La corsa contro il tempo per il futuro della Lucchese ha trovato un suo primo punto d’arrivo con la costituzione della società e la consegna della documentazione in Figc a Roma per la richiesta di iscrizione in soprannumero in serie D. La società è nata ieri (28 luglio) con la seduta dal notaio che ha certificato la compagine societaria: 45 per cento al presidente del Ponte a Moriano Alessandro Vichi, 35 a Bruno Russo e 20 per cento a Daniele Deoma con Russo presidente del consiglio di amministrazione.
Terminati in mattinata gli adempimenti a Firenze la macchina, con un assegno circolare in tasca di 300mila euro da depositare, è partita per Roma dove è arrivata poco prima delle 15, termine ultimo per presentare le carte.
In mattinata un’altro colpo di scena. L’arrivo a Palazzo Orsetti, sede del Comune di Lucca, di un emissario dell’altra cordata, quella di Danilo Mariani che con l’ex calciatore professionista e allenatore Agostinelli e Moreno Micheloni hanno incontrato il sindaco. La cordata ha dato la disponibilità all’acquisizione del 100 per cento delle quote per partecipare al campionato di serie D. C’è stato anche un dialogo con Mario Santoro ma di sicuro non ci sarà una fusione delle due realtà, se tutto dovesse procedere secondo i piani.

Per inviare comunicati stampa, informazioni, tabellini e commenti delle gare, foto, richieste di preventivi sui servizi forniti o altro 346.6194740 (Whatsapp) o info@dilettantitoscana.it

Categoria: Serie D
267 views

Lascia un commento