Il Dipartimento dell’Istruzione apre un’indagine sul donatore di Harvard, preferenze di ammissione legacy | notizia

Aggiornato il 25 luglio 2023 alle 16:08

WASHINGTON – Il Dipartimento dell’Istruzione degli Stati Uniti ha aperto ufficialmente martedì un’indagine sull’uso da parte dell’Università di Harvard di donatori e opzioni legacy nei suoi processi di ammissione.

L’Ufficio per i diritti civili del Dipartimento dell’Istruzione indagherà se l’uso di donatori e opzioni legacy nelle sue pratiche di ammissione agli studenti universitari discrimina sulla base della razza.

Una portavoce del Dipartimento dell’Istruzione ha confermato martedì in una dichiarazione che l’Ufficio per i diritti civili del dipartimento ha aperto un’indagine su Harvard ai sensi del Titolo VI del Civil Rights Act del 1964.

Un portavoce ha rifiutato di commentare ulteriormente, citando una politica contro la discussione delle indagini in corso.

Uno studio pubblicato lunedì dagli economisti di Harvard ha rilevato che le università della Ivy League offrono ai candidati più ricchi significativi vantaggi di ammissione rispetto agli studenti meno abbienti con qualifiche simili.

Arriva un giorno prima che il Dipartimento dell’Istruzione organizzi un vertice nazionale sulle pari opportunità nell’istruzione superiore, un incontro di funzionari dell’amministrazione Biden e leader dell’istruzione superiore per discutere su come mantenere gli impegni per l’equità e la diversità dopo la sentenza della Corte Suprema sull’azione affermativa.

Alcuni giorni dopo che la Corte Suprema ha effettivamente interrotto l’azione affermativa nell’istruzione superiore, gli avvocati di un gruppo per i diritti civili senza scopo di lucro hanno presentato una denuncia federale chiedendo un’indagine sull’uso da parte di Harvard delle preferenze di ammissione per i figli di alunni e ricchi donatori.

Il portavoce di Harvard Jonathan L. Swain ha confermato martedì che l’università era stata informata dal Dipartimento dell’Istruzione di aver avviato un’indagine sull’uso della sua eredità e sulle preferenze dei donatori nelle ammissioni.

READ  insidioso; La porta rossa si spalanca; Indy 5 si avvicina a $ 250 milioni WW, Elemental Sparks - Scadenza

Swain ha scritto in una dichiarazione che Harvard aveva condotto una revisione interna delle sue pratiche di ammissione.

“A seguito della recente sentenza della Corte Suprema, stiamo rivedendo aspetti delle nostre politiche di ammissione per garantire il rispetto della legge e per far avanzare l’impegno di lunga data di Harvard nell’accogliere studenti di straordinario talento e promesse provenienti da diversi background, prospettive ed esperienze di vita”, ha scritto Swain.

“Mentre questo lavoro continua e progredisce, Harvard si impegna ad aprire le porte alle opportunità e raddoppiare i nostri sforzi per incoraggiare gli studenti di diversa estrazione a presentare domanda di ammissione”, ha aggiunto Swain.

L’Ufficio per i diritti civili del Dipartimento dell’Istruzione ha dichiarato in una lettera ottenuta da The Crimson che lunedì gli avvocati per i diritti civili hanno aperto un’indagine su Harvard in risposta alla loro denuncia federale.

Il Dipartimento dell’Istruzione indagherà “se l’università discrimina sulla base della razza nei suoi processi di ammissione agli studenti universitari utilizzando opzioni di donatori e legacy in violazione del Titolo VI e dei suoi regolamenti di attuazione”.

La lettera sottolineava anche che l’avvio di un’indagine non significa che Harvard abbia violato il titolo VI.

“Si prega di notare che l’apertura di un reclamo per indagine non indica in alcun modo che l’OCR abbia determinato il merito del reclamo”, afferma la lettera. “Durante le indagini, l’OCR funge da rilevatore di fatti neutrale, raccogliendo e analizzando le prove pertinenti dal denunciante, dall’università e da altre fonti”.

L’avvocato per gli avvocati per i diritti civili Michael A. Gibbins ha dichiarato in un’intervista martedì di essere “preoccupato per queste opzioni di donatori e legacy da un po’ di tempo”.

READ  Friday March Madness: Purdue Falls contro la testa di serie numero 16 Fairleigh Dickinson

“Noi di Civil Rights Lawyers abbiamo deciso di presentare questa denuncia federale sui diritti civili per rimuovere le barriere che danneggiano i candidati di colore e creano diversità nell’istruzione superiore”, ha affermato.

Secondo Gibbins, la tempistica per un’indagine da parte di un’agenzia federale può variare “ampiamente”.

“C’è, ovviamente, un’opportunità qui per Harvard di eliminare volontariamente queste opzioni – che è l’obiettivo della nostra denuncia federale per i diritti civili”, ha detto. “In ogni caso, eliminerebbe la necessità di un’indagine”.

—La scrittrice dello staff Michelle N. Amponsah può essere contattata all’indirizzo michelle.amponsah@thecrimson.com. Seguila su Twitter @mnamponsah.

—Lo scrittore dello staff Miles J. Herszenhorn è raggiungibile all’indirizzo miles.herszenhorn@thecrimson.com. Seguilo su Twitter @mherszenhorn.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *