Le azioni e il dollaro sono crollati prima di alcuni giorni cruciali

  • Le azioni europee sono scese nei primi scambi
  • I rendimenti a 2 anni degli Stati Uniti hanno raggiunto il massimo di 15 anni, il dollaro ha raggiunto il massimo di 3 mesi
  • Le azioni cinesi traballano, lo yuan si indebolisce sui dati di inflazione debole
  • Il Nikkei è salito dello 0,6%, con lo yen in rialzo quando Ueda è stato approvato come prossimo governatore della BOJ
  • Powell ribadisce l’orientamento Hawkish, rialzo dei tassi di marzo non concordato

LONDRA, 9 marzo (Reuters) – Giovedì i mercati globali sono stati in una rara pausa prima dei dati sull’occupazione negli Stati Uniti del fine settimana che potrebbero facilmente innescare ulteriori tempeste cross-asset.

I mercati azionari europei hanno aperto leggermente al ribasso nonostante i pochi movimenti dal dollaro/frx o dai mercati obbligazionari, dove gli avvertimenti di recessione stanno diventando sempre più tiepidi. / a noi

Il presidente della Federal Reserve statunitense Jerome Powell ha mantenuto il suo messaggio di aumenti dei tassi di interesse più elevati e più rapidi durante l’udienza di mercoledì, ma ha sottolineato che la decisione dipenderà dalla forza dei dati in arrivo.

Gli operatori esamineranno più da vicino i dati sulle buste paga negli Stati Uniti di venerdì e poi i dati sull’inflazione negli Stati Uniti di martedì.

I mercati finanziari stanno ora scontando una probabilità dell’80% di un aumento del tasso di 50 punti base alla riunione di marzo della banca centrale, rispetto al 30% circa dell’inizio della settimana. Aumentano anche le aspettative che la Federal Reserve americana alzerà i tassi al 6%.

“La nostra opinione principale è che il 5,5% sarà sufficiente, ma loro (la Fed) dovrebbero rimanere lì più a lungo di quanto il mercato si aspetti”. ha affermato Ian Cunningham, co-responsabile dello sviluppo multi-asset e co-gestore di portafoglio presso Ninety One Global Macro Allocation Fund.

“Una recessione negli Stati Uniti è il nostro scenario centrale”, ha affermato, aggiungendo che i fondi sono ancora fortemente in inferiorità numerica rispetto al dollaro, in particolare rispetto a valute come il dollaro canadese e la sterlina britannica.

L’indice del dollaro USA, che misura il valore del biglietto verde rispetto a un paniere di principali pari, era vicino al massimo di tre mesi di 105,57. Tuttavia, lo yen giapponese ha perso lo 0,4% a 136,78 per dollaro.

Giovedì la camera bassa del parlamento giapponese ha approvato l’incaricato del governo Kazuo Ueda come prossimo governatore della banca centrale, firmando una nuova leadership.

La Banca del Giappone, tuttavia, dovrebbe mantenere il cosiddetto controllo della curva dei rendimenti e tassi estremamente bassi durante l’ultima riunione del suo attuale capo venerdì.

Giovedì, i rendimenti governativi decennali hanno raggiunto nuovamente il tetto della politica della BOJ dello 0,5%.

Il biglietto verde è stato vivace contro la valuta canadese a $ 1,3803 per dollaro canadese, il livello più alto in quasi quattro mesi, grazie alla Bank of Canada più colpita del Canada, che mercoledì ha mantenuto i suoi tassi di interesse invariati.

Nel frattempo, lo yuan cinese si è indebolito verso il livello psicologico chiave di 7 per dollaro dopo i dati di inflazione annuale dei prezzi al consumo più lenti in un anno, alimentando dubbi sulla forza della sua ripresa economica.

Ritorno agli anni ’80

I mercati dei titoli di stato di riferimento sono un parafulmine chiave sia per le aspettative sui tassi di interesse sia per il grado di dolore che i bruschi aumenti possono causare nell’economia globale.

READ  Migliaia di persone sono senza elettricità mentre le tempeste in California portano pioggia, neve e freddo

I rendimenti dei Treasury a due anni hanno raggiunto il massimo da 15 anni del 5,04%, mentre il rendimento di riferimento a 10 anni è rimasto stabile al 3,9953%.

Ancora più importante, il divario tra il rendimento dei buoni del Tesoro decennali a due termini più brevi e quelli a lungo termine ha raggiunto un valore negativo di 108,2 punti base. È stata la più netta inversione di tendenza dal 1981. Le inversioni sono viste come affidabili indicatori ribassisti.

Anche in Europa la curva 2s10s tedesca ha raggiunto il suo punto più invertito dal 1992, con il rendimento tedesco a 2 anni al massimo post-2007 del 3,35% e il rendimento a 10 anni al 2,68%.

“Powell ha ammesso che la decisione di marzo è stata basata sui dati”, ha affermato Thierry Wiseman, stratega globale di FX e tassi presso Macquarie. “Quindi la domanda che dobbiamo affrontare è se il rimbalzo economico di gennaio sia stato un blip o una tendenza”.

Un avvertimento sui salari anticipati ha mandato i futures S&P 500 e Nasdaq entrambi in rosso dello 0,3%. Gli indici hanno faticato mercoledì dopo che i salari privati ​​hanno superato le stime di consenso e la domanda di mutui per la casa è aumentata nonostante i tassi ipotecari più elevati.

Le previsioni per i numeri chiave di venerdì indicano un modesto aumento salariale di 205.000 dopo il salto di 517.000 di gennaio.

Durante la notte in Asia, il più ampio indice MSCI di azioni dell’Asia-Pacifico al di fuori del Giappone (.MIAPJ0000PUS) è ​​sceso dello 0,6% dopo essere sceso dell’1,4% nella sessione precedente. D’altra parte, il Nikkei giapponese (.N225) è salito dello 0,6%.

READ  L'EPA di Biden vuole che i veicoli elettrici costituiscano i due terzi delle vendite di auto nuove negli Stati Uniti entro il 2032

I prezzi delle materie prime sono stati per lo più inferiori, con il greggio Brent a 82,45 dollari al barile, il greggio USA a 76,39 dollari al barile e il rame metallico sensibile alla crescita globale in rialzo dell’1%. L’oro è salito leggermente a 1817 dollari l’oncia.

Segnalazioni aggiuntive di Stella Keough a Sydney e Joyce Alves a Londra; Montaggio di Angus MacSwan

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *