La crescita dell’occupazione negli Stati Uniti accelera ad aprile; Il tasso di disoccupazione scende al 3,4%

  • I libri paga non agricoli aumentano di 253.000 ad aprile
  • Il tasso di disoccupazione scende dal 3,5% al ​​3,4%
  • La retribuzione oraria media è aumentata dello 0,5%; Un aumento del 4,4% annuo

WASHINGTON, 5 maggio (Reuters) – La crescita dell’occupazione negli Stati Uniti ha accelerato ad aprile, mentre i guadagni salariali sono aumentati in modo consistente, indicando una forza sostenuta del mercato del lavoro che potrebbe mantenere alti i tassi di interesse più a lungo mentre la Federal Reserve fatica a domare l’inflazione.

Anche il rapporto sull’occupazione del Dipartimento del lavoro di venerdì, attentamente monitorato, ha mostrato che il tasso di disoccupazione è sceso al minimo di 50 anni del 3,4%. Nonostante i dati di febbraio e marzo siano stati leggermente rivisti, il mercato del lavoro rallenta solo marginalmente.

Mercoledì la Federal Reserve americana ha alzato il tasso di interesse notturno di riferimento di altri 25 punti base, portandolo a un intervallo compreso tra il 5,00% e il 5,25%, segnalando che potrebbe sospendere la sua rapida campagna di inasprimento della politica monetaria dagli anni ’80.

“La Fed potrebbe sbagliare nel suggerire di sospendere gli aumenti dei tassi perché non ci sono assolutamente prove che la banca stia accelerando il ritmo dell’inasprimento della politica monetaria, cosa che potrebbero fare due o tre aumenti dei tassi”, ha affermato Christopher Ruepke, presidente. Economista presso FWDBONDS a New York.

I libri paga non agricoli sono aumentati di 253.000 posti di lavoro il mese scorso, ma l’economia ha creato 149.000 posti di lavoro in meno a febbraio e marzo rispetto a quanto riportato in precedenza. La crescita dell’occupazione è stata in media di 290.000 posti di lavoro al mese nei sei mesi precedenti.

READ  Il Galaxy A54 di fascia media di Samsung arriva sugli scaffali dei negozi ad aprile
Grafica Reuters Grafica Reuters

L’economia ha bisogno di creare 70.000-100.000 posti di lavoro ogni mese per tenere il passo con la crescita della popolazione in età lavorativa.

I servizi professionali e aziendali hanno aggiunto 43.000 posizioni, con il settore dei servizi che rappresenta la maggior parte dei guadagni di posti di lavoro di aprile. Ma l’occupazione nei servizi di assistenza temporanea, considerata un precursore di future assunzioni, è diminuita di sole 23.000 posizioni ed è in calo di 174.000 rispetto al picco di marzo 2022.

I salari sanitari sono aumentati di 40.000 ad aprile. L’occupazione nel settore del tempo libero e dell’ospitalità è aumentata di 31.000 posti di lavoro, concentrati principalmente in ristoranti e bar. Le assunzioni sono rallentate in un settore che è stato un fattore chiave per la crescita dell’occupazione.

L’occupazione nel settore è di 402.000 posti di lavoro al di sotto del livello pre-pandemia.

I salari nelle operazioni finanziarie sono aumentati di 23.000, così come la categoria dei lavori pubblici. L’occupazione nel governo è di 301.000 posizioni al di sotto dei livelli pre-pandemia. I salari nel settore manifatturiero e delle costruzioni sono rimbalzati dopo il calo di marzo.

Grafica Reuters Grafica Reuters

La banca centrale ha alzato il tasso ufficiale di 500 punti base da marzo 2022.

Le azioni statunitensi hanno aperto in rialzo. Il dollaro è salito contro un paniere di valute. I prezzi dei Treasury USA sono scesi.

Guadagni fissi

Tuttavia, alcuni economisti ritengono che il mercato del lavoro stia sopravvalutando la salute dell’economia, indicando uno scollamento tra spesa dei consumatori e guadagni di posti di lavoro e un continuo calo della produttività del lavoro.

READ  Cos'è e perché è così importante?

La spesa dei consumatori ha ristagnato a febbraio e marzo. Da quando il governo ha iniziato a monitorare le serie nel 1948, la produttività è diminuita per cinque trimestri consecutivi su base annua.

“È molto strano in un anno di crescita, e penso che le aziende stiano accumulando lavoratori”, ha detto Milton Ezratti, capo economista di Westate a New York. “I manager ricordano cosa è successo nel 2021 e non vogliono essere scoperti”.

È probabile che il panorama delle assunzioni cambi rapidamente, con i rischi di una recessione in aumento a causa dei costi di indebitamento punitivi e delle condizioni di credito restrittive che coincidono con lo stress del mercato finanziario.

Per ora, il consenso generale è che l’economia continuerà a creare posti di lavoro almeno per il quarto trimestre.

La retribuzione oraria media è aumentata dello 0,5% il mese scorso dopo essere aumentata dello 0,3% a marzo. I salari sono aumentati del 4,4% su base annua ad aprile, dopo essere aumentati del 4,3% a marzo. Anche altre misure, come l’indice del costo del lavoro e l’inseguitore salariale della Fed di Atlanta, hanno mostrato slancio. La crescita dei salari è stata troppo forte per raggiungere l’obiettivo di inflazione del 2% della banca centrale.

Grafica Reuters

I dettagli del censimento delle famiglie, dove viene calcolato il tasso di disoccupazione, sono per lo più in sordina. L’occupazione interna è rallentata, mentre la forza lavoro è leggermente diminuita. Ciò ha visto il tasso di disoccupazione scendere al 3,4% dal 3,5% di marzo.

Il tasso di partecipazione alla forza lavoro, ovvero la percentuale di americani in età lavorativa o in cerca di lavoro, è rimasto invariato al 62,6%. Con la quota di persone di età compresa tra 25 e 54 anni ai livelli pre-pandemia, vi è un margine limitato per ulteriori guadagni nei tassi di partecipazione.

READ  WNBA Mock Draft 2024: dove atterra la star della LSU Angel Reese?
Grafica Reuters Grafica Reuters

Relazione di Lucia Muticani; Montaggio di Andrea Ricci

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *