Bottegone Basket Sant’Angelo comunica che sta espletando le procedure per il trasferimento di sede del titolo sportivo alla Pallacanestro Sarno, provincia di Salerno, e quindi chiude la sua avventura nel campionato nazionale di serie B.
Si tratta di una decisione sofferta, durissima da accettare per la dirigenza tutta, i giocatori, lo staff tecnico ed i nostri tifosi ma necessaria. Alla base di questa scelta ci sono diverse motivazioni, ma due sono le principali: una di natura economica legata ad un calo di sponsor che si è registrato nelle ultime stagioni; una di natura regolamentare perché, negli ultimi mesi, alcune norme per la partecipazione al campionato di serie B sono cambiate. I volontari, come sempre ci sono stati a Bottegone, non bastavano più e ci volevano veri e propri dipendenti a libro paga della società: e per la società questo era un passo troppo oneroso.
“Sappiamo anche  – dicono dalla società – che, dalla stagione 2010/11 (gli ultimi sette campionati), le norme per la capienza dei palasport ci hanno costretto ad emigrare non potendo più utilizzare la nostra palestra King ed anche qui si parla, inevitabilmente, di costi onerosi che hanno inciso sul nostro bilancio. C’è, però, anche una parte del nostro lavoro che non verrà cancellata perché fa parte della storia. In 15 anni Bottegone è passata dal campionato di Promozione alla serie B togliendosi un sacco di soddisfazioni: tre Coppa Toscana, una Coppa Italia Dilettanti, i campionati vinti, la partecipazione alla Final Eight di Coppa Italia di Dnc Rimini con l’arrivo in semifinale, le tre annate di serie B con due qualificazioni ai playoff portando una piccola realtà come Bottegone a giocare di fronte a 3.000 spettatori al PalaSclavo di Siena o ai 3500 del PalaFiera di Forlì ed in tanti altri campi gloriosi del basket italiano. In ultimo, ma ugualmente importante, la stagione appena conclusa che, col sesto posto conquistato da una squadra ricca di giovani che stanno già volando verso la LegaDue (Lollo Maspero a Montegranaro, Daniele Toscano a Legnano, Milos Divac a Tortona), rappresenta l’apice più alto della nostra storia”.
“A questo punto – prosegue la dirigenza – arrivati alla fine di questo capitolo bello ed intenso, sono necessari dei ringraziamenti: ai nostri tifosi, che ci hanno sempre sostenuto e che aspettiamo nuovamente numerosi al nostro fianco nella nuova avventura, a giocatori ed allenatori che in questi anni si sono succeduti, alla stampa ed alle tv, agli sponsor con in testa Fabio Dani e l’azienda Valentina’s, oramai storico main sponsor di questa società. Ma, e lo vogliamo sottolineare, il ringraziamento grosso è per il Pistoia Basket, in particolar modo nella figura di Stefano Della Rosa, per la collaborazione andata avanti in questi anni e per l’impegno dimostrato negli ultimi mesi per cercare di trovare le soluzioni giuste per non abbandonare la serie B, sforzo alla fine purtroppo vano”.
“Come detto – si legge ancora nella nota – si chiude un capitolo ma non la nostra storia. Ripartiremo. Ripartiremo da casa nostra, con i nostri giovani, nella nostra palestra e con la nostra gente. Ad oggi non sappiamo ancora se parteciperemo al campionato di Promozione o, nel migliore dei casi, alla serie D: la comunicazione ufficiale ci sarà sicuramente entro la fine del mese di luglio. Ma ripartiremo, soprattutto, con i nostri sponsor che continueranno a seguirci perché il nostro intento è quello di costruire qualcosa di importante per noi e per Bottegone avendo sempre a fianco, per una collaborazione che ci auguriamo ugualmente stretta e duratura, il Pistoia Basket”.

Per inviare comunicati stampa, informazioni, tabellini e commenti delle gare, foto, richieste di preventivi sui servizi forniti o altro 346.6194740 (Whatsapp) o info@dilettantitoscana.it

Categoria: Serie B
132 views

Lascia un commento