Analisi della classifica del British Open 2023: Tommy Fleetwood va giù, il dilettante Christo Lambrecht sbalordito nel Round 1

Un ragazzo del posto, un dilettante sudafricano e un testardo grattacielo argentino sono in testa dopo il primo round dell’Open Championship 2023 al Royal Liverpool. Christo Lambrecht della Georgia Tech è stato il primo a segnare un 5-under 66 all’Hoylake England, diventando il primo dilettante da Tom Lewis nel 2011 a raggiungere i primi 18 agli Open. L’All-American da 6 piedi e 8 è stato raggiunto pochi minuti dopo da Tommy Fleetwood, che ha familiarità con il palco principale, vivendo a soli 30 minuti da Liverpool.

Quei due sembravano essere soli in cima fino a quando Emiliano Grillo non ha saltato la corsia di sorpasso e ha giocato le sue ultime 14 buche in 7 piedi per unirsi a loro a 5 sotto, un tiro fuori.

Lambrecht crea una storia fantastica e se Grillo dovesse continuare a fornire intrighi nel fine settimana, tutti gli occhi cadranno giustamente su Fleetwood. Con il vento di una nazione nel suo viaggio, l’inglese sta cercando di vincere il suo round finale 63 agli US Open e immortalare le sue precedenti chiamate ravvicinate ai principali campionati.

“È stato fantastico e non puoi chiedere di più ai fan e al supporto”, ha detto Fleetwood. Sono stati davvero gentili con me oggi… il modo in cui sono stati lì dal primo tee, l’intero giro, il modo in cui sono stati fino all’ultima buca, l’accoglienza che ho ricevuto. È una grande opportunità giocare così vicino a casa, ma per avere quel supporto e giocare l’Open, sono contento di aver dato loro del buon golf. … Quindi, per me scendere dal campo da golf e avere quel tipo di supporto è davvero fantastico.”

Fleetwood dovrà aspettare fino a venerdì pomeriggio – i post-tee time di giovedì si sono rivelati un colpo troppo difficile – per costruire o riconquistare uno. Tuttavia, per Fleetwood, una delle parti più difficili è finita.

Un giocatore che brilla nel fine settimana dei campionati maggiori ma che raramente è stato una minaccia, ora è al posto di guida del Claret Jug. In precedenza ha perso un paio di US Open e tre volte l’Open 2019. Se riesce a rimanere in prima pagina della classifica all’inizio del fine settimana, il passo successivo potrebbe essere semplice come sposare l’eroismo dell’ultimo fine settimana con i suoi difetti passati. Non sarà un compito facile con una manciata di grandi campioni in agguato, ma Fleetwood è a casa e più a suo agio che mai.

READ  Guerra in Ucraina: attacchi aerei russi colpiscono Kiev per la terza notte consecutiva

Classifica Open Championship 2023, Round 1

T1. Tommy Fleetwood, Christo Lambrecht, Emiliano Grillo (-5): C’è Fleetwood IL Il nome del trio sopra, ma Grillo è in realtà il vincitore del PGA Tour. Vincitore al Colony due mesi fa, il due volte vincitore del PGA Tour non è a corto di fiducia o capacità di colpire la palla. Grillo, uno dei flusher più sottovalutati nel golf professionistico, avrà bisogno che il putter continui a cooperare poiché giovedì ha ottenuto più di un colpo con il bastone piatto.

“Le quattro major sono le cose che amiamo di più”, ha detto Grillo. “Sono tutti qui con lo stesso obiettivo. Tutti sono qui per fare la stessa cosa, giocare bene e alzare la bottiglia di chiaretto domenica. Questo è un po’ l’obiettivo”.

T4. Brian Harman, Antoine Rosner, Adrian Otegui (-4)

T7. Wyndham Clarke, Max Homa, Alex Noran, Stewart Cink, Shubangar Sharma (-3): Il campione degli US Open ha aperto la seconda metà del suo campionato con nove par consecutivi prima di un paio di birdie. Nonostante un totale di quattro birdie sul secondo-nono, è stato uno spauracchio parato sul par-4 14 che ha dato il via allo slancio di Clark. Dopo aver attaccato l’iPad di un volontario e aver scoperto una brutta bugia, Clarke ha fatto bene a lasciarne cadere solo uno. Dopo sei settimane consecutive in viaggio, Clarke non vorrebbe altro che tornare negli Stati Uniti, dove il giocatore dell’anno è stato rinchiuso come membro della compagnia davvero esclusiva degli US Open e dei vincitori dello stesso anno.

“Non ho alcuna paura al riguardo”, ha detto Clarke di competere di nuovo in una major. “Lo accolgo con favore. Ma è un giorno. Altri tre giorni. Penso che sia il momento in cui comincio a pensare al futuro. Queste cose possono succedere. Mi concentrerò sui miei obiettivi e sulle mie prestazioni ogni giorno e lascerò che i voti si prendano cura di se stessi.”

READ  Notizie sulla guerra Russia-Ucraina: aggiornamenti in tempo reale

T12. Jordan Spieth, Si Woo Kim, Alexander Bjork, Matthew Jordan, Guido Micliozzi, Michael Stewart (-2): Il campione del 2017 stava uscendo da una settimana in cui aveva perso tre dei quattro tagli, di cui due di fila ai National Open. Due primi uccellini sono stati prontamente sprecati quando ne ha salutato uno a no. Colpisci una palla all’8° over. Ha giocato bene i suoi nove difensori a 2 under, ma avrebbe potuto essere migliore quando è arrivato al tee in 3 piedi sul finisher par-5 prima di far cadere un tiro.

“Mi sentivo come se avessi giocato molti fairway green”, ha detto Spieth. “Questo percorso mi ricorda Birkdale, con molta aria nei tiri di avvicinamento. Ci sono più tavoli, il che lo rende più impegnativo, ma non molti collegamenti della vecchia scuola o non so come chiamarlo, ma dove puoi guidare la palla. Non puoi farlo qui. “

T18. Scottie Scheffler, Brooks Koepka, Viktor Hovland, Patrick Cantlay, Hideki Matsuyama, Patrick Reed, Xander Schauffele e altri sette (-1): Ci sono battitori pesanti sotto 1 piede e la parte spaventosa è che nessuno di loro ha le cose migliori nel Round 1. Koepka si è alzato dal letto guardando 2 over fino a 10 per giocare le sue ultime otto buche con 3 under rosso. Nel frattempo, il numero 1 del mondo ha racchiuso una scarsa parte centrale del suo round con un buon inizio e un finale di qualità. Cantlay sembra finalmente essere nel mix in un campionato importante, e sia Matsuyama che Reid si sono dimostrati capaci a questo punto. Hovland ha preso fuoco tardi, ma non ha sfruttato il 5° posto per tutto il giorno. Quattro colpi indietro a destra sono i più grossi di questo campionato quindi uno, se non di più, emerge dal gruppo.

“Solo una sbandata davanti”, ha detto Koepka. “Le prime nove buche non mi sembrava di aver fatto dei buoni colpi, ma è una di quelle cose in cui devi capirlo mentre procedi. [I’m] Non proprio [happy with the score]. Voglio dire, 1-down è, cosa, quattro indietro adesso, con i punteggi pomeridiani ancora da fare. Bei modi, ma non posso fare niente”.

READ  I mercati europei aprono per chiudere dopo che Wall Street continua a perdere

T32. Rory McIlroy, Tyrrell Hatton, Min Woo Lee e altri 12 (E): La buona notizia per McIlroy è che 50 degli ultimi 52 vincitori sono stati entro cinque dopo il Round 1, quindi non si è sparato fuori da questo campionato. Non ha avuto il meglio delle cose ed è scivolato a 2 nelle sue prime 12 buche nonostante un uccellino in anticipo. I birdie consecutivi su 14 e 15 lo hanno riportato indietro un attimo prima del par, rispecchiando la sua ultima buca nel primo round degli US Open. Quando la sua palla si è posata contro il bordo del bunker del greenside pot, McIlroy ha colpito il suo quarto a 10 piedi. Si è convertito, livellato e ha dato un pugno enfatico mentre i fedeli di Hoylake applaudivano. Chiave n. Se vuole minacciare a 5 anni, dovrà partire alla svelta venerdì presto.

T47. Cameron Smith, Matt Fitzpatrick, Jason Day, Adam Scott e altri 14 (+1): Un uccellino mattiniero ha avvisato sul campo che il giocatore campione in carica di quest’anno non sarebbe andato tranquillamente nella notte. Tre back-nine spauracchi dal tee riportarono Smith a 1 piede. L’australiano dovrebbe essere migliore con il pilota in mano, ma se lo è, il resto del gioco sarà abbastanza forte da fare delle corse. È il miglior putter del pianeta e, senza quella mazza giovedì, Smith sarà fuori dal torneo.

“Non credo che sarà una festa degli uccelli come l’anno scorso, il che è probabilmente una buona cosa per me e per gli altri ragazzi”, ha detto Smith. “Solo un paio di buoni giri per rientrare. Non mi sento fuori dai giochi”.

T62. Collin Morikawa, Tony Finau, Sam Burns e altri 21 (+2)

T89. Dustin Johnson, Bryson DeChambeau, Jon Rahm, Justin Rose, Tom Kim e altri 16 (+3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *