Incendio al deposito di carburante della Crimea spento dopo l’attacco dei droni, afferma il governatore

29 aprile (Reuters) – Un incendio in un deposito di carburante nella città portuale di Sebastopoli in Crimea, causato da un attacco di droni, è stato completamente spento, ha detto sabato il governatore di Mosca.

Gli esperti hanno esaminato il sito e “è diventato chiaro che solo un drone era in grado di raggiungere il giacimento di petrolio”, ha detto Mikhail Rasvosev sull’app di messaggistica Telegram. Un altro drone è stato abbattuto e il suo relitto è stato trovato sulla riva vicino al terminal, ha aggiunto. In precedenza, ha detto che nessuno è rimasto ferito.

Un funzionario dell’intelligence militare ucraina ha detto che più di 10 petroliere con una capacità di circa 40.000 tonnellate per l’uso da parte della flotta russa del Mar Nero sono state distrutte, ha riferito RBC Ucraina.

Andriy Yusov, il funzionario, non ha incolpato l’Ucraina per l’esplosione nei commenti riportati da RBC, descrivendola invece come “punizione di Dio” per l’attacco della Russia alla città ucraina venerdì.

Un portavoce delle forze armate ucraine ha dichiarato di non avere informazioni che suggeriscano che l’Ucraina sia responsabile dell’incendio.

Il capo della Crimea nominato dalla Russia, Sergei Aksyonov, ha dichiarato in un Telegram che sabato le forze di difesa aerea e di guerra elettronica hanno abbattuto due droni sulla penisola di Crimea.

Ha detto che non ci sono state perdite di vite umane o danni.

READ  Il maltempo ritarda di 24 ore il lancio del satellite Arabsat SpaceX

Sebastopoli, nella penisola di Crimea, che la Russia ha annesso all’Ucraina nel 2014, è stata oggetto di ripetuti attacchi aerei da quando la Russia ha occupato l’intero paese nel febbraio 2022.

Le autorità russe hanno accusato l’Ucraina dell’attacco.

Segnalato da Reuters; Montaggio: William Mallard

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *