Campo di battaglia inedito e originale per i quattro quartieri storici di Arezzo, che domenica (20 ottobre) dalle 9 si sfideranno al bocciodromo comunale in una gara di bocce, specialità raffa, in occasione del primo Trofeo Giostra del Saracino. Il torneo è stato pensato dalla società bocciofila del capoluogo, la Asd Bocce Arezzo guidata dal presidente Vittorio Nofri, per cercare di avvicinare la comunità aretina al mondo delle bocce, ancora poco conosciuto.
Porta Crucifera, Porta del Foro, Porta Sant’Andrea e Porta Santo Spirito schiereranno squadre composte da 4 uomini e altrettante donne, le quali si affronteranno in diverse tornate suddivise nell’intera giornata. Chi realizzerà più punti si aggiudicherà la lancia d’oro, un premio che richiama la Giostra del Saracino. Ogni quartiere ha versato una quota di iscrizione che, arricchita da una donazione dell’Asd Bocce Arezzo, ha formato un bel tesoretto devoluto in beneficenza al Calcit, storica associazione che si occupa della lotta ai tumori, il cui presidente della sezione di Arezzo Giancarlo Sassoli sarà presente all’iniziativa. Sulle tribune del bell’impianto di Via Divisione Garibaldi è previsto un notevole afflusso di pubblico per una giornata che unirà il gioco più antico del mondo alla grande e appassionante tradizione medievale, in un contesto promozionale divertente e solidale.

Per inviare comunicati stampa, informazioni, tabellini e commenti delle gare, foto, richieste di preventivi sui servizi forniti o altro 346.6194740 (Whatsapp) o info@dilettantitoscana.it

Categoria: Bocce
268 views

Lascia un commento