Tesla taglia i prezzi in Cina, Germania e nel mondo dopo i tagli statunitensi

Di Hyunjoo Jin, Ethan Wang e Christoph Steitz

PECHINO/FRANCOFORTE (Reuters) – Tesla ha tagliato i prezzi in molti dei suoi mercati chiave – tra cui Cina e Germania – dopo i tagli dei prezzi negli Stati Uniti – a causa del calo delle vendite e dell'intensificarsi della guerra dei prezzi per i veicoli elettrici. , soprattutto contro i veicoli elettrici cinesi più economici.

I tagli dei prezzi arrivano dopo che il produttore di veicoli elettrici di Elon Musk ha riferito questo mese che le sue consegne globali di veicoli sono diminuite per la prima volta in quasi quattro anni nel primo trimestre.

Tesla ha tagliato il prezzo di partenza del Modello 3 aggiornato in Cina di 14.000 yuan (1.930 dollari) a 231.900 yuan (32.000 dollari), ha mostrato domenica il suo sito ufficiale.

In Germania, la casa automobilistica ha tagliato il prezzo della sua Model 3 a trazione posteriore a 40.990 euro (43.670,75 dollari) da 42.990 euro, il prezzo che aveva da febbraio.

Un portavoce di Tesla ha affermato che le riduzioni dei prezzi hanno avuto luogo anche in diversi paesi in Europa, Medio Oriente e Africa.

Venerdì la casa automobilistica ha tagliato i prezzi statunitensi dei suoi veicoli Model Y, Model X e Model S di 2.000 dollari. Sabato ha tagliato il prezzo del suo software di assistenza alla guida completamente autonoma da 12.000 a 8.000 dollari negli Stati Uniti.

Il produttore di veicoli elettrici è stato lento nel rinnovare i suoi modelli obsoleti poiché gli alti tassi di interesse hanno smorzato l’appetito dei consumatori per articoli di grosso valore, mentre i rivali in Cina, il più grande mercato automobilistico del mondo, stanno lanciando modelli più economici.

READ  Israele ha effettuato un attacco notturno all'ospedale al-Shifa di Gaza

Questo fine settimana, Musk ha rinviato un viaggio programmato in India per incontrare il primo ministro Narendra Modi, citando impegni con Tesla. Il viaggio prevedeva l'annuncio dei piani di Tesla di entrare nel mercato dell'Asia meridionale, ha riferito sabato Reuters.

Lunedì scorso, Musk ha dichiarato che Tesla licenzierà oltre il 10% della sua forza lavoro globale a causa del rallentamento delle consegne nel primo anno.

L’annuncio arriva dopo che Reuters ha riferito il 5 aprile che Tesla aveva abbandonato i piani per sviluppare il suo tanto atteso veicolo elettrico a prezzi accessibili a favore dei robotaxi. Dopo il rapporto, Musk ha twittato: “Reuters mente”, senza citare alcuna inesattezza. Non ha detto altro sul modello, lasciando gli investitori a chiedere chiarezza.

Quest’anno le azioni Tesla sono scese del 40,8%.

($1 = 7,2403 Yuan Renminbi cinese)

($1 = 0,9386 euro)

(Segnalazione di Ethan Wang, Bernard Orr e Hyunju Jin; Scrittura aggiuntiva di Michael Perry, William Mallard e Frances Kerry; Montaggio di Tom Sims)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *