Playoff NBA: i frenetici 76ers di Tyreese Maxey superano i Knicks per salvare la stagione, stordendo il Madison Square Garden

Il Madison Square Garden era pronto ad esplodere martedì sera. Pneumatici Maxi aveva altri piani.

La guardia All-Star dei 76ers ha segnato 46 punti, di cui sette in un frenetico periodo di 26 secondi che ha portato Philadelphia alla vittoria per 112-106 ai supplementari sui New York Knicks e ha sbalordito il pubblico dell'MSG. La vittoria evita l'eliminazione per i 76ers e rimanda una serie tesa al primo turno a Filadelfia con New York in vantaggio 3-2 in Gara 6.

I 76ers guidavano New York 96-90 con 28 secondi rimasti prima di perdere. Ma Maxey ha segnato un and-1 da 3 punti tagliando il vantaggio di New York a 96-94.

Poi, con 8,1 secondi rimasti sul cronometro, si è rialzato da 34 piedi per pareggiare la partita sul 97-97 e mandare la partita ai supplementari.

Nella sessione extra, i Knicks si sono portati in vantaggio per 102-97 con cinque punti consecutivi di Jalen Brunson, che ha lottato con Maxey tutta la notte. Ma i 76ers hanno reagito portandosi in vantaggio per 103-102 e hanno utilizzato un parziale di 9-0 per arrivare al 106-102. Brunson ha trasformato un fallo su Joel Embiid in un possesso da quattro punti con un tiro libero e una tripla per pareggiare la partita sul 106-106.

Ma i 76ers hanno segnato quattro punti senza risposta portandosi in vantaggio per 110-106 con 15,1 secondi rimasti. Maxey ha ghiacciato la partita con due tiri liberi a cinque secondi dalla fine, e i 76ers sono sopravvissuti per giocare un'altra giornata.

READ  Rilasciato il programma NFL 2024: aggiornamenti in tempo reale prima dell'annuncio completo di stasera
Tyrese Maxey era il proprietario del Madison Square Garden martedì sera.  (Brad Benner/Reuters)

Martedì sera il Madison Square Garden apparteneva a Tyrus Maxey. (Brad Benner/Reuters)

La vittoria ha rovinato quella che si preannunciava come un'incoronazione per i Knicks di fronte a un pubblico inferocito di MSG. Hanno partecipato tutti gli ex-alunni dei Knicks, tra cui Patrick Ewing, Carmelo Anthony, Bill Bradley, Walt Frazier, Larry Johnson e John Starks.

Branson era pronto a consolidare ulteriormente il suo nome tra quei grandi con uno sforzo sensazionale che includeva 40 punti, sei assist, tre rimbalzi e tre palle recuperate. Ha segnato pezzi grossi nei regolamenti e poi ha dato ai Knicks un vantaggio iniziale ai tempi supplementari.

Ma la notte è appartenuta a Maxey, che è sopravvissuto al suo rivale dei Knicks e compagno All-Star dei 76ers Joel Embiid per condurre Philadelphia alla vittoria. Maxey ha chiuso con 46 punti, nove assist e cinque rimbalzi. Ha tirato 17 su 30 dal campo e 7 su 12 da 3 punti. Dopo aver segnato due 3 salva-partita nei regolamenti, ne ha realizzati un altro innescando il parziale di 9-0 di Philadelphia ai tempi supplementari.

Quel tiro è stato l'ultimo e decisivo in una partita avanti e indietro che ha visto il vantaggio andare avanti e indietro dal primo quarto. I 76ers si sono portati subito in vantaggio con un parziale di 10-2 che ha aperto il frame. I Knicks hanno poi iniziato il secondo quarto con un parziale di 18-2 per prendere il controllo e portarsi in vantaggio per 49-43 all'intervallo.

I 76ers iniziarono il terzo quarto con un parziale di 10-2, ai quali i Knicks risposero con un parziale di 10-0 nel quarto. Alla fine, il parziale di 7-1 di Maxey alla fine dei tempi regolamentari e il parziale di 9-0 di Philadelphia ai supplementari hanno sigillato la vittoria.

READ  Anthony Edwards perde 43 punti, i Timberwolves rubano Gara 1 a Denver

Lo sforzo di Maxey ha permesso ai 76ers di superare un'uscita offensiva mediocre di MB, che ha tirato 7 su 19 dal campo in uno sforzo da 19 punti. Ha aggiunto 16 rimbalzi e 10 assist per una tripla doppia. Ha anche girato la palla nove volte.

I 76ers hanno anche superato un allenatore in difficoltà. A Ian Beckley di SNY, Nick Nurse si è infortunato al dito dopo aver colpito la mano per la frustrazione durante il gioco. Non ha potuto giocare nel secondo tempo a causa di un infortunio. Secondo il rapporto non è ancora chiaro se abbia subito una frattura o una distorsione.

Il tiro da tre punti, soprattutto quello di Maxi, ha fatto la differenza nel gioco. Filadelfia ha tirato 15 tiri su 39 dalla lunga distanza (38,5%), mentre New York ha effettuato 10 tiri su 36 (27,8%) da oltre l'arco. I 76ers avevano anche un vantaggio di rimbalzo 46-40.

La serie tornerà a Filadelfia per Gara 6 giovedì, dove i 76ers cercheranno ancora una volta di evitare l'eliminazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *