Il team di Trump sta presentando due argomentazioni in tribunale per archiviare il caso su documenti riservati

Fort Pierce, Florida – Gli avvocati dell'ex presidente Donald Trump stanno cercando di convincere un giudice federale della Florida a respingere giovedì il caso dei documenti riservati del procuratore speciale Jack Smith.

Il giudice Eileen Cannon è pronto ad ascoltare le argomentazioni su due mozioni presentate da Trump, una che afferma che l'ex presidente è protetto dai procedimenti giudiziari dalle leggi federali sulla conservazione dei registri e un'altra che solleva diverse questioni legali aperte su una delle accuse.

È stata la seconda udienza in altrettante settimane in cui la squadra di Trump nell'ufficio di Smith e gli avvocati si sono affrontati nell'aula di tribunale di Cannon.

Smith ha accusato Trump di 32 capi di imputazione per aver conservato illegalmente documenti governativi riservati, presumibilmente prelevando documenti dalla Casa Bianca durante la transizione presidenziale. L'ex presidente e due suoi assistenti sono stati accusati anche di cospirazione per ostacolare le indagini. Tutti e tre si sono dichiarati non colpevoli e hanno negato ogni addebito.

In una delle numerose mozioni di archiviazione presentate alla fine del mese scorso, Trump ha sostenuto che il caso dovrebbe essere archiviato perché, in quanto presidente, ha “discrezionalità irredimibile” nel rendere privato qualsiasi documento. I suoi avvocati sostengono che il Presidential Registration Act “previene”.[d] Judicial Review”, il suo post.

“Mentre il presidente Trump era ancora presidente degli Stati Uniti, ad esempio, molti dei documenti in questione furono imballati (presumibilmente dalla GSA), trasportati e consegnati a Mar-a-Lago”, ha affermato il team di Trump nel documento. I precedenti del passato avrebbero dovuto impedire in primo luogo ai pubblici ministeri di aprire un'indagine penale, cosa che secondo loro avrebbe anche squalificato le accuse di ostruzione che deve affrontare.

Questo argomento è “falso”, ha scritto il procuratore speciale nella sua stessa dichiarazione, dicendo a Cannon che i sensibili documenti governativi che Trump è accusato di conservare illegalmente “sono inequivocabilmente presidenziali, non privati” e quindi appartengono al governo.

Dopo aver lasciato l'incarico, “Trump non era autorizzato a conservare documenti riservati (per non parlare di luoghi non protetti a Mar-a-Lago, dice l'accusa sostitutiva)”, hanno scritto i pubblici ministeri.

“La PRA non esenta Trump dalla legge penale, dandogli il diritto di dichiarare unilateralmente privati ​​documenti presidenziali altamente riservati o di proteggerlo da indagini penali, permettendogli di eludere impunemente le indagini federali”.

Trump sostiene da tempo di avere il diritto di conservare i documenti a causa dell’autorità federale di classificazione che esercitava quando era presidente, ma gli avvocati hanno accusato il governo federale – dagli archivisti agli investigatori – di uno sforzo durato un anno. Mancano i documenti.

Trump ha restituito 15 scatole di documenti contenenti documenti riservati nel gennaio 2022. Secondo gli investigatori, un gran giurì ha successivamente prodotto alcuni dei documenti. L'FBI ha eseguito un mandato di perquisizione autorizzato dal tribunale presso il resort di Trump a Mar-a-Lago che ha scoperto centinaia di documenti sensibili archiviati in luoghi non protetti.

“L'Office of Special Counsel non può evitare di importare obblighi testuali di discrezione e autorità della PRA durante il primo mandato del presidente Trump”, hanno risposto mercoledì gli avvocati di Trump.

Una seconda mozione che sarà esaminata giovedì si basa sull'argomentazione di Trump secondo cui ci sono diverse questioni legali aperte sulla cosiddetta legge sullo spionaggio, di cui è accusato di aver violato. Gli avvocati di Trump sostengono che le questioni legali irrisolte equivalgono a un’ambiguità incostituzionale.

Smith ha anche negato l'affermazione, scrivendo nei documenti del tribunale che “l'argomento di vaghezza di Trump è privo di merito. Trump è stato accusato di possesso intenzionale e non autorizzato di informazioni sulla sicurezza nazionale. Il limite dello statuto è chiaro”.

Trump e i suoi coimputati hanno chiesto udienze su altre mozioni di archiviazione presentate il mese scorso, comprese le richieste di ritorsione e di immunità presidenziale. Smith si è opposto a tutte queste mozioni e alla questione di un'esenzione presidenziale. Quest'ultima questione sarà esaminata dalla Corte Suprema il mese prossimo in un caso separato legato alle accuse relative all'elezione di Smith a Trump nel 2020 a Washington.

L'indagine penale è stata sospesa in attesa del verdetto dell'Alta Corte.

I pubblici ministeri affermano che la squadra di Trump sta cercando di ritardare il processo in Florida e hanno sostenuto che il procedimento penale dovrebbe iniziare a luglio. Il giudice Cannon ha fissato l'udienza per il 1 marzo, ma deve ancora pronunciarsi. Il comitato di difesa afferma che un giusto processo non è possibile prima delle elezioni presidenziali del 2024, ma ha offerto una data di agosto o settembre se il giudice lo ritiene necessario portare avanti il ​​processo.

L'udienza di giovedì arriva il giorno dopo che un giudice distrettuale della Georgia ha respinto tre accuse contro Trump nell'ambito del caso di interferenza elettorale del 2020 del procuratore distrettuale della contea di Fulton Fannie Willis. In quel caso l’ex presidente dovrà ancora affrontare altre accuse. Si è dichiarato colpevole di tutte le accuse.

All'inizio di questa settimana, Cannon ha accolto la richiesta di Trump di una proroga di 10 giorni per depositare ulteriori documenti legati ad altre mozioni per archiviare la causa.

READ  Elezioni in Sierra Leone: Julius Mata Bio ha prestato giuramento come grido di battaglia dell'opposizione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *