È terminata in un pianto liberatorio l’avventura della virtussina Idea Pieroni ai campionati europei di categoria juniores di Boras: lacrime di disappunto per non essere riuscita ad eguagliare il proprio record di 1,85 siglato ai campionati di società a Cecina il maggio scorso, ma anche tanta soddisfazione per il risultato di 1,80 ottenuto alla finalissima che la piazza all’ottavo posto a livello continentale nel salto in altoa.
Una affermazione straordinaria per la sedicenne Idea che, pur ricadendo ancora nella categoria allieve, si è guadagnata la convocazione nella categoria superiore grazie alla impressionante progressione di risultati ottenuti nei mesi scorsi. Idea ancora una volta ha dimostrato di avere la stoffa per ben figurare in competizioni di respiro internazionale. Dopo l’1,81 ottenuto in fase di qualificazione che gli ha fatto guadagnare l’accesso alla finale tra le migliori 12 atlete d’Europa, Idea ha svolto una gara perfetta fino alla misura di 1,84, subendo poi la tensione della finale che gli ha impedito di saltare l’asticella e di guadagnarsi una posizione in classifica ancora più prestigiosa.
Un risultato comunque storico per la giovanissima saltatrice proveniente dal vivaio del Gs Marciatori di Barga in forza alla Atletica Virtus grazie ad un accordo di collaborazione ormai più che decennale tra le due società sportive lucchesi, che lascia intravedere una carriera sportiva in crescita e piena di soddisfazioni ancora maggiori. Terminata la parentesi europea infatti, occhi puntati ai campionati italiani assoluti di Bressanone del prossimo weekend dove Idea farà parte della folta delegazione Virtus, con l’obbiettivo di portare a casa un risultato di eccellenza. Grandi aspettative anche per gli altri virtussini che nei mesi scorsi si sono guadagnati in pista la convocazione al maggior campionati individuale d’Italia: attesissima la gara di Marcell Jacobs Lamont che, dopo aver siglato la terza miglior prestazione italiana di tutti i tempi sui 100 metri col crono di 10’’03, tenterà l’attacco al record italiano detenuto da Filippo Tortu.
Presente in gara nel lancio del giavellotto anche Roberto Orlando, reduce del nono posto assoluto alle universiadi di Napoli e Matteo Taviani che, dopo aver sfondato per la prima volta il muro dei 7mila punti nel decathlon, si presenta ai campionati con l’obbiettivo di ottenere una posizione di prestigio tra i migliori multiplisti d’Italia. Andranno a confermare la grande tradizione delle staffette biancocelesti anche la 4×100 maschile (composta da Pacitto-Dumini-Faraggiana-Afrifa) e, per la prima volta nella storia, anche la formazione femminile (Sabò-Naldi-Naldi-Rontani), con Elisa Naldi che si troverà a competere individualmente anche nel salto in lungo e Rontani che affronterà la difficile gara sui 100 metri.
Gareggerà assieme ad Idea Pieroni nel salto in alto anche Irene Della Bartola, mentre nella gara maschile difenderà i colori sociali Lorenzo Carlone. Completa la pattuglia virtussina Antony Possidente, che si è guadagnato la convocazione nel getto del peso.

Per inviare comunicati stampa, informazioni, tabellini e commenti delle gare, foto, richieste di preventivi sui servizi forniti o altro 346.6194740 (Whatsapp) o info@dilettantitoscana.it

Categoria: Atletica e podismo
219 views

Lascia un commento