “rilassato” e “felice” di farlo.

“Ovviamente arrivando nel fine settimana, so che ci sarà un po’ di salita da scalare”, ha detto. “Ho cercato di non farmi prendere da come stavo andando questo fine settimana.

“Ma ovviamente, sono un pilota di auto da corsa, quindi mi aspetto sempre qualcosa da me stesso. Ma onestamente, sto solo cercando di sbarazzarmene il più possibile e assicurarmi che sia un posto che mi faccia sentire di nuovo me stesso.

“E, sai, saltando in macchina e qualificandomi, mi sono davvero sentito davvero rilassato, non prendendola alla leggera, ma felice di essere tornato e felice di poter spingere una macchina al limite.

“È qualcosa che non ho avuto negli ultimi due anni. Penso che sia per questo che avevo bisogno di una pausa.

“Pensavo che avrei avuto 12 mesi. Alla fine, erano sei o sette, qualunque cosa, e fortunatamente è stato abbastanza lungo. Sai, mi sentivo come se avessi abbastanza tempo per innamorarmi di nuovo.”

Ricciardo ha insistito sul fatto che la sua priorità per la gara di domenica era conoscere la macchina per sé e per i suoi compagni di squadra.

“Penso che domani sarò un po’ più eccitato, ma intelligente”, ha detto. “Certo, devo entrare e correre e non essere debole.

READ  Il ministro degli Esteri di Xi Jinping è stato licenziato dopo un mese di assenza dall'opinione pubblica

“Ma penso di aver bisogno di registrare buoni giri e ottenere informazioni per la squadra. Quindi ovviamente fallo in modo competitivo, ma sii intelligente. Quindi vedremo cosa succede”.

Ha aggiunto sulla sua curva di apprendimento: “Penso di aver fatto probabilmente solo otto giri o qualcosa del genere al momento. Penso che domani imparerò molto in termini di gestione delle gomme, ma la macchina con il carburante.

Daniel Ricciardo, Albadari AT04

Foto: Glenn Dunbar / Film sugli sport motoristici

“Man mano che le gomme si staccano, penso di iniziare a scoprire un po’ di più sulla macchina e poi, in quelle condizioni, i punti deboli.

“Quindi penso che probabilmente ci saranno posti in cui non andrò molto bene, ma ci saranno momenti in cui farò bene perché imparo mentre vado avanti.

“Non voglio sembrare negativo al riguardo, ma sì, inevitabilmente raccoglierò alcune altre cose e spero di poter imparare velocemente. E se riusciamo a trovare la nostra strada nei punti, sarà enorme.

“Ovviamente come squadra dobbiamo segnare punti, ma in realtà è solo assicurarmi di essere in cima alla macchina, insieme alla macchina, e poi posso dire la prima casella che devo spuntare”.

Per saperne di più:

Ha ammesso che il clima caldo e la natura stretta e tortuosa della pista hanno reso la sua prima gara una sfida fisica: “Fisicamente penso che mi sentirò sicuramente più degli altri. Sono un po’ più condizionati quest’anno, ma so che adesso c’è.

“Ora mi sento meglio, posso effettivamente muovere meglio il collo. Quindi penso che finora tutto bene, ma 70 giri qui e con questo caldo, anche quando sei in forma per la gara, è sempre uno dei più difficili.

READ  I mercati asiatici sono saliti per lo più poiché i dati sull'inflazione negli Stati Uniti sono stati più deboli del previsto

“Qui e Singapore, sono entrambi duri. Quindi è un’altra cosa per la Red Bull sfidarci, ‘sì, Daniel salta la prossima settimana e fallo a Budapest’. Ma va bene, mi sto divertendo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *