Walmart sta alzando gli occhi mentre gli acquirenti cercano occasioni

Walmart, il più grande rivenditore al dettaglio d’America, giovedì ha alzato la sua guida annuale, affermando che si aspetta che gli acquirenti continuino a gravitare verso i suoi negozi orientati al valore man mano che diventano più selettivi sui loro acquisti.

Il rivenditore prevede che le vendite nette aumenteranno del 3,5% e l’utile operativo del 4,5% per l’anno fiscale.

Il fatturato del primo trimestre è stato di 152,3 miliardi di dollari, superando la stima di Wall Street di 141,7 miliardi di dollari. Nel trimestre sono aumentate sia le transazioni che l’importo medio speso dai clienti.

Le famiglie a reddito più elevato e i clienti più giovani fanno acquisti di più da Walmart, ha affermato la società, riflettendo una tendenza che i suoi dirigenti hanno richiesto negli ultimi trimestri mentre gli americani affrontano un’inflazione più alta del solito. Il rivenditore ha affermato di aver guadagnato quote di mercato anche nella categoria dei generi alimentari.

“Abbiamo avuto un trimestre forte”, ha dichiarato giovedì l’amministratore delegato di Walmart, Doug McMillan.

In una telefonata con gli analisti, Mr. McMillan ha affermato che l’inflazione sta riducendo la spesa dei consumatori in categorie discrezionali come abbigliamento e articoli per la casa. Ciò, a sua volta, lascia incertezza ai dirigenti di Walmart mentre pianificano per il prossimo anno.

“Vogliamo tutti che quei prezzi scendano”, ha detto Mr. disse McMillan. “I tassi di inflazione costantemente elevati in queste categorie, sostenuti per un lungo periodo di tempo, pesano pesantemente su alcune delle famiglie che serviamo”.

I rapporti sugli utili al dettaglio di questa settimana hanno fornito uno sguardo sull’umore dei consumatori statunitensi e sullo stato del settore. Target, Home Depot e TJX, che possiede TJ Maxx e Marshalls, hanno tutti riportato utili del primo trimestre che hanno mostrato vendite moderate rispetto agli ultimi anni, quando gli acquirenti spendevano più liberamente.

READ  Commanders chiude la vendita; Josh Harris prende il posto di Daniel Snyder

Home Depot martedì ha tagliato la sua guida per l’intero anno e ha dichiarato che le vendite del primo trimestre sono diminuite del 4,2% rispetto all’anno precedente. I dirigenti hanno affermato di aspettarsi che il 2023 sarà un “anno calmo” per il settore del miglioramento della casa, ma le prestazioni dell’azienda sono state inferiori alle aspettative.

Le vendite trimestrali di Target sono aumentate dello 0,5%. Il rivenditore ha mantenuto la sua guida per l’intero anno, ma ha affermato di prevedere risultati di vendita più ampi nel secondo trimestre, “basati su tendenze di vendita più deboli” nell’ultimo trimestre.

Le vendite complessive della casa madre di TJ Maxx sono aumentate del 3%. I suoi marchi TJ Maxx e Marshall offrono agli acquirenti articoli di marca a prezzi scontati, ma le vendite di HomeGoods sono diminuite del 7%. Ha mantenuto la sua guida per l’intero anno, prevedendo un aumento delle vendite dal 2 al 3%.

Gli analisti hanno affermato che il calo delle vendite è un segno che i modelli di spesa si stanno normalizzando e che i consumatori stanno diventando più selettivi su ciò che acquistano dopo essere stati meno prevedibili durante la pandemia. In generale, l’economia è resiliente, la crescita dei salari è forte e vengono aggiunti posti di lavoro in un’ampia gamma di settori.

“Non vediamo un calo degli utili”, ha affermato Simeon Siegel, amministratore delegato di BMO Capital Markets. “Stiamo assistendo a delusioni in termini di reddito. I consumatori continuano a spendere per cose che decidono di dover fare.

I rivenditori devono affrontare una sfida di redditività. Walmart giovedì ha visto il suo margine di profitto lordo, o la differenza tra il costo delle merci e le loro vendite, scendere al 23,7%, mancando di poco la stima di Wall Street. Il calo è avvenuto in parte quando gli acquirenti hanno acquistato più generi alimentari e prodotti nella sezione salute e benessere e meno merce generica. I generi alimentari in genere hanno margini di profitto inferiori per i rivenditori rispetto alle categorie discrezionali come l’abbigliamento.

READ  Almeno 12 persone sono morte negli scontri in uno stadio di calcio in El Salvador

Target mercoledì ha riportato che il suo rapporto sul margine lordo è aumentato al 26,3% rispetto all’anno precedente. Ha detto che anche i prezzi più alti hanno contribuito a far salire quella cifra. Ma Target ha avvertito che il termine del settore per l’inventario che è entrato in un negozio o in un magazzino ma non è stato contabilizzato potrebbe danneggiare i suoi profitti di oltre $ 500 milioni rispetto allo scorso anno.

Gli analisti di vendita al dettaglio prevedono che i margini dell’azienda saranno ridotti in questo trimestre, poiché cerca di incoraggiare i clienti a spendere di più e attirare clienti che acquistano più articoli come generi alimentari a basso margine.

Questo comportamento dei consumatori si è riflesso nel rapporto sulle vendite al dettaglio di aprile di questa settimana. Le vendite al dettaglio sono aumentate dello 0,4% da marzo, invertendo un calo di due mesi. (Questa cifra non è corretta per l’inflazione e talvolta viene rivista.)

Supermercati, negozi di salute e cura della persona e negozi di alimentari sono tutti aumentati. La spesa è diminuita nei negozi di mobili, nei negozi di elettronica e nei rivenditori di articoli per la casa. La spesa in ristoranti e bar è aumentata del 14,5%.

Ristoranti e voli sono generalmente considerati opzionali, ma sono anche esperienze per le quali gli americani spendono di più. C’è meno enfasi sull’acquisto di articoli di grandi dimensioni per la casa, come hanno fatto molti acquirenti nelle prime fasi della pandemia.

“Parte di ciò che stiamo vivendo in questo momento è un riequilibrio dei budget dei consumatori”, ha affermato Michelle Meyer, capo economista di Mastercard. “Mentre guardiamo avanti, dovremmo aspettarci che questo divario tra esperienze e beni duri per sempre? Certo che no. Ma alcune di queste categorie di spesa basate sull’esperienza hanno ancora bisogno di più trazione, dove i consumatori sono ancora molto desiderosi di soddisfare il loro bisogno duraturo.

READ  Vincita del biglietto Powerball da 1,3 miliardi di dollari venduto in Oregon

Tuttavia, alcuni analisti avvertono che una confluenza di fattori – minori risparmi dei consumatori, inasprimento del credito e prezzi costantemente più alti – tratterrà gli acquirenti nella seconda metà dell’anno.

Michael Lazar, analista di vendita al dettaglio presso UBS, ha affermato che il “modello molto chiaro” con i risultati degli utili dei rivenditori questa settimana ha mostrato che i consumatori stanno diventando più attenti a ciò che acquistano.

“La mia convinzione personale è che continuerà per il prossimo futuro”, ha affermato Mr. disse Lazzaro. “Ciò che accade nel mercato del lavoro influenzerà notevolmente la direzione della spesa da lì”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *