Le previsioni di caldo estremo per questo fine settimana significano miseria per milioni di persone in tutta l’America

Dozzine di record di calore potrebbero cadere questo fine settimana mentre un’ondata di caldo già intensa raggiunge il suo punto di ebollizione nel sud-ovest, con temperature che si avvicinano a 130 gradi Fahrenheit in alcuni punti.

Almeno 93 milioni di persone negli Stati Uniti sono sottoposte ad allerta e avvisi di caldo venerdì, che si estendono attraverso la costa occidentale fino al sud della Florida. Le condizioni dovrebbero intensificarsi durante il fine settimana, con temperature che dovrebbero scendere a tre cifre in gran parte del paese.

Nella sua discussione sulle previsioni di venerdì mattina, Il servizio meteorologico nazionale ha emesso un avviso “L’ondata di caldo interesserà la costa occidentale, il Great Basin e gran parte del sud-ovest”.

Una cupola di calore parcheggiata nel sud-ovest ha riscaldato la regione per più di due settimane, ma si prevede che le temperature aumentino durante il fine settimana.

Sabato, le temperature interne in Arizona, New Mexico, Nevada, California e Texas varieranno da 105 a 115 F, mentre le temperature nelle località desertiche della regione supereranno i 120 F, secondo il servizio meteorologico.

Gli studi dimostrano che il cambiamento climatico sta aumentando la frequenza, l’intensità e la durata degli eventi di calore estremo.

Nella Death Valley in California, si prevede che le temperature raggiungeranno quasi 130 F, rendendola una delle temperature più calde mai registrate sulla Terra.

Anche l’Arizona sta affrontando un caldo record questo fine settimana. Phoenix, che ha già avuto 13 giorni consecutivi di 110 F o superiore, dovrebbe raggiungere i 118 F durante il fine settimana. Martedì, la città è pronta a legare l’attuale record di 18 giorni consecutivi di 110 F o superiore stabilito nel 1974, e dovrebbe continuare a superare il traguardo.

READ  La Fed è pronta per un rialzo dei tassi con l'avvicinarsi dell'estate

Nel frattempo, si prevede che Las Vegas raggiungerà i 117 F domenica, legando il record della città per la temperatura più calda.

I funzionari locali hanno esortato le persone a prendere le dovute precauzioni per affrontare il caldo intenso, tra cui rimanere idratati, controllare amici e familiari sensibili al calore ed evitare attività all’aperto, specialmente durante le ore più calde della giornata.

“Questa ondata di caldo non è una tipica ondata di caldo del deserto a causa della sua lunga durata, delle temperature diurne estreme e delle notti calde. Tutti, compresi gli abitanti del deserto, dovrebbero prendere sul serio questo caldo”, hanno affermato i rappresentanti dell’ufficio di Las Vegas del servizio meteorologico. ha twittato giovedì.

Condizioni calde e umide avvolgeranno gran parte del sud, estendendosi dal Texas alla bassa valle del Mississippi e alla Florida. I valori dell’indice di calore – la combinazione di umidità e temperatura dell’aria che rappresentano la temperatura “sensibile” – dovrebbero essere ben nelle triple cifre in queste regioni, con parti del Texas e della Louisiana che registrano valori dell’indice di calore fino a 115 F.

“Le minime mattutine saranno eccezionalmente calde nella fascia meridionale degli Stati Uniti, senza portare alcun sollievo a queste aree colpite”, ha aggiunto il servizio meteorologico.

Nel frattempo, gran parte dell’Europa meridionale sta vivendo un caldo e un’umidità opprimenti.

I turisti si rinfrescano in una fontana d’acqua durante una visita al Partenone di Atene, in Grecia, venerdì.Immagine per gentile concessione di Angelos Tzortzinis/Getty Images

Temperature a tre cifre sono previste per parti di Spagna, Italia e Grecia, con temperature che dovrebbero aumentare nella prossima settimana.

READ  Anthony Davis, Lakers Warriors si porta in vantaggio per 1-0 nella serie

Ad Atene, le temperature sono salite a 104 F, costringendo le autorità greche a chiudere l’Acropoli da mezzogiorno alle 17:00, l’ora più calda della giornata. Lo ha riferito la Bbc.

Pericolose ondate di caldo stanno devastando anche Nord Africa, Cina e Giappone in quella che è già stata l’estate più calda dell’emisfero settentrionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *