Tammy Murphy, moglie del governatore del New Jersey, ha abbandonato la corsa al Senato degli Stati Uniti

La First Lady del New Jersey Tammy Murphy, senatrice della corsa alle primarie democratiche per il Senato degli Stati Uniti. Abbandonato dalla corsa per il posto di Bob Menendez (TNJ).

Con Murphy fuori gara, recenti sondaggi mostrano il crescente rappresentante Andy Kim (DN.J.), il favorito per la nomina alle primarie del 4 giugno nello stato fortemente democratico.

Murphy, moglie del governatore del New Jersey Bill Murphy (D), ha dato l'annuncio In un video Condiviso domenica X.

“Dopo diversi mesi impegnativi, stimolanti e, sì, impegnativi, oggi sospendo la mia campagna al Senato”, ha detto nel video.

La First Lady del New Jersey Tammy Murphy ha annunciato il 24 marzo che terminerà la sua candidatura al Senato degli Stati Uniti. (Video: Ross Godwin/The Washington Post)

Murphy, un finanziere che in precedenza ha lavorato presso Goldman Sachs, si è scontrato con diversi democratici, tra cui Kim, nelle primarie. Non ha mai ricoperto una carica elettiva, ma mantiene il portafoglio di First Lady dal 2018.

In una dichiarazione, Kim ha detto che rispetta la decisione di Murphy e non vede l'ora di lavorare con lui e il governatore. “Tommy ed io siamo entrambi d'accordo sul fatto che mantenere questo seggio e il Senato sotto il controllo democratico è fondamentale”, ha detto. “L'unità è la chiave.”

La settimana scorsa, Menendez ha annunciato che non si sarebbe candidato come democratico, ma non ha escluso di candidarsi come indipendente. Ha dovuto affrontare sfide politiche da quando è stato incriminato a settembre per corruzione e altri crimini mentre prestava servizio come presidente della commissione per le relazioni estere del Senato.

READ  Il Galaxy A54 di fascia media di Samsung arriva sugli scaffali dei negozi ad aprile

Secondo il New Jersey Globe, è la prima volta riportato Notizie, Murphy ha deciso di concludere la sua candidatura sabato dopo aver discusso con la sua famiglia e i suoi consiglieri.

Murphy è cresciuto repubblicano ed era un George W. Bush ha donato ingenti donazioni alle campagne presidenziali, ma i leader politici nelle 21 contee hanno ottenuto il sostegno di molti democratici in uno stato che da tempo gioca un ruolo importante nelle gare a livello statale.

Nell'esclusivo e controverso sistema di votazione a “linea” del New Jersey, i candidati al Senato e al governatore vengono inseriti in una sezione specifica della votazione chiamata “linea” per contestare l'approvazione del loro partito. Nel frattempo, i candidati che si candidano senza l’appoggio del loro partito compaiono in fondo alla scheda, dove gli elettori hanno meno probabilità di vedere i loro nomi.

Kim ha fatto causa al sistema elettorale a febbraio. La settimana scorsa, l'ufficio del procuratore generale del New Jersey Matthew Platkin ha affermato che il sistema era “incostituzionale” e che il suo ufficio non lo avrebbe difeso in tribunale.

Il caso ha attirato l'attenzione sul controverso voto dello stato e sullo status di Murphy come candidato preferito dell'establishment.

In un video che annunciava la fine del suo impegno, Murphy ha notato la tensione della questione.

“Mi è chiaro che continuare in questa corsa sarebbe una campagna molto controversa e negativa, e non voglio farlo”, ha detto. “E con Donald Trump al ballottaggio e così pericoloso per la nostra nazione, in buona coscienza non sprecherò risorse abbattendo i colleghi democratici”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *