Chi è Jason Palmer, il democratico che ha sconfitto Biden nelle Samoa americane?

WASHINGTON (AP) – Il presidente Joe Biden ha vinto ogni competizione democratica. super Martedì – Tranne le Samoa americane.

Lì cadde contro un candidato sconosciuto di nome Jason Palmer. Dei 91 voti espressi nel caucus della regione, il partito locale ha affermato che Palmer ne ha vinti 51 contro Biden 40.

“Ho scoperto di aver vinto perché il mio telefono ha iniziato a scoppiare mentre gli amici e lo staff della campagna mi mandavano messaggi”, ha detto Palmer in un'intervista martedì scorso.

Palmer, 52 anni, ha detto di non essere mai stato nella zona prima del caucus.

“Sto conducendo una campagna da remoto, facendo zoom sui municipi, parlando con le persone, chiedendo quali sono le loro preoccupazioni e cosa è importante per loro”, ha detto.

La decisione non ostacola la marcia di Biden verso la nomina del partito. Solo sei rappresentanti erano a rischio nel territorio americano, un piccolo insieme di isole del Pacifico meridionale con meno di 50.000 abitanti. Palmer e Biden hanno ricevuto ciascuno tre delegati dalla gara.

Segui AP per guardare il Super Tuesday dal vivo

Il giorno prima del caucus, Palmer ha pubblicato su X che “Washington DC attende da tempo un presidente che sia un sostenitore delle Samoa americane”. Il suo resoconto include immagini di giovani che tengono in mano i cartelli della campagna.

Palmer è un residente di Baltimora che ha lavorato per una varietà di industrie e organizzazioni no-profit, principalmente su questioni riguardanti la tecnologia e l'istruzione. Gli elettori vogliono “qualcuno più del 21° secolo di Joe Biden” come presidente, ha detto.

READ  SpaceX introduce gli astronauti internazionali alla missione della stazione spaziale

Palmer ha prestato alla sua campagna 500.000 dollari di tasca propria, secondo i registri finanziari della campagna.

“Non puoi portare soldi con te quando muori”, ha detto. “Ma puoi cambiare il mondo mentre sei qui.”

I residenti dei territori degli Stati Uniti votano alle primarie, ma non sono rappresentati nel collegio elettorale.

Le Samoa americane erano state in precedenza il luogo delle conquiste donchisciottesche. Nelle primarie democratiche del 2020, l’unica vittoria del miliardario Michael Bloomberg è arrivata nel territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *