Zelenskyj ha accusato la Russia di aver contribuito a sabotare la conferenza di pace in Ucraina

Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyj ha accusato la Russia di aver contribuito a far fallire una conferenza di pace sull’imminente guerra in Ucraina.

Intervenendo alla principale conferenza sulla sicurezza asiatica a Singapore, Zelenskyj ha accusato la Russia di utilizzare diplomatici cinesi nella più ampia regione asiatica per influenzare e dissuadere i paesi dal partecipare al vertice di pace del 15 e 16 giugno presso la località di Burgenstock nella Svizzera centrale. .

“La Russia sta facendo di tutto per destabilizzare il vertice di pace, sfruttando l’influenza cinese nella regione e i diplomatici cinesi”, ha detto Zelenskyj in una conferenza stampa allo Shangri-La Security Forum. “Purtroppo è un peccato essere uno strumento nelle mani di una grande potenza indipendente come la Cina [Russian leader Vladimir] Mettere in.”

Ha aggiunto che tali azioni “non sono solo sostegno alla Russia… sono sostegno alla guerra”.

Zelenskyj ha affermato che il vertice ucraino ha proposto la sicurezza nucleare, la sicurezza alimentare, il rilascio dei prigionieri di guerra e il ritorno dei bambini ucraini rapiti dalla Russia come base per la pace. “Il tempo stringe, i bambini crescono in una terra di Putin che insegna loro a odiare la loro patria”, ha detto.

Ha detto che l’Ucraina è “pronta ad ascoltare vari piani e idee che ci porteranno alla fine della guerra e ad una pace stabile e giusta” e che la più grande partecipazione dell’Ucraina al vertice sarà la Russia. Voglio sentire, disse.

READ  Cercare di comprare una casa è "un gioco impossibile da vincere"

Nel secondo viaggio di Zelenskyj in Asia da quando Putin ha ordinato l’invasione dell’Ucraina nel febbraio 2022, i commenti sulla Cina segnano un approccio più aggressivo nei confronti di Pechino da parte del leader ucraino. In precedenza aveva cercato di persuadere la Cina a fare pressione su Mosca affinché ponesse fine alla guerra.

Dopo una telefonata di un anno fa tra Zelenskyj e il presidente cinese Xi Jinping, l’amministrazione ucraina ha cercato incontri con funzionari cinesi a tutti i livelli. Ma domenica Zelenskyj ha detto che non era stata concessa.

Il ministro della Difesa cinese, l’ammiraglio Dong Jun, parlando allo stesso briefing di Zelenskyj, ha negato che Pechino sostenga lo sforzo bellico della Russia.
Il ministro della Difesa cinese, l’ammiraglio Dong Jun, parlando allo stesso briefing di Zelenskyj, ha negato che Pechino sostenga lo sforzo bellico della Russia. (APE)

Ucraina e Svizzera speravano che la Cina partecipasse al vertice alla fine di questo mese, ma venerdì il portavoce del ministero degli Esteri cinese Mao Ning ha segnalato che ciò era improbabile. La Cina ha chiesto una conferenza di pace con la partecipazione paritaria di tutte le parti, compresa la Russia.

“C’è ancora un chiaro divario tra le modalità dell’incontro e le richieste della parte cinese e le aspettative generali della comunità internazionale”, ha detto allora la signora Mao. “Ciò rende difficile per la Cina partecipare all’incontro.”

È stato un altro duro colpo per il vertice dopo che il mese scorso era stato annunciato che il presidente degli Stati Uniti Joe Biden avrebbe saltato l’evento per partecipare a una manifestazione elettorale in California prima delle elezioni presidenziali di novembre.

La Cina mantiene una posizione neutrale nella guerra in Ucraina, ma il suo commercio con la Russia è cresciuto negli ultimi due anni e mezzo, alleviando l’impatto economico delle sanzioni occidentali.

Gli Stati Uniti, l’Ucraina e altre agenzie di intelligence affermano che ci sono prove che parti cinesi stiano intercettando armi russe, anche se la Cina non arma direttamente i suoi vicini.

READ  Estrema destra tedesca in subbuglio dopo il commento nazista dell’AfD

Grant Shapps, il segretario alla Difesa del Regno Unito, ha affermato che ci sono prove che la Cina stia fornendo “assistenza contraria” alla Russia, in commenti che sembrano essere riferimenti alle armi.

Domenica scorsa, il ministro della Difesa cinese Dong Jun ha detto ai partecipanti allo Shangri-La Dialogue che il suo Paese “sta promuovendo i colloqui di pace con un approccio responsabile”.

Ha aggiunto: “Non forniamo armi a nessuna delle due parti in conflitto”. Abbiamo imposto severe restrizioni sull’esportazione di beni a duplice uso e non abbiamo alimentato il fuoco. Siamo fermamente dalla parte della pace e del dialogo.

Tuttavia, Zelenskyj ha affermato che il sostegno della Cina alla Russia garantirebbe che “la guerra duri più a lungo”, cosa che secondo lui sarebbe “un male per il mondo intero”.

“[China] Non posso dirlo [they] Accettare la sovranità e l’integrità territoriale dell’Ucraina e allo stesso tempo schierarsi con il paese che viola i principi della Carta delle Nazioni Unite e i principi di sovranità e integrità territoriale dell’Ucraina”, ha affermato. Ha aggiunto che i due paesi non si sono incontrati al vertice del fine settimana a Singapore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *