Brian Harman si lancia alla vittoria del British Open al Royal Liverpool

Brian Harman sa che il sabato sera può essere difficile dormire e sa quanto ne ha bisogno. Il leader di 54 buche di un torneo importante sei anni fa – era in questa situazione – e conosceva il costo doloroso di una serata adatta: secondo classificato, mesi e anni, una carriera non sull’orlo, ma non tra le serie élite.

Questa volta ha dormito meglio. Harman, in cima alla classifica al Royal Liverpool Golf Club da venerdì, domenica ha fatto una marcia sistematica per vincere il British Open con sei colpi, finendo a 13 sotto il par. Poiché il round finale è stato definito da una griglia da fare piuttosto che da una svolta a stelle, Harman ha tenuto a bada un gruppo di concorrenti i cui punteggi della competizione si circondavano l’un l’altro piuttosto che vicino al suo.

È stata la più grande vittoria in un major di golf maschile dalla vittoria in sei tempi di Bryson DiZambo agli US Open del 2020.

“Ho sempre avuto la sicurezza di fare qualcosa del genere”, ha detto Harman. “Quando ci vuole così tanto tempo, è difficile non lasciarsi sfuggire la mente, forse non vincerò di nuovo.”

“Ho 36 anni”, ha aggiunto. “Il gioco sta diventando più giovane. Tutti questi giovani ragazzi che escono hanno fatto un miglio e sono tutti pronti a vincere. Quando toccherà di nuovo a me? È stato difficile da affrontare. “

Quei dubbi sono stati chiariti domenica.

Dopo il primo par di domenica, Harman aveva un vantaggio di cinque colpi, un margine comodo ma non insormontabile, soprattutto quando Paul Lawrie ha superato uno svantaggio di 10 colpi nell’ultimo round a Carnoustie in Scozia nel 1999. Storia a parte, il grande mistero di domenica non è se Harman riuscirà in un Royal Liverpool decisamente triste, ma di quanto.

A differenza di Carnoustie, il Royal Liverpool, che ospita il British Open per la 13esima volta, è stato a lungo gentile con gli uomini che hanno scalato presto la classifica. Con la sua vittoria, Harman è diventato il settimo giocatore a vincere un Open sul campo dopo aver preso il comando dopo due round.

“Ha vinto per sei, quindi non c’era niente che nessuno di noi avrebbe potuto fare”, ha detto Jon Rahm.

READ  La crescita dell'occupazione negli Stati Uniti accelera ad aprile; Il tasso di disoccupazione scende al 3,4%

Harman, che ha giocato al college in Georgia ed è diventato professionista nel 2009, è stato un giocatore affidabile e prolifico nel PGA Tour, classificandosi 10 tra i primi 50 prima dell’Open. Ma nonostante i guadagni in carriera di quasi $ 29 milioni al Royal Liverpool domenica, la cui performance gli ha fatto guadagnare $ 3 milioni, Harman non è stato visto come headliner.

Ha ottenuto due vittorie, il John Deere Classic nel 2014 e il Wells Fargo Championship nel 2017. Il mese successivo, Brooks ha perso contro Koepka per quattro colpi agli US Open di Erin Hills, nel Wisconsin. Classificato 26esimo al mondo (e non superiore al 20esimo) prima della vittoria del Royal Liverpool, ha detto che non si stava sottovalutando.

Quando gli è stato chiesto il fine settimana prima di domenica quale fosse il suo più grande risultato nel gioco, si è appoggiato allo schienale, ha incrociato le braccia e ha alzato gli occhi al cielo, un giocatore di tour sottomesso che contempla un contendente aperto con una versione di golf professionale di un curriculum di una giornata lavorativa.

“Quest’anno sarà il mio dodicesimo consecutivo a partecipare ai playoff della FedEx Cup”, ha risposto cinque secondi dopo.

Il suo record nelle major quest’anno è stato più contrastante, anche se ora è salito al numero 10 della classifica. Ha perso sia il Masters che il PGA Championship e si è classificato 43esimo agli US Open. Poi è arrivato il Royal Liverpool, che ha giocato il suo primo British Open nel 2014. Quindi, Rory McIlroy ha vinto e Harman ha pareggiato per il 26esimo posto.

Ha iniziato a perdere tagli durante i suoi successivi quattro Open. Ha pareggiato per il 12 ° posto allo Scottish Open prima di tornare su un campo nel nord-ovest dell’Inghilterra che ha trovato campioni come Bobby Jones, Peter Thompson e Tiger Woods.

L’Odissea di Harman È iniziato con l’Open di giovedì, quando ha ottenuto un 67 per pareggiare per il quarto posto. Venerdì ha segnato le prime quattro buche per finire con un eagle 65 che gli ha dato il comando esclusivo della classifica. Dopo un paio di spauracchi iniziali, il suo 69 di sabato lo ha portato a domenica con un vantaggio di cinque colpi su Cameron Young e un vantaggio di sei colpi su Rahm, che ha ottenuto il miglior round di sabato in qualsiasi Open al Royal Liverpool.

READ  Guerra in Ucraina: il generale Kyrillo Budanov giura vendetta dopo l'ultimo attacco a Kiev

Ovviamente i rischi erano alti. Il numero di bunker è effettivamente una penalità one-shot, come ha affermato il campione dell’Open 2022 Cameron Smith. La 17a buca par 3 di nuova concezione, che ha punito il vincitore degli US Open, ha suggerito di essere nuovamente ridisegnata. Il British Open di domenica ha portato una dose più amara di maltempo: forti venti e pioggia battente, sicuramente sensazione di sauna e pioggia allo stesso tempo.

Ma un vantaggio di cinque colpi all’alba, anche con vista del sole, aiuta.

“È un personaggio molto duro ed esperto”, ha detto Padraig Harrington, due volte vincitore dell’Open, prima dell’inizio del round finale di Harman. “A volte vediamo qualcuno che guida una partita e tu dici, ‘Oh, sarà impiccato?’ Non credo che sia il caso di Brian Harman. Quasi ogni giorno esce sul campo da golf giocando con un chip sulla spalla, combattendo contro qualcosa. Penso che gli si addica.

Le gocce di pioggia stavano ancora cadendo quando Harman si avvicinò al tee. Dando le spalle al vicino lanciatore Claret, si è posizionato, ha preso uno dopo l’altro lungo il fairway e ha scatenato uno swing mancino. Sabato eviterà uno spauracchio ripetuto e farà il par per la buca. Ma ha mancato un par putt al n. 2, dove persino un agente di polizia si è allontanato dalla folla per tagliargli il vantaggio. Young ha mancato un birdie putt di 14 piedi che lo avrebbe interrotto con un altro colpo.

Sebbene sette gruppi avanti, McIlroy stava salendo. Ha iniziato la giornata poco meno delle tre. Dopo cinque buche, era sei sotto e improvvisamente pareggiava per il secondo. Rahm stava facendo pars e Young, in coppia con Harman, aveva già bogeyed il primo. Quando la palla di Harman è rotolata sul terzo green, c’erano cinque giocatori – McIlroy, Rahm, Young, Tommy Fleetwood e Seb Straka – sul secondo. Ma il margine di Harman è rimasto lo stesso dell’inizio.

Altri potenziali contendenti non sono vicini, non dopo che il taglio ha tagliato la sua potenziale classifica del potere delle stelle. La maggior parte di coloro che sono rimasti non ha rappresentato minacce serie. Il numero 1 al mondo Scottie Scheffler ha concluso l’Open alla pari. Wyndham Clarke, che ha vinto gli US Open del mese scorso, ha lasciato Hoylake a un punto, così come Smith. Koepka, che quest’anno ha vinto il PGA Championship, è arrivato secondo al Masters, otto in più.

READ  Norfolk Southern deraglia a Springfield; WHIO TV 7 e WHIO Radio - Nessun materiale pericoloso "coinvolto"

Alla quinta buca, il par 5 di prova più semplice della settimana, il tee shot di Harman ha volato per 249 yard e ha colpito i cespugli, portandolo a metà strada dal birillo.

Al birillo, Rahm, il campione in carica del Masters, ha battuto la sua palla per il suo primo uccellino domenicale e ha iniziato ad avanzare. Una volta che Harman è arrivato al green, uno sforzo di 12 piedi alla fine è fallito e quando la quinta buca si è chiusa per il torneo, il vantaggio di Harman era sceso a tre colpi.

La suspense non durò esattamente.

Lo ha spostato di nuovo in salita sulla sesta buca par 3, dove ha imbucato un birdie putt da circa 14 piedi, poi di nuovo sulla buca n. 7, dove ha realizzato un uccellino da 24 piedi.

La coerenza è tornata fino a quando Harman ha fatto uno spauracchio sulla tredicesima buca par 3, una delle preferite dai membri del Royal Liverpool. Ma i giocatori più vicini ad Harman si stavano rapidamente avvicinando al 18° green e il tempo era scaduto. McIlroy, alla ricerca della sua prima vittoria in un torneo importante dal 2014, ha mancato un birdie putt per finire a sei under. Tom Kim ha presto lasciato l’ultimo green ed era ancora bloccato al sette sotto, così come Rahm, Straka e Jason Day.

Altrove lungo la strada, lo stesso Harman tendeva a rendere l’inevitabile. Ha fatto un birdie alla 14a buca con un putt che correva per circa 40 piedi in discesa nella coppa. NO. Un altro uccellino su 15 ha portato il suo vantaggio a sei tiri.

La pioggia continuava a venire. Harman ha continuato la sua marcia. Una processione di giocatori sconfitti si diresse verso la clubhouse. Intagliatore di brocca di chiaretto pronto.

Presto sarà il momento di aggiungere il nome di Harman.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *