Bologna United – Ego Tavarnelle 29-29
BOLOGNA UNITED: Bonassi, Nardo 4, Pedretti 2, Garau 8, Argentin 5, Mula, Rossi, Racalbuto 1, Tedesco, El Hayek, Cimatti 2, Gherardi 1, Santolero, Bosnjak 5. All.: BeppeTedesco
EGO TAVARNELLE: Vucci Stefano, Borgianni E. 5, Vermigli 1, Petrangeli 7, Vucci Simone, Pelacchi, Bevanati 5, Pesci 2, Talluri, Provvedi 9, Vanni, Varvarito, Corti, Lastrucci. All: Lalic Nedjeljko
ARBITRI: Carrino-Pellegrino
Una gran bella partita in un campo difficilissimo, a casa della prima della classe, per i ragazzi della Ego Tavarnelle, che hanno veramente lottato e dominato l’incontro; il risultato finale (29-29), il terzo pareggio della stagione, che è pure positivo, lascia comunque l’amaro in bocca. Nel primo tempo, a partire dall’11′ i chiantigiani sono sempre stati in vantaggio e il Bologna, guidato da Beppe Tedesco, ha dovuto sudare molto per tenere a galla la partita e rincorrere sempre il risultato.
I bianco-verdi di Mister Lalic, in ottima forma, orfani del portiere Ciani, infortunato in allenamento, macinano gioco e chiudono la prima frazione in vantaggio di due (12-14). Nel secondo tempo la musica è la stessa: Bologna a recuperare sempre uno svantaggio che si fa via via sempre più pericoloso, con Tavarnelle trascinata da Provvedi (9 realizzazioni per lui), Petrangeli ancora scatenato, nonostante un colpo subito alla testa (7 reti), capitan Bevanati e Borgianni con 5 a goal a testa, con Stefano Vucci tra i pali che chiude la saracinesca davanti a Bosnjack e co., si porta addirittura sul + 5 al 24′ 44” quando il tabellone segna 23-28. Sembra ormai fatta, ma i felsinei non si rassegnano a quella che sarebbe stata la loro seconda sconfitta consecutiva e stringono i denti approfittando della ormai tipica malattia degli ultimi minuti tavarnellini. Due occasioni buttate al vento e altrettanti recuperi per i padroni di casa, mettono a soqquadro la difesa chiantigiana che viene trafitta per ben cinque volte. Finale tesissimo e convulso, un rigore messo a segno da Borgianni al 29′ che riporta il Tavarnelle in vantaggio (28-29) e il pareggio in extremis di Argentin, ancora sul fischio della sirena, che salva il Bologna e fa perdere al Tavarnelle un punto che sarebbe stato meritatissmo.
“La squadra ha giocato al massimo – commenta il dt Pelacchi – sta crescendo dal punto di vista caratteriale. Manca l’esperienza che serve negli ultimi momenti decisivi. Dobbiamo superare questo gap, ma stiamo lavorando tanto. Sabato prossimo in casa con il Modena dobbiamo chiudere bene il girone di andata e conquistare la metà classifica, un posto che ci spetta..,”
Le altre gare del girone: Cingoli batte in casa il Padova 24-20, Modena fa suo il derby con il Carpi per 30-23, il Romagna subisce in casa la sconfitta per 24-28 dal Cologne.
La classifica: Bologna 10, Cingoli 10, Cologne 9, Padova 9, Teramo 8, Tavarnelle 7, Modena 7, Carpi 2, Romagna 2.

Foto Cangialosi

Per inviare comunicati stampa, informazioni, tabellini e commenti delle gare, foto, richieste di preventivi sui servizi forniti o altro 346.6194740 (Whatsapp) o info@dilettantitoscana.it

Categoria: Pallamano
65 views

Lascia un commento